Clicca qui per scaricare

Giuseppe Pagano e l’architettura rurale
Titolo Rivista: TERRITORIO 
Autori/Curatori: Giovanna D'Amia 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 66 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 109-120 Dimensione file:  777 KB
DOI:  10.3280/TR2013-066020
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In a context of renewed interest in twentieth century rural architecture, this essay reviews the contribution made by Giuseppe Pagano and the exhibition organised with Guarniero Daniel for the VI Triennale of Milan. It views it in terms of an interdisciplinary debate in which geographers, ethnographers, engineers and architects take part in Italy between the two wars. It is a debate that is echoed on the pages of specialist channels and is fuelled by the policies for the reorganisation of agriculture launched by the fascist regime, which overlap with arguments on what is ‘Mediterranean’ and the search for an Italian way within modern architecture. And in this context the distinguishing feature of Pagano’s stance is its methodological perspective centred on functionality which derives from an investigation of the vernacular tradition.


Keywords: Vernacular architecture; Giuseppe Pagano; the rural house

  1. Aa.Vv., 1932, «Una villa estiva nel Canavese», Domus, n. 50, febbraio, pp. 76-78.
  2. Aa.Vv., 1936a, «Atti del Comitato per le arti popolari», Lares, pp. 219-229.
  3. Aa.Vv., 1936b, «La Mostra dell’architettura rurale», Rassegna di architettura, agosto-settembre, pp. 261-270.
  4. Aa.Vv., 1939a, Atti del convegno degli ingegneri per il potenziamento dell’agricoltura ai fini autarchici Archetipografia, Milano.
  5. Aa.Vv., 1939b, «Una villa tra gli abeti», Domus, n. 141, settembre, pp. 25-29.
  6. Aa.Vv., 1942, Atti del IV Congresso di arti e tradizioni popolari, Edizioni dell’Opera Nazionale Dopolavoro, Roma.
  7. Aa.Vv., 1943, «Un concorso per studi e progetti sulla casa rurale indetto dalla Triennale di Milano», Rivista di estimo agrario e genio rurale, pp. 44-48.
  8. Accascina M., 1936, «L’architettura minima siciliana alla Triennale di Milano», Giornale di Sicilia, 2 aprile.
  9. Airoldi M., 2010, «L’architettura rurale e la Triennale di Milano del ’36», in Hevelius’ webzine, ottobre.
  10. Algranati G., 1927, Il folclore e la geografia. Estensione e limiti, in Atti del X Congresso Geografico Italiano, Milano, pp. 259-263.
  11. Algranati G., 1932, «Osservazioni geografiche sull’architettura rustica», Rivista geografica italiana, vol. XXXIX, pp. 35-38.
  12. Angelini L., 1932, «Aspetti dell’architettura rustica nelle valli bergamasche», Lares, pp. 77-81.
  13. Baglione C., 2008, «Cultura della professione e orgoglio della modestia 1933-1943», Casabella 1928-2008, Electa, Milano, pp. 96-109.
  14. Barbieri G., Gambi L., 1970, a cura di, La casa rurale in Italia, Olschki, Firenze.
  15. Bassi A., Castagno L., 1994, a cura di, I designer. Giuseppe Pagano, Laterza, Roma-Bari.
  16. Berlam A., 1930, «Case caratteristiche della Carnia», Rassegna di architettura, II, n. 4, aprile, pp. 143-150.
  17. Biasutti R., 1925a, «Architettura rustica nella Campania. (I tetti)», Le vie d’Italia, vol. XXXI, pp. 1379-1387.
  18. Biasutti R., 1925b, Per un’inchiesta sui tipi dell’abitazione rurale in Italia, in Atti del IX Congresso geografico italiano, Genova, pp. 205-206.
  19. Biasutti R., 1926, «Per lo studio dell’abitazione rurale in Italia», Rivista geografica italiana, vol. XXXIII, pp. 1-24.
  20. Biasutti R., 1927, Insediamenti agricoli ed abitazioni rurali in Italia, in Atti del X Congresso Geografico Italiano, Milano, pp. 241-246.
  21. Brocherel G., 1936, La casa rustica valdostana, in Atti del III Congresso di Arti e tradizioni popolari (Trento 1934), Roma, pp. 197-200.
  22. Caccia Dominioni P., 1934, «Una lettera», Il Giornale d’Oriente, 13 maggio.
  23. Carli E., 1936, «Il ‘genere’ architettura rurale e il funzionalismo», Casabella, n. 107, novembre, pp. 6-7.
  24. Carrà C., 1936,«La VI Triennale», L’Ambrosiano, 30 marzo, p. 5.
  25. Casiello S., Pane A., Russo V., 2010, a cura di, Roberto Pane tra storia e restauro. Architettura, città, paesaggio, Marsilio, Venezia.
  26. Cassanelli R., 2003, Alla periferia del paradiso: il ‘disegno ininterrotto’ da Salvatore Fancello a Costantino Nivola, Jaca Book-Cagliari Wide, Milano.
  27. Cerio E., 1922, La casa nel paesaggio di Capri, Napoli.
  28. Chiaraviglio L., 1937, «Case di Priverno», Palladio, p. 71.
  29. Ciocca G., 1935a, «La casa rurale», Quadrante, n. 22, febbraio, pp. 36-40.
  30. Ciocca G., 1935b, «Progetto di casa rurale», Quadrante, n. 26, giugno, pp. 6-27.
  31. Cipriani G., 1927, «Motivi di architettura ischiana», Architettura e arti decorative, VI, vol. I, pp. 481-494.
  32. Ciribini G., 1942, «Studi tecnico-estetici sull’architettura mediterranea, con particolare riguardo a quella italiana», in Aa.Vv., op.cit., pp. 573-574.
  33. Demangeon A., 1920, «L’habitation rurale en France. Essai de classification des principaux types», Annales de géographie, vol. 29, n. 161, pp. 352-375.
  34. Demangeon A., 1939, «Types de villages en France», Annales de géographie, vol. 48, pp. 1-21.
  35. Demangeon A., 1942, Problèmes de Géographie humaine, Paris.
  36. Danesi S., 1976, «Aporie dell’architettura italiana in periodo fascista. Mediterraneità e purismo», in Il razionalismo e l’architettura in Italia durante il fascismo, La Biennale di Venezia, Venezia, pp. 21-28.
  37. D’Amia G., 2008, «The Work of Giovanni Pellegrini in Libya», in The Presence of Italian Architects in Mediterranean Countries, Maschietto, Firenze, pp. 78-89.
  38. D’Amia G., 2011, «L’urbanistica coloniale di Giovanni Pellegrini e la pianificazione dei villaggi libici», Territorio, n. 57, pp. 125-134,, DOI: 10.3280/TR2011-057016
  39. Daniel G., 1927, «Breve storia della colombaia», Sapere, a. II, vol. V, settembre.
  40. De Angeli d’Ossat G., 1938, «Architettura rurale italiana», Palladio, p. 40.
  41. De Seta C., 1976, «Introduzione», in Pagano G., Architettura e città durante il fascismo, Laterza, Bari.
  42. De Seta C., 1979, a cura di, Giuseppe Pagano fotografo, Electa, Milano.
  43. De Seta D., 2007, «Reflejos de una Italia. Giuseppe Pagano fotografo», Formas de arquitectura y artes, n. 17, giugno.
  44. De Seta D., 2008, a cura di, Giuseppe Pagano. Vocabulario de imàgenes, Lampreave & Millàn, Valencia.
  45. Esteban J., 2003, «Emilio Moya LLedós, arquitecto conservador de monumentos (1929-1936)», in Roma y la tradición de lo nuevo. Diez artistas en el Gianicolo (1923-1927), Seacex, Madrid.
  46. Fanelli G., Mazza B., 1999, La casa colonica in Toscana. Le fotografie di Pier Niccolò Berardi alla Triennale del 1936, Octavo, Firenze.
  47. Formentini U., 1937, «Note sull’architettura rustica nella Liguria Orientale», Lares, pp. 101-105.
  48. Gerola G., 1928-1929, «Architettura minore e rustica trentina», Architettura e arti decorative, VIII, vol. II, pp. 291-301.
  49. Giolli R., 1936, «VI Triennale di Milano: il nuovo padiglione», Casabella, n. 102-103, giugno-luglio, pp. 6-7.
  50. Giolli R., 1938, «Architettura vivente», Casabella Costruzioni, n. 130, ottobre, pp. 20-21. Giolli R., 1972, L’architettura razionale, Laterza, Bari.
  51. Godoli E., Giacomelli M., 2005, a cura di, Architetti e Ingegneri italiani dal Levante al Magreb 1848-1945, repertorio biografico, bibliografico e archivistico, Maschietto, Firenze.
  52. Gravagnuolo B., 1994, Il mito mediterraneo nell’architettura contemporanea, Electa, Napoli.
  53. Griffini E.A., 1924-1925, «La casa rustica della Valle Gardena», Architettura e arti decorative, IV, vol. II, pp. 291-298.
  54. Insabato E., Ghelli C., 2007, a cura di, Guida agli archivi di architetti e ingegneri del Novecento in Toscana, Edifir, Firenze.
  55. Marconi P., 1929-1930, «Architetture minime mediterranee e architettura moderna», Architettura e arti decorative, IX, vol. I, pp. 27-44.
  56. Michelucci G., 1932, «Fonti della moderna architettura italiana», Domus, n. 56, pp. 460-461.
  57. Musto G., 2006, «Les archives photographiques Giuseppe Pagano», in Lucarelli F., Iuliano M., Mignozzi A. (a cura di), Culture et architecture en Italie dans les années Trente, Paparo edizioni, Napoli.
  58. Nangeroni G., 1958, La casa rurale nella montagna lombarda. Settore sud-orientale, Olschki, Firenze.
  59. Nice B., 1939, «Abitazioni rurali nelle isole Cherso e Lussino», Rivista geografica italiana, vol. XLVI, pp. 57-63.
  60. Nice B., 1940, La casa rurale nella Venezia Giulia, Bologna. Pagano G., 1935a, «Case rurali», Casabella, n. 86, febbraio, pp. 8-15.
  61. Pagano G., 1935b, «Documenti di architettura rurale», Casabella, n. 95, novembre, pp. 18-25.
  62. Pagano G., 1935c, «Architettura rurale italiana», Casabella, n. 96, dicembre, pp. 16-23.
  63. Pagano G., 1936, «L’architetto Giuseppe Pagano progetta una piccola casa che vi potete costruire per la campagna», Domus, n. 108, dicembre, pp. 15-22.
  64. Pagano G., 1938a, «Un cacciatore di immagini», Cinema, dicembre (ora in Costruzioni Casabella, nn. 195-198, 1947).
  65. Pagano G., 1938b, Arte decorativa italiana, Quaderni della Triennale, Hoepli, Milano, pp. 100-101.
  66. Pagano G., 1940, «Case coloniche nella pianura lombarda», Costruzioni Casabella, n. 146, febbraio, pp. 25-27.
  67. Pagano G., 1943, «I camini del Veneto», Casabella, aprile-maggio, pp. 82-85.
  68. Pagano G., Daniel G., 1936, Architettura rurale italiana, Quaderni della Triennale, Hoepli, Milano.
  69. Pane R., 1927-1928, «Tipi di architettura rustica in Napoli e nei Campi Flegrei», Architettura e arti decorative, VII, vol. II, pp. 529-543.
  70. Pane R., 1936, Architettura rurale campana, Rinascimento del libro, Firenze.
  71. Papagna P., 1988, Anni ’20-’40: Il tema della casa ‘rurale’. Il dibattito interdisciplinare e l’acquisizione di nuove tematiche, tesi di laurea, Facoltà di Architettura, Politecnico di Milano, a.a. 1987-1988, rel. G. Ricci.
  72. Patetta L., 1972, a cura di, L’architettura in Italia 1919-1943. Le polemiche, Clup, Milano.
  73. Peressutti E., 1935, «Architettura mediterranea», Quadrante, n. 21, gennaio, pp. 40-41.
  74. Persico E., 1934, «Punto e a capo per l’architettura», Domus, novembre, pp. 1-9.
  75. Petrocchi D’Anna F., 1977, «‘Il Selvaggio’: dallo squadrismo a ‘strapaese’ 1924-1927», Critica letteraria, vol. V, n. 15, pp. 326-354; n. 16, pp. 538-570.
  76. Pica A., 1936, Nuova Architettura Italiana, Quaderni della Triennale, Hoepli, Milano.
  77. Podestà A., 1936, «La VI Triennale, mostre di Architettura», Casabella, n. 104, agosto, pp. 8-11.
  78. Portanova F., 1934, «Ragguaglio sull’architettura rustica a Capri», Domus, n. 74, febbraio, pp. 58-60.
  79. Pulitzer Finali G., 1935, Navi e Case. Architetture interne 1930-1935, Hoepli, Milano.
  80. Rava C.E., 1931, «Di un’architettura coloniale moderna», Domus, n. 41, maggio, pp. 39-43, 89; n. 42, giugno, pp. 32-36.
  81. Riccesi D., 1985, Gustavo Pulitzer Finali. Il disegno della nave. Allestimenti interni 1925-1967, Marsilio, Venezia.
  82. Schnapp J.T., 2000, a cura di, Gaetano Ciocca. Costruttore, inventore, agricoltore, scrittore, Skira, Milano.
  83. Seira P.E., 1980, L’architettura rurale di Giuseppe Pagano nelle opere biellesi, in Atti e rassegna degli Ingegneri e degli Architetti di Torino, ottobre.
  84. Silana M. e Monaco G., 1935, «La casa rurale per il Mezzogiorno», Quadrante, n. 25, maggio, pp. 39-44.
  85. Tedeschi E., 1937, «La mostra dei sistemi costruttivi moderni e dei materiali da costruzione alla VI Triennale di Milano», Architettura, vol. XVI, n. 1, gennaio, pp. 41-51.
  86. Tinti M., 1933, «L’equivoco dell’architettura rustica», Casabella, VI, n. 1, gennaio, pp. 51-52.
  87. Tinti M., 1934, L’architettura delle case coloniche in Toscana, Rinascimento del libro, Firenze.
  88. Zucchi C., Cadeo F., Lattuada M., 1999, Asnago e Vender. Architetture e progetti 1925-1970, Skira, Milano.

Giovanna D'Amia, in "TERRITORIO" 66/2013, pp. 109-120, DOI:10.3280/TR2013-066020

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche