Occultamento dell’ombra

Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI
Autori/Curatori: Emanuela Pasquarelli
Anno di pubblicazione: 2014 Fascicolo: 39 Lingua: English
Numero pagine: 11 P. 87-97 Dimensione file: 46 KB
DOI: 10.3280/JUN2014-039007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Intento del presente lavoro è mostrare come, nell’epoca della post-modernità, si assista all’occultismo dell’Ombra, da intendersi come dissoluzione della tensione fra opposti. Tale dissoluzione ha reso difficile la pensabilità stessa dell’Ombra, e dunque la possibilità di diventarne consapevoli. Il testo ripercorre a grandi linee la storia di questa trasformazione, chiamando in causa il pensiero del nichilismo, la psicologia del narcisismo, lo sviluppo delle tecniche di comunicazione di massa, l’espansione della cosiddetta "realtà virtuale": tutti fattori che hanno alimentato lo spirito della post-modernità.

  1. Baudrillard J. (1995). Le crime parfait. Paris: editions Galilée (trad. it. Il delitto perfetto. Milano: Cortina, 1996).
  2. Eco U. (1964). Apocalittici e integrati. Milano: Bompiani.
  3. Epopea di Gilgameš. Milano: Adelphi, 1986.
  4. Goldsmith K., ed., (2004). I’ll be your mirror. The selected Andy Warhol Interviews. New York: Carrol and Graf (trad. it. Sarò il tuo specchio. Interviste ad Andy Warhol. Torino: Hopefulmonster, 2008). Hebbel F. (2008). Weltgericht mit Pausen. Aus den Tagebüchern. München: Carl Hanser (trad. it. Giudizio universale con pause. Milano: Adelphi, 2013).
  5. Hobbes T. (1651). Leviathan (trad. it. Leviatano. Firenze: La nuova Italia, 1987).
  6. Hoffmann E.T.A. (1969). Romanzi e racconti, vol. 1. Torino: Einaudi, 1969.
  7. Jung C.G. (1931). Die Entschleierung der Seele (trad. it. Il problema fondamentale della psicologia contemporanea. In: Opere, vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri, 1976).
  8. Jung C.G. (1961). Erinnerungen, Träume, Gedanken. New York: Pantheon Books (trad. it. Ricordi sogni riflessioni. Milano: Il Saggiatore, 1965).
  9. Longo G.O. (2013). Il Simbionte. Roma: Meltemi.
  10. Musil R. (1930-43). Der mann ohne Eigenschaften. Berlin: Rowohlt (trad. it. L’uomo senza qualità. Torino: Einaudi, 1965).
  11. Nietzsche F. (1965). La gaia scienza. In: Opere complete, vol. 8-1. Milano: Adelphi.
  12. Nietzsche F. (1975). Il nichilismo europeo. In: Opere complete, vol. 8-1. Milano: Adelphi.
  13. Pulcini E. (2005). Dall’homo faber all’homo creator: scenari del post-umano. In: Sanna I., a. cura di, La sfida del post-umano. Verso nuovi modelli di esistenza? Roma: Studium, pp. 15-18.
  14. Pulcini E. (2010). La cura del mondo. Torino: Bollati Boringhieri.
  15. Spadaro A.S.J. (2013). La chiesa e la rete. Che cosa significa vivere in rete. Intervista pubblicata su www.pccs.va/index.php/it./news2/contributi/item/1961-la-chiesa-e.la-rete-che cosa-significa-vivere-in-rete
  16. Wahrol A. (1975). The Philosophy of Andy Warhol /From A to B and Back Again). New York: Harcourt, Brace, Jovanovich (trad. it. La filosofia di Andy Warhol. Genova-Milano: Costa e Nolan, 2008).

Emanuela Pasquarelli, Occultamento dell’ombra in "STUDI JUNGHIANI" 39/2014, pp 87-97, DOI: 10.3280/JUN2014-039007