Clicca qui per scaricare

Arte contabile e arte pittorica nel Rinascimento italiano
Titolo Rivista: CONTABILITÀ E CULTURA AZIENDALE 
Autori/Curatori: Giuseppe Catturi 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  30 P. 7-36 Dimensione file:  134 KB
DOI:  10.3280/CCA2015-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Con il presente lavoro, l’autore intende narrare la stretta interdipendenza fra la cultura artistica e quella aziendale. Più nello specifico, lo scopo consiste nella comparazione e nella raffigurazione del legame tra l’arte pittorica e l’arte contabile. Tramite l’utilizzo della metodologia della ricerca storica, l’autore intende dimostrare come dal Rinascimento italiano, le conoscenze geometriche fondino un efficace sostegno per l’arte pittorica e per quella contabile. Il loro sincronismo perfetto nelle definizioni, si mostra tuttavia imperfetto fra i tempi di evoluzione, in quanto diverse sono le loro velocità di cambiamento. Le conclusioni rivelano come la ricerca del movimento artistico non è solo nella pittura, la cosiddetta "arte bella", ma anche nella contabilità. La figura del contabile può essere paragonata a quella del pittore, in quanto anche il primo utilizza i propri "colori (valutativi)" e, tramite essi esprime le proprie sensibilità nell’apprezzare i dati contabili nella loro interpretazione patrimoniale e gestionale.


Keywords: Arte, arte pittorica, arte contabile, cultura abachista, Medioevo, Rinascimento.

Giuseppe Catturi, in "CONTABILITÀ E CULTURA AZIENDALE" 1/2015, pp. 7-36, DOI:10.3280/CCA2015-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche