Clicca qui per scaricare

Le seconde generazioni a scuola: correzioni e percezioni
Titolo Rivista: RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE 
Autori/Curatori: Simone Chiaramonte, Laura Mariottini 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 53-69 Dimensione file:  110 KB
DOI:  10.3280/SA2014-004004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In questo saggio esploriamo le relazioni tra ragazzi di seconda generazione e istituzione scuola. L’indagine, condotta in un istituto professionale per il turismo di Roma, ha utilizzato dati conversazionali, elaborati e informazioni extralinguistiche, raccolti a diretto contatto con un gruppo di ragazzi di origine latinoamericana. L’analisi delle correzioni mette in evidenza il rapporto allievo-docente, e più in generale le relazioni tra cultura di partenza e sistema formativo di arrivo. Emerge inoltre il ruolo di ponte tra ingroup e outgroup svolta da alcuni ragazzi, i quali evitano di riproporre distinzioni e disparità sociali. A partire dalle questioni rilevate, si delinea un quadro complessivo, e spesso inatteso, delle identità, delle aspettative e dei bisogni delle seconde generazioni.


Keywords: Immigrazione, scuola, seconde generazioni

  1. Ambrosini M. (2010). Giovani di origine immigrate: costruzioni identitaria e processi di integrazione. In: Calvi M.V., Mapelli G., Bonomi M., a cura di, Lingua, identità e immigrazione. Milano: FrancoAngeli, pp. 23-35.
  2. Chiaramonte S., Mariottini L. (2013). La migrazione latinoamericana in Italia: la lingua delle seconde generazioni. SILTA, 3: 505-520.
  3. Corder S. (1973). Introduzione alla linguistica applicata. Bologna: il Mulino.
  4. Demaio G. (2010). I latinoamericani nelle scuole italiane. In Caritas/Migrantes, America Latina – Italia vecchi e nuovi migranti. Roma: IDOS, pp. 237-242.
  5. Demaio G. (2010). Le scuole di Roma e gli studenti di cittadinanza non italiana. In Osservatorio romano sulle migrazioni, Sesto Rapporto, Roma: IDOS, p. 130.
  6. Di Luzio A. (1991). Non ci puoi parlare. Sulla comunicazione tra i figli degli immigrati ed i loro compagni tedeschi, sullo sfondo di comportamenti ed attività di ogni giorno. SILTA, 20: 351-408.
  7. Dittmar N., Stutterheim C. (1986). Sul discorso dei lavoratori immigrati. Comunicazione interetnica e strategie comunicative. In: Giacalone Ramat A., a cura di, L’apprendimento spontaneo di una seconda lingua. Bologna: il Mulino, pp. 168-170.
  8. Foucault, M. (1981). The order of discourse. In: Young R., ed., Untying the text. Londra: Routledge/Kegan Paul, pp. 48-78.
  9. Kyeremeh S. (2008), Italiani meticci. G2- Generazioni alla seconda Trickster, 7. Testo consultabile al sito http://masterintercultura.dissgea.unipd.it/trickster/doku.php?id=seconde_generazioni:indice (30/10/2014).
  10. Labov W. (1972). Sociolinguistic Patterns, Philadelphia: University of Pennsylvania Press.
  11. Marinaro R. (2010). Le università statali di Roma e gli studenti stranieri. Osservatorio romano sulle migrazioni, Sesto Rapporto. Roma: IDOS, pp. 228-231.
  12. Pizzolotto G. (1991). Bilinguismo ed emigrazione in Svizzera: italiano e commutazione di codice in un gruppo di giovani. Berna: Peter Lang, pp. 134-135.
  13. Rumbaut R.G. (1997). Assimilation and its Discontents: Between Rethoric and Reality. International Migration Review, 31, 4: 923-960.
  14. Sartori G. (2000). Pluralismo, multiculturalismo e estranei. Milano: Rizzoli., 10.1426/1614DOI: 10.1426/1614
  15. Tajfel H., Turner J.C. (1986). The social identity theory of intergroup behaviour. In: Worchel S., Austin W., eds., Psychology of Intergroup Relations. Chicago: Nelson-Hall, pp. 7-24.
  16. Vertovec S. (2009). Transnationalism. London/New York: Routledge.
  17. Weinreich U. (1953). Languages in contact. Findings and problems. New York: Publications of the Linguistic Circle of New York 1 [trad. it. Lingue in contatto, Torino: Utet, 2008].

Simone Chiaramonte, Laura Mariottini, in "RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE" 4/2014, pp. 53-69, DOI:10.3280/SA2014-004004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche