Clicca qui per scaricare

Politiche attive del lavoro, patto di servizio e "strategia delle obbligazioni reciproche"
Titolo Rivista: GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI  
Autori/Curatori: Anna Alaimo 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 139  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 507-525 Dimensione file:  772 KB
DOI:  10.3280/GDL2013-139007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’articolo prende le mosse dai numerosi cambiamenti intervenuti, anche in Italia, nel campo del welfare, delle politiche attive del lavoro e dei servizi all’impiego e si sofferma, in particolare, sul cosiddetto "patto di servizio" (PS). La diffusione di tale strumento nel rapporto fra uffici pubblici che gestiscono i servizi all’impiego e soggetti in cerca di occupazione pone una serie di questioni: qual è la natura giuridica del PS? Qual è il suo rapporto con lo status di disoccupazione? Dall’analisi dell’istituto e della nuova "condizionalità", introdotta dalla Riforma Monti-Fornero, sembra complessivamente emergere un eccesso della componente "vincolistica" e "sanzionatoria" delle politiche attive, cosicché il "patto di servizio" è, allo stato, uno strumento con molti obblighi e pochi diritti per il soggetto in cerca di lavoro.


Keywords: Politiche attive del lavoro; Principio di attivazione; Servizi per l’impiego; Patto di servizio; Principio delle obbligazioni reciproche.

  1. Lodigiani R. (2008). Welfare attivo. Apprendimento continuo e nuove politiche occupazionali in Europa. Trento: Edizioni Erickson.
  2. Cantalupi M., Demurtas M., a cura di (2009). Politiche attive del lavoro, servizi per l’impiego e valutazione. Esperienze e percorsi in Italia e in Europa. Bologna: il Mulino.
  3. Clasen J. (2004). Regno Unito. In: Porcari S., a cura di, Sistemi di welfare e gestione del rischio economico di disoccupazione. Roma: Franco Angeli, p. 103 ss.
  4. Corazza L. (2013). Il principio di condizionalità (al tempo della crisi). DLRI, in questo fascicolo.
  5. Di Domenico G. (2006). Servizi pubblici per l’impiego e sistemi di welfare. Integrazione tra politiche del lavoro e misure socio-assistenziali in Europa. DRI, p. 300 ss.
  6. Eichenhofer E., Westerveld M. (2005). Contractualism: A Legal Perspective. In: Sol E., Westerveld M., eds., Contractualism in Employment Services. A New Form of Welfare State Governance. The Hague: Kluwer Law International, p. 21 ss.
  7. Ferrera M. (2004). La protezione contro la disoccupazione in Europa: osservazioni comparate e implicazioni per l’Italia. In: Porcari S., a cura di, Sistemi di welfare e gestione del rischio economico di disoccupazione. Roma: Franco Angeli, p. 13 ss.
  8. Filì V. (2012). Politiche attive e servizi per l’impiego. In: Carinci F., Miscione M., a cura di, Commentario alla Riforma Fornero, Supplemento a DPL n. 33/2012, p. 192 ss.
  9. Freedland M., Countouris N. (2005). Diritti e doveri nel rapporto tra disoccupati e servizi per l’impiego in Europa. DLRI, p. 557 ss.
  10. Freedland M., King D. (2005). Client Contractualism Between the Employment Service and Jobseekers in the United Kingdom. In: Sol E., Westerveld M., eds., Contractualism in Employment Services. A New Form of Welfare State Governance. The Hague: Kluwer Law International, p. 119 ss.
  11. Garofalo D. (2006). Lo status di disoccupazione tra legislazione statale e provvedimenti regionali. DRI, p. 637 ss.
  12. Gualmini E., Rizza R. (2011). Attivazione, occupabilità e nuovi orientamenti nelle politiche del lavoro: il caso italiano e tedesco a confronto. SM, p. 195 ss.
  13. Handler J.F. (2008). The Rise and Spread of Workfare, Activation, Devolution, Privatization, and the Changing Status of Citizenship. UCLA School of Law – Public Law & Legal Theory Research Paper Series – Research Paper No. 08-05. --Testo disponibile al sito: http://www.resqresearch.org/uploaded_files/publications/handler1.pdf (consultato l’8.7.2013).
  14. http://www.resqresearch.org/uploaded_files/publications/handler1.pdf (consultato l’8.7.2013).
  15. Immervoll H., Scarpetta S. (2012). Activation and Employment Support Policies in OECD Countries. An Overview of Current Approaches. --Testo disponibile al sito: http://www.izajolp.com/content/1/1/9 (consultato l’8.7.2013).
  16. Lagala C. (2005). Precariato e welfare in Italia. Roma: Ediesse.
  17. La Macchia C. (2000). La pretesa al lavoro. Torino: Giappichelli.
  18. Liso F. (2004). Appunti sulla trasformazione del collocamento da funzione pubblica a servizio.
  19. In: De Luca Tamajo R., Rusciano M., Zoppoli L., a cura di, Mercato del lavoro. Riforma e vincoli di sistema. Napoli: Editoriale scientifica, p. 365 ss.
  20. Liso F. (2008). La recente giurisprudenza della Corte Costituzionale in materia di stato di disoccupazione. DRI, p. 330 ss.
  21. Marocco M. (2005). I regolamenti regionali in materia di incontro tra domanda e offerta di lavoro. Prime indicazioni sul nuovo status di disoccupazione. RIDL, I, p. 641 ss.
  22. Marocco M. (2008). Teoria e prassi nell’attivazione dei disoccupati: il patto di servizio. DLRI, p. 533 ss.
  23. Marocco M. (2009). Il ruolo dei servizi pubblici per l’impiego nella strategia di flexicurity. DRI, p. 496 ss.
  24. Melillo A.L. (2009). Il patto di servizio e la sua natura giuridica. DRI, p. 1121 ss.
  25. Monateri P.G. (2003). Ripensare il contratto. Verso una visione antagonistica del contratto. RDC, p. 409 ss.
  26. Napoli M., Occhino A., Corti M. (2010). I servizi per l’impiego. Milano: Giuffrè.
  27. OECD (2005). Labour Market Programmes and Activation Strategies: Evaluating the Impacts. --Testo disponibile al sito: http://www.oecd.org/els/emp/36780874.pdf (consultato l’8.7.2013).
  28. Paci M. (2005). Nuovi lavori, nuovo welfare. Sicurezza e libertà nella società attiva. Bologna: il Mulino.
  29. Paci N. (2006). La tutela dei disoccupati e le politiche di workfare. RGL, I, p. 819 ss.
  30. Paci N. (2013). La condizionalità. In: Cinelli M., Ferraro G., Mazzotta O., a cura di, Il nuovo mercato del lavoro dalla riforma Fornero alla legge di stabilità 2013. Torino: Giappichelli, p. 582 ss.
  31. Pascucci P. (2012). Servizi per l’impiego, politiche attive, stato di disoccipazione e condizionalità nella legge n. 92 del 2012. RDSS, p. 453 ss.
  32. Pizzetti F. (2004). La tutela multilivello dei diritti nei livelli sub statuali. In: Bilancia P., De Marco E., a cura di, La tutela multilivello dei diritti. Punti di crisi, problemi aperti, momenti di stabilizzazione. Milano: Giuffrè.
  33. Rosato S. (2003). Stato di disoccupazione. In: Tiraboschi M., a cura di, La riforma del collocamento e i nuovi servizi per l’impiego. Commentario al d.lgs. 19 dicembre 2002, n. 297 e prospettive di attuazione dell’articolo 1 della legge 14 febbraio 2003, n. 30. Milano: Giuffrè, p. 271 ss.
  34. Rusciano M. (1999). Il lavoro come diritto: servizi per l’impiego e decentramento amministrativo. RGL, I, p. 26 ss.
  35. Sciarra S. (2013a). Monitoraggio e valutazione: la riforma nella prospettiva delle politiche occupazionali europee. In Chieco P., a cura di, Flessibilità e tutele nel lavoro. Commentario della legge 28 giugno 2012, n. 92. Bari: Cacucci, p. 37 ss.
  36. Sciarra S. (2013b). Flessibilità e politiche attive del lavoro. Note critiche sulla riforma Monti-Fornero. DLRI, in questo fascicolo.
  37. Sol E., Westerveld M., eds. (2005). Contractualism in Employment Services. A New Form of Welfare State Governance. The Hague: Kluwer Law International.
  38. Spattini S. (2008). Il governo del mercato del lavoro tra controllo pubblico e neocontrattualismo. Analisi storico-comparata dei sistemi di regolazione e governo attivo del mercato del lavoro. Milano: Giuffrè.
  39. Tergeist P., Grubb D. (2006). Activation Strategies and the Performance of Employment Services in Germany, the Netherlands and the United Kingdom. OECD Social, Employment and Migration Working Papers No. 42. --Testo disponibile al sito: http://www.oecd.org/els/emp/37848464.pdf (consultato l’8.7.2013).
  40. Tullini P. (2011). Ragioni e filosofie della collaborazione tra pubblico e privato nel mercato del lavoro. DLM, p. 575 ss.
  41. Valkenburg B. (2005). Verso l’individualizzazione delle politiche di attivazione? Un’introduzione. RPS, p. 7 ss.
  42. Vanberkel R. (2005). La diffusione degli approcci individuali nelle politiche europee di attivazione. Alcune conclusioni. RPS, p. 233 ss.
  43. Vanberkel R., Borghi V. (2008). The Governance of Activation, Social Policy & Society. --Testo disponibile al sito: http://www.resqresearch.org/uploaded_files/publications/rik2.pdf (consultato l’8.7.2013).
  44. Viscomi A. (2007). Servizi per l’impiego: i “patti di servizio”. DLM, p. 63 ss.
  45. Zoppini A. (2008). Il contratto asimmetrico tra parte generale, contratti di impresa e disciplina della concorrenza. RDC, p. 515 ss.



  1. Giovanni Di Corrado, L'assegno di ricollocazione nelle sue prime applicazioni in GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI 152/2017 pp. 707, DOI: 10.3280/GDL2016-152007
  2. Pier Antonio Varesi, I livelli essenziali concernenti i servizi per l'impiego e la sfida della "garanzia per i giovani" in GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI 142/2014 pp. 185, DOI: 10.3280/GDL2014-142001
  3. Giuseppe Lella, Il difficile cammino della riforma dei servizi per il lavoro. Profili costituzionali, riforme istituzionali e attribuzione delle funzioni e dei compiti amministrativi in materia di politiche attive del lavoro in GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI 149/2016 pp. 185, DOI: 10.3280/GDL2016-149009
  4. Silvana Sciarra, Flessibilità e politiche attive del lavoro. Note critiche sulla riforma monti-fornero in GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI 139/2013 pp. 471, DOI: 10.3280/GDL2013-139005

Anna Alaimo, in "GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI " 139/2013, pp. 507-525, DOI:10.3280/GDL2013-139007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche