Clicca qui per scaricare

Figure di insegnanti nel dizionario biografico dell’educazione
Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA  
Autori/Curatori: Ester De Fort 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: 149 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 577-584 Dimensione file:  510 KB
DOI:  10.3280/SS2015-149008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Addentrandosi tra le voci del DBE, l’articolo ripercorre gli itinerari di personaggi in vario modo rappresentativi del composito mondo insegnante e delle trasformazioni di cui è protagonista in quasi due secoli di storia. Se gli uomini del primo ottocento, in genere ecclesiastici, vengono ricordati più per la partecipazione ai dibattiti culturali del tempo o all’epopea risorgimentale che per la loro attività didattica, data la relativa marginalità della scuola in questa fase, si assiste in seguito all’affiorare di una coscienza professionale e di categoria che investe anche le donne, affluite sempre più numerose nell’insegnamento, e ad un crescente intervento nella vita delle comunità, con la promozione di attività culturali, assistenziali e persino economiche. L’esperienza dell’associazionismo è stroncata dal Fascismo, al quale molti si piegano, pur se matura nel frattempo un’identità culturale e professionale all’insegna del cattolicesimo che, depurata dalle contaminazioni con il regime, sarà fatta propria, nel dopoguerra, dalla maggioranza degli insegnanti.


Keywords: Insegnanti, maestre, educazione patriottica, associazionismo magistrale, autrici per l’infanzia, storia dell’educazione

  1. Barausse A. (a cura di) (2008), Il libro per la scuola dall’Unità al fascismo. La normativa sui libri di testo dalla legge Casati alla riforma Gentile (1861-1922), Macerata, Alfabetica.
  2. Bersezio V. (1931), I miei tempi, Torino, Formica Editore.
  3. Caspard P. (1998), L’Éducation, son histoire et l’État. L’exemple français, in «Annali di storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche» 5, pp. 101-123.
  4. Chiosso G. (a cura di) (1992), La stampa pedagogica e scolastica in Italia (1820-1943), a cura di G. Chiosso, Brescia, La Scuola.
  5. Chiosso G. (a cura di) (2003), TESEO. Tipografi e editori scolastico-educativi dell’Ottocento, Milano, Editrice Bibliografica.
  6. Chiosso G. (a cura di) (2003), TESEO ’900. Editori scolastico-educativi del primo Novecento, Milano, Editrice Bibliografica.
  7. Dei M. (1994), Colletto bianco, grembiule nero: gli insegnanti elementari italiani tra l’inizio del secolo e il secondo dopoguerra, Bologna, il Mulino.
  8. Picard E. (2007), Etudiants et enseignants : du dossier individuel a la prosopographie, «Revue administrative», hal-00267323 https://hal.archives-ouvertes.fr/hal-00267323.
  9. Reynolds S. (2009), Les dictionnaires biographiques et les femmes. Du côté des Anglo-Saxon(ne)s, in «Clio», 28, pp. 261-274.
  10. Service d’histoire de l’éducation (2009), Rapport scientifique 2005-2008, INRP, Lyon

Ester De Fort, in "SOCIETÀ E STORIA " 149/2015, pp. 577-584, DOI:10.3280/SS2015-149008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche