Clicca qui per scaricare

Crescite difficili. La Gestalt incontra il trauma
Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT 
Autori/Curatori: Anna Fabbrini 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 81-94 Dimensione file:  150 KB
DOI:  10.3280/GEST2014-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il testo affronta il tema del trauma relazionale. Prende in esame la relazione di cura basata sul potere e i suoi effetti distruttivi sulla crescita cognitiva ed emotiva della persona, privata del riconoscimento identitario. Gli strumenti della psicoterapia della Gestalt, la ricostruzione autobiografica e l’elaborazione della memoria corporea, si sono rivelati efficaci per generare nuove matrici di dipendenza fiduciosa in grado di riparare il danno.


Keywords: Crescita traumatica, conflitto d’identità, relazione di potere, processo dissociativo, memoria del corpo

  1. Bollas C. (1989). L’ombra dell’oggetto. Psicoanalisi del conosciuto non pensato. Roma: Borla.
  2. Fabbrini A. (1980). Il corpo dentro. Milano: Emme Edizioni.
  3. Fabbrini A. (1982). Pour guerir les epileptiques il faut ecouter les messages de leur corps. Psychologie, 146.
  4. Fabbrini A. (1985). Le sensazioni del corpo in terapia. Aliapapers, 8/9.
  5. Fabbrini A. (1989). Il dolore in psicoterapia. Aliapapers, 16/17.
  6. Fabbrini A. (1991a). Le incognite del cambiamento di sé. Aliapapers, 18/19.
  7. Fabbrini A. (1991b). L’età dell’oro. Adolescenti tra sogno ed esperienza. Milano: Feltrinelli.
  8. Fabbrini A. (1991c). Dar corpo alla parola. La conoscenza di sé attraverso l’esperienza. In: AA.VV., a cura di, Sguardi di donne. Venezia: Ippocampo.
  9. Fabbrini A. (1995). Hysterikos: proprio dell’utero. In: AA.VV., a cura di, Curare nella differenza. Psicoterapie del disagio femminile. Milano: FrancoAngeli.
  10. Fabbrini A. (1996a). Dire e sentire. I linguaggi della terapia. In: AA.VV., a cura di, Il corpo e la forma. Milano: FrancoAngeli.
  11. Fabbrini A. (1996b). Le radici corporee dell’esperienza emotiva. Per una lettura gestaltica degli stati limite. In AA.VV., a cura di, Emozioni e conoscenza nei disturbi della personalità. Milano: FrancoAngeli.
  12. Fabbrini A. (2009). Cambiamento e psicoterapia. Prospettive sociali e sanitarie, IRS, 17.
  13. Fornari F. (1966). La vita affettiva originaria del bambino. Milano: Feltrinelli.
  14. Fornari F. (1975). Genialità e cultura. Milano: Feltrinelli.
  15. Foucault M. (1977). Microfisica del potere. Interventi politici. Torino: Einaudi.
  16. Hillman J. (2009). Gli stili del potere. Milano: BUR-Rizzoli.
  17. Laing R.D. (1969). L’io diviso. Studio di psichiatria esistenziale. Torino: Einaudi.
  18. Perls F., Baumgardner P. (1983). L’eredità di Perls. Doni dal lago Cowichan. Roma: Astrolabio.
  19. Portele G. (1995). Psicologia della Gestalt, terapia della Gestalt e la teoria dell’autopoiesi. In: AA.VV., a cura di, L’auto-organizzazione in psicoterapia. Milano: Guerini.
  20. Van der Hart O., Nijenhuis E.R.S., Steele K. (2011). I fantasmi nel sé. Trauma e trattamento della dissociazione strutturale. Milano: Raffaello Cortina.
  21. Winnicott D.W. (1996). Dal luogo delle origini. Milano: Raffaello Cortina.



  1. Anna Fabbrini, Luoghi comuni. Percezione, campi esperienziali e identità in QUADERNI DI GESTALT 1/2018 pp. 19, DOI: 10.3280/GEST2018-001003

Anna Fabbrini, in "QUADERNI DI GESTALT" 2/2014, pp. 81-94, DOI:10.3280/GEST2014-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche