Clicca qui per scaricare

Genogramma, cronologia degli eventi, mappa delle relazioni nella formazione e nella clinica: una rivisitazione
Titolo Rivista: TERAPIA FAMILIARE 
Autori/Curatori: Roberta Marchiori, Maurizio Viaro 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: 107 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 59-78 Dimensione file:  180 KB
DOI:  10.3280/TF2015-107004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La comunicazione analogica tramite immagini e le prassi associate alla loro costruzione sono parte della tradizione dei terapeuti sistemici. Genogramma trigenerazionale, mappa delle relazioni attuali e cronologia sono legati al concetto di ciclo di vita e ai nomi di Bowen, McGoldrick, Sluzki e Minuchin e vengono proposte quali elementi fondanti di una visione e di una pratica sistemiche, al di là delle differenze tra scuole. Nel presente articolo gli autori propongono una rivisitazione di questi strumenti, alla luce dei cambiamenti che hanno coinvolto la terapia sistemica e la struttura della famiglia nell’ultimo mezzo secolo. La loro integrazione nella cartella clinica, in continuità con l’importanza attribuitavi da Selvini Palazzoli e dal suo gruppo viene proposta come strumento utile nella pratica professionale.


Keywords: Comunicazione per immagini, famiglie "plurinucleari", genogramma, cronologia, ecomappa, cartella relazionale

  1. Andolfi M., Cigoli V. (2003). La famiglia d’origine. L’incontro in psicoterapia e nella formazione. Milano: FrancoAngeli.
  2. Aurilio R. (1999). Il genogramma nella pratica didattica. In: De Crescenzo D., Galdo G. (a cura di), Gli apprendisti stregoni, vol. II, Napoli: Cuen.
  3. Bowen M. (1966). The Use of Family Theory in Clinical Practice. Comprehensive Psychiatry, 7: 345-374.
  4. , 10.1016/S0010-440X(66)80065-DOI: 10.1016/S0010-440X(66)80065-
  5. Bowen M. (1971). Family Therapy and Family Group Therapy. In: Kaplan H., Sadok B., Comprehensive Group Psychotherapy. Baltimore: Williams and Wilkins, pp. 384-421.
  6. Bowen M. (1971a). Principles and Techniques of Multiple Family Therapy. In: Bradt J.O., Moynihan C.J. (1978). Systems Theory. [No publisher stated] Washington DC.
  7. Bowen M. (1972). On the Differentiation of Self. [First published anonymously]. In: Framo J. (ed.), Family Interaction: A Dialogue Between Family Researchers and Family Therapists. New York: Springer, pp. 111-173.
  8. Carter B., McGoldrik M. (a cura di) (1980). The Family Life Cycle: A Framework for Family Therapy. New York: Gardner Press.
  9. Cirillo S., Selvini M., Sorrentino A. (2011). Il genogramma. Percorso di autoconoscenza, integrato nella formazione di base dello psicoterapeuta. Terapia Familiare, 97: 5-28.
  10. , 10.3280/TF2011-097001CormanL.(1978).Ildisegnodellafamiglia.Testperbambini.Torino:BollatiBoringhieriDOI: 10.3280/TF2011-097001CormanL.(1978).Ildisegnodellafamiglia.Testperbambini.Torino:BollatiBoringhieri
  11. de Bernart R. (1996). Un invito a verificarsi. In: De Crescenzo D., Galdo G. (a cura di), Gli Apprendisti stregoni, vol. I, Napoli: Cuen.
  12. de Bernart R., Ferrara M., Pecchioli S. (1992). L’importanza di Essere Fratelli. Terapia Familiare, 38: 21-30.
  13. De Crescenzo D., Galdo G. (a cura di) (1996). Gli Apprendisti stregoni, vol. I, Napoli: Cuen.
  14. De Rienzo E., Saccoccio C., Tonizzo F. (2004). Una famiglia in più. Esperienze di affidamento. Torino: UTET.
  15. Di Blasio P., Fischer J., Prata M. (1986). La cartella telefonica: pietra angolare della prima intervista con la famiglia. Terapia Familiare, 22: 1-17.
  16. Donati P. (a cura di) (2012). La famiglia in Italia. Sfide sociali e innovazioni nei servizi. Vol. I: Aspetti demografici, sociali e legislativi. Roma: Carocci.
  17. Framo J. (1976). Family of origin as a therapeutic resource for adults in marital therapy: you can and should go home again. Family Process, 15: 193-210 (trad. it.: La famiglia d’origine come risorsa terapeutica. Terapia Familiare, 4: 99-122, 1978)., 10.3280/TF2012-10000DOI: 10.3280/TF2012-10000
  18. Friedman H., Rohrbaugh M., Krakauer S. (1988). The Time-Line Genogram: Highlighting Temporal Aspects of Family Relationship. Family Process, 27: 293-305.
  19. , 10.1111/j.1545-5300.1988.00293.DOI: 10.1111/j.1545-5300.1988.00293.
  20. Fruggeri L. (1997). Famiglie. Dinamiche interpersonali e processi sociali. Roma: La Nuova Italia Scientifica.
  21. Fruggeri L. (2005). Diverse Normalità. Roma: Carocci.
  22. Ghezzi D., Lerma M., Martino C. (1984). Le prime fasi della terapia familiare: un’èquipe rivede le proprie strategie. Terapia Familiare, 15: 5-22.
  23. Goodwin C. (1994). Professional Vision. American Anthropologist, 96 (3): 606-633., 10.1525/aa.1994.96.3.02a0010DOI: 10.1525/aa.1994.96.3.02a0010
  24. Greco O. (1999). La Doppia Luna. Test dei confini e delle appartenenze familiari. Milano: Vita e Pensiero.
  25. Guerin P., Pendagast E. (1976). Evaluation of Family System and Genogram. In: Guerin P., Family Therapy: Theory and Practice. New York: Gardner, pp. 450-64.
  26. Gustavsson N.S., MacEachron A. (2013). The Virtual Ecomap: A Diagrammatic Tool for Assessing the Digital World of Clients. Families in Society: The Journal of Contemporary Social Services, 94 (4), 243-250., 10.1606/1044-3894.431DOI: 10.1606/1044-3894.431
  27. Hartman A. (1995). Diagrammatic assessment of family relationships (Revisiting Our Heritage series). Families in Society: The Journal of Contemporary Human Services, 76, 111-122.
  28. , 10.1606/1044-3894.1164(Originalworkpublished1978DOI: 10.1606/1044-3894.1164(Originalworkpublished1978
  29. Hof L., Berman E. (1986). The sexual genogram. Journal of Marital and Family Therapy, 12, 1: 39-47, January (trad. it.: Il genogramma sessuale. Terapia Familiare, 22: 45-56, 1986).
  30. , 10.1111/j.1752-0606.1986.tb00637.DOI: 10.1111/j.1752-0606.1986.tb00637.
  31. Kahn M.D., Lewis K.G. (a cura di) (1992). Fratelli in terapia. Milano: Raffaello Cortina.
  32. Kosslyn S.M. (1986). Image and Mind. Cambridge: Harvard University Press (trad. it.: Le immagini nella mente. Creare ed utilizzare le immagini nel cervello. Firenze: Giunti, 1989).
  33. Manfrida G., Capitani E., Tortorelli D. (2011). Scrivere per non dimenticare: la scheda clinica riassuntiva (SCR) per la formazione e la ricerca in terapia relazionale.
  34. In: Chianura P., Chianura L., Fuxa E., Mazzoni S. (a cura di), Manuale clinico di terapia familiare. Volume III: Metodi e strumenti dei processi relazionali. Milano: FrancoAngeli.
  35. Marchiori R. (2012). Il genogramma con la doppia linea: premesse, utilizzo e riflessioni in divenire. In: Mosconi A., Pezzolo M., Racerro G. (a cura di), Identità Sistemiche. Atti del Convegno Nazionale del Centro Milanese di Terapia della Famiglia. Montegrotto Terme (Padova), 26-28 ottobre.
  36. Marchiori R. (2013). Dalla doppia linea al genogramma tridimensionale. Creatività e coraggio con le organizzazioni familiari complesse. Intervento al Congresso Internazionale SIPPR. Le risorse della psicoterapia relazionale: teorie, tecniche, condivisione, responsabilità, coraggio. Prato, 7-9 marzo.
  37. McCubbin H., Figley C.R. (eds.) (1983). Stress and the family: coping with normative transitions. New York: Brunner/Mazel.
  38. McGoldrick M., Gerson F.G. (1985). Genograms in Family Assessment. New York-London: Norton and Company.
  39. Minuchin S. (1974). Families and Family Therapy. Cambridge: Harvard University Press (trad. it.: Famiglie e Terapia della Famiglia. Roma: Astrolabio, 1981).
  40. Montagano S., Pazzagli A. (1989). Il genogramma. Teatro di alchimie familiari. Milano: FrancoAngeli.
  41. Mosconi A., Tirelli M. (1997) Dalla “scheda telefonica” alla “cartella dati”: uno strumento per il primo approccio e la catamnesi in terapia familiare.
  42. L’esperienza nel servizio di Terapia Familiare dell’ULSS 16 di Padova. Ecologia della mente, 20, 1: 77-101.
  43. Parkinson L. (2004). Un approccio sistemico-familiare alla mediazione con famiglie in transizione. Mediazione Familiare Sistemica, 2: 9-16.
  44. Scabini E. (1995). Psicologia sociale della famiglia. Torino: Bollati Boringhieri.
  45. Selvini Palazzoli M., Boscolo L., Cecchin G., Prata G. (1975). Paradosso e controparadosso. Milano: Feltrinelli.
  46. Shepard R.N., Melzer J. (1971). Mental rotation of three-dimensional object. Science, 171, 701-3.
  47. , 10.1126/science.171.3972.70DOI: 10.1126/science.171.3972.70
  48. Sluzki E.C. (1998). La red social: frontera de la práctica sistémica. Barcelona: Gedisa Editorial Sorrentino A. (2008). Il genogramma come strumento grafico per ipotizzare il funzionamento mentale del paziente. Terapia Familiare, 88: 59-92., 10.1400/11378DOI: 10.1400/11378
  49. Tufte E.D. (1998). Visual Explanations. Images and quantities, evidence and narrative. Cheshire, Connecticut: Graphic Press, LLC.
  50. Vadilonga F. (2011). Lo scenario familiare: una tecnica di lavoro con i bambini in terapia familiare attraverso lo sceno-test. Presentazione al Congresso Nazionale SIPPR, Trieste, 14-15 ottobre.
  51. Vallario L. (2010). Il cronogramma. Uno strumento per la psicoterapia. Milano: FrancoAngeli.
  52. Vallario L. (2011) Il cronogramma: quando il tempo è uno strumento epistemologico. Ecologia della mente, 34 (1): 70-79., 10.1712/965.1053DOI: 10.1712/965.1053
  53. Viaro M. (1995) Perché proporre una cartella relazionale? Atti del Convegno Nazionale SIPPR, ottobre 1995.
  54. Viaro M. (2006) Formazione sistemica e visione professionale. Terapia Familiare, 82: 15-45.
  55. Wittgenstein L. (1953). Ricerche filosofiche. Torino: Einaudi.

Roberta Marchiori, Maurizio Viaro, in "TERAPIA FAMILIARE" 107/2015, pp. 59-78, DOI:10.3280/TF2015-107004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche