Clicca qui per scaricare

La repressione italiana nel Montenegro occupato 1941-1943
Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA 
Autori/Curatori: Federico Goddi 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: 279  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  23 P. 427-449 Dimensione file:  64 KB
DOI:  10.3280/IC2015-279002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il presente studio analizza l’occupazione militare italiana in un territorio particolare del Nuovo ordine mediterraneo fascista. Dal confronto con la documentazione emerge che l’azione repressiva degli occupanti fu condizionata da un complesso conflitto di competenza tra differenti forze militari con aspirazioni egemoniche, il cui scontro incise sulle misure italiane di antiguerriglia. Al fine di qualificare la violenza esercitata dalle truppe italiane durante l’occupazione del Montenegro e stato necessario esaminare la qualificazione professionale degli ufficiali che comandavano le unita e ricostruire il meccanismo d’azione dell’intero apparato repressivo italiano. La novita storiografica del lavoro e rappresentata dalla tesi che la repressione in Montenegro funse da modello per le successive operazioni antipartigiane svolte nell’intero scacchiere balcanico


Keywords: Montenegro, occupazione militare, azione repressiva, misure d’antiguerriglia, qualificazione professionale degli ufficiali



  1. Giulio Mario Salzano, Deportati a Dachau. Un caso studio di (in)giustizia ordinaria nell'Abruzzo del secondo dopoguerra in ITALIA CONTEMPORANEA 294/2020 pp. 72, DOI: 10.3280/IC2020-294003

Federico Goddi, in "ITALIA CONTEMPORANEA" 279/2015, pp. 427-449, DOI:10.3280/IC2015-279002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche