Clicca qui per scaricare

Definire la dotazione ottimale di personale medico: l’esperienza dell’Ospedale di San Marino
Titolo Rivista: MECOSAN 
Autori/Curatori: Francesca Masi 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: 93 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 33-48 Dimensione file:  1092 KB
DOI:  10.3280/MESA2015-023003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La crisi economico-finanziaria e la pressione crescente dei costi in sanita hanno portato all’esigenza di una gestione sempre piu orientata alla trasparenza e all’economicita anche nel sistema sanitario della piu piccola Repubblica del mondo. Questo lavoro si propone di definire un metodo di calcolo della dotazione medica ottimale necessaria a garantire l’erogazione dei servizi il piu possibile oggettivo, basato sul criterio del tempo impiegato per le varie attivita e rapportato ai volumi di prestazioni prodotte, ricavati dai dati del controllo di gestione. Pur coi limiti intrinseci propri dell’attivita sanitaria, difficile da standardizzare, lo strumento costruito, certo ulteriormente affinabile, dimostra che e possibile realizzare una misurazione obiettiva e offre lo spunto per estenderla a una valutazione qualitativa, correlando indicatori di performance e dotazione.


Keywords: Debito orario, dotazione organica, carichi di lavoro medico, prestazioni ambulatoriali, dipartimento ospedaliero, pianificazione risorse umane

  1. Ben Gal I., Wangenheim M., Shtub A. (2010). A new standardization model for physician staffing at hospitals. International Journal of Productivity and Performance Management, 59 (8): 769-791., DOI: 10.1108/17410401011089463
  2. Conlon M., Taharani Z. (2008). The implementation of a physician workload system in an academic health care setting. The Physician Activity Information System (PhAIS). BCMJ, 50 (10): 565-570 disponibile al sito http://www.bcmj.org/article/implementation-physician-workloadsystem-academic-health-care-setting-physicianactivity-inf.
  3. De Pietro C., Tereanu C. (2005). Carichi di lavoro e fabbisogno di personale nelle aziende del SSN. Criticita e prospettive. Mecosan, 55: 65-85.
  4. Ethan A., Chassin M.R. et al. (2002). Is volume related to outcome in Health Care? A systematic review and methodologic critique of the literature. Annals of Internal Medicine, 137(6): 511-520., DOI: 10.7326/0003-4819-137-6-200209170-00012
  5. Finarelli J.H. (2009). How many physicians make a Health System? The Hospital Executive’s Guide to Physician Staffing, Danvers (MA): HCPRO Inc.
  6. Gilchrist V., Zaharna M. et al. (2005). Physician Activities During Time Out of the Examination Room. Annals of family medicine, 3(6): 494., DOI: 10.1370/afm.391
  7. Horner D.R., Raphaelson M. et al. (2011). Clinical Work Intensity Among Physician Specialties. How Might We Assess It?. Medical Care, 49(1): 108-113., DOI: 10.1097/MLR.0b013e3181f3801f
  8. Lega F. (2008). Management dell’azienda brainintensive. Schemi interpretativi e profili evolutivi delle burocrazie professionali. Milano: Egea.
  9. Longo F., Del Vecchio M., Lega F. (2010). La sanità futura Come cambieranno gli utenti, le istituzioni, i servizi e le tecnologie. Milano: Universita Bocconi Editore.
  10. Masturzo E. (2013). Riprogettare l’architettura organizzativa. un modello per la previsione dei fabbisogni ospedalieri di personale medico. L’Ospedale, 1: 3-4.
  11. Moroni P., Luzzi L., Bruno P., Saporetti G., Speroni A., Sebastiano A., Porzazzi E., Bonfanti M. (2010). Pianificazione del personale medico, carichi di lavoro e dimensionamento degli organici. Il caso dei reparti di chirurgia in un’azienda ospedaliera multi presidio. Sanità Pubblica e Privata, 5: 36-49.
  12. Yousefi V. (2009). Workload models. Hospital Consulting Solutions White paper series, disponibile al sito http://hospitalistconsulting.com/docs/workloadmodels.pdf.

Francesca Masi, in "MECOSAN" 93/2015, pp. 33-48, DOI:10.3280/MESA2015-023003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche