Clicca qui per scaricare

La competenza psicoterapeutica: un costrutto multi-componenziale
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Laura Fruggeri 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 9-21 Dimensione file:  639 KB
DOI:  10.3280/RPR2014-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La competenza terapeutica è presentata come un costrutto multi-componenziale, una sorta di immagine prismatica le cui diverse e interconnesse facce sono: la competenza tecnica e quella relazionale, la sensibilità al contesto, l’auto-riflessività e la consapevolezza sociale. Occorre tenere conto che se la competenza tecnica, quella che evidenzia la ricorsività tra la cornice teorica, l’attribuzione di significato e le azioni di un terapista, è definita nell’ambito di un modello teorico-pratico, invece le altre dimensioni della competenza terapeutica sono trasversali ai diversi modelli e risultano sempre più centrali nella contemporaneità. Così, gli psicoterapeuti sono oggi sollecitati a "riformare" i propri saperi nella consapevolezza di operare all’interno di un contesto che è personale, relazionale, istituzionale, sociale e culturale; un contesto all’interno del quale i significati della cura emergono da un irriducibile intreccio di processi che si svolgono a diversi livelli nella contingenza dell’azione interattiva tra paziente e terapeuta. Si tratta di una sollecitazione a ragionare sul concetto di cura, superando lo scenario attuale di frammentazione e di scarsa integrazione tra i saperi.


Keywords: Competenza tecnica, competenza relazionale, contestualizzazione, auto-riflessività, consapevolezza sociale

  1. Ansermet F. (2009). Famiglie e genitorialità. http://biblioteca.asmn.re.it/Mediagallery.jsp?-idGalleria=16&idFilmato=90.
  2. Bartels D. M. (2004). Brave new families: Modern health technologies and family creation. In: Coleman M., Ganong L. (Eds.). Handbook of contemporary families. London, New Delhi: Thousand Oaks, pp. 493-505.
  3. Bateson G. (1972). Trad. it.: Verso un’ecologia della mente. Milano: Adelphi, 1976.
  4. Bateson G. (1975). Trad. it.: Alcune componenti della socializzazione per la trance. In: Bateson G. Una sacra unità. Milano: Adelphi, 1997, pp. 141-158.
  5. Bateson G., Bateson M.C. (1987). Trad. it.: Dove gli angeli esitano. Milano: Adelphi, 1989.
  6. Bepko C., Johnson T. (2000). Gay and lesbian couples in therapy: Perspectives for the contemporary family therapist. Journal of Marital and Family Therapy, 26: 409-419., 10.1111/j.1752-0606.2000.tb00312.xDOI: 10.1111/j.1752-0606.2000.tb00312.x
  7. Byrne A. e McCarthy I. (1988). Moving statutes: Re-questioning ambivalence through ambiguous discourse. The Irish Journal of Psychology, 9: 173-182., 10.1080/030339-10.1988.10557712DOI: 10.1080/030339-10.1988.10557712
  8. Cecchin G., Lane G., Ray W.A. (1997). Verità e pregiudizi. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  9. Falicov C.J. (1995). Training to thinkculturally: A multidimensional comparative perspective. Family Process. 34: 373-388., 10.1111/j.1545-5300.1995.00373.xDOI: 10.1111/j.1545-5300.1995.00373.x
  10. Ferrari F. (2011). Crescere in famiglie omogenitoriali: risultati scientifici e altri piani del dibattito. Terapia Familiare, 95., 10.3280/TF2011-095005.DOI: 10.3280/TF2011-095005.
  11. Fruggeri L. (1991). I contesti della psicoterapia. In: Malagoli M., Togliatti A., Telfener U., a cura di, Dall’individuo al sistema. Torino: Boringhieri, pp. 72-84.
  12. Fruggeri L., Matteini M. (1992). Le strane vacanze di Carlo, ovvero i pregiudizi del terapista. Rivista di Psicoterapia Relazionale, 32-33-34: 47-60.
  13. Fruggeri L., Marzari M., Matteini M., Castellucci A. (1995). Servizi pubblici e terapia sistemica: Teorie e tecniche nell’incontro con le famiglie. In: Gurman A., Kniskern D. (eds.). Manuale di terapia della famiglia. Torino: Boringhieri, pp. 496-519.
  14. Fruggeri L. (1998). Famiglie. Dinamiche interpersonali e processi sociali. Roma: Carocci Editore.
  15. Fruggeri L. (2002). Different levels of analysis in the supervisory process. In: Campbell D. and Mason B. (eds). Perspectives on supervision. London: Karnac Books, pp. 3-20.
  16. Fruggeri L. (2005). Diverse normalità. Roma: Carocci Editore.
  17. Fruggeri L. (2008). Le famiglie nella terapia familiare sistemica. Rivista sperimentale di freniatria. CXXXII, 2: 133-149.
  18. Fruggeri L. (2012). Different levels of psychotherapeutic competence. Journal of Family Therapy, 34: 91-105., 10.1111/j.1467-6427.2011.00564.xDOI: 10.1111/j.1467-6427.2011.00564.x
  19. Goldner V. (1985). Feminism and family therapy. Family Process, 24: 31-47., 10.1111/j.1545-5300.1985.00031.xDOI: 10.1111/j.1545-5300.1985.00031.x
  20. Hare Mustin R. (1978). A feminist approach to family therapy. Family Process, 17: 181-194., 10.1111/j.1545-5300.1978.00181.xDOI: 10.1111/j.1545-5300.1978.00181.x
  21. James K., McIntyre D. (1983). The reproduction of families. Journal of Marital and Family Therapy, 9: 119-129.
  22. Jones E. (1994). Gender and povertà as contexts for depression. Human Systems, 5: 169-183.
  23. Lannamann J.W. (1991). Interpersonal communication research aside ological practice, Communication Theory, 1, 3: 179-203., 10.1111/j.1468-2885.1991.tb00014.xDOI: 10.1111/j.1468-2885.1991.tb00014.x
  24. Manghi S. (2012). Complessità sociale. Dizionario di Servizio sociale. Roma: Carocci Editore.
  25. McCarthy I., ed.(1995). Irish family studies. Selected papers. Dublin: Family Studies Center.
  26. McGoldrick M., Anderson C., Walsh F. (1989). Women in families. New York: Norton.
  27. Mejia C., Ansermet F., Germond M. (2008). Origine e filiazione. Studio clinico sull’imma-ginario inconscio dei genitori circa la fecondazione autologa in vitro e il trasferimento embrionale (FIVET) attraverso crioconservazione dello zigote. Rivista Sperimentale di Freniatria, CXXXII, 2: 11-42.
  28. Pakman M. (1997). La micro-politica delle classi sociali nella vita familiare. Connessioni, 2: 24-33.
  29. Roy-Chowdhury S. (2006). How is the therapeuticrelationshiptalkedintobeing? Journal of Family Therapy: 153-174., 10.1111/j.1467-6427.2006.00344.xDOI: 10.1111/j.1467-6427.2006.00344.x
  30. Tomm K. (1987). Interventive interviewing: Part I. Strategizing as a fourth guideline for the therapist. Family Process, 26: 3-13., 10.1111/j.1545-5300.1987.00003.xDOI: 10.1111/j.1545-5300.1987.00003.x
  31. Walters M. (1990). A feminist perspective in family therapy. In: Perelberg R. J., Miller A. C., eds. Gender and power in families. London: Routledge, pp. 13-33.



  1. Laura Fruggeri, Il rischio iatrogeno in psicoterapia in RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA 3/2015 pp. 105, DOI: 10.3280/RSF2015-003007

Laura Fruggeri, in "RICERCA PSICOANALITICA" 1/2014, pp. 9-21, DOI:10.3280/RPR2014-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche