Click here to download

Il Veneto dopo la Terza Italia: spazi metropolitani e postmetropolitani
Journal Title: TERRITORIO 
Author/s: Luciano Vettoretto, Laura Fregolent 
Year:  2016 Issue: 76 Language: Italian 
Pages:  6 Pg. 46-51 FullText PDF:  231 KB
DOI:  10.3280/TR2016-076006
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


Il Veneto si configura come uno spazio senza limiti e con modelli d’ordine estremamente diversificati, con una progressiva perdita di significato di termini quali città, campagna, suburbio. Il modello di sviluppo che ha acquisito rilevanza a partire dagli anni ’70 - in concomitanza con lo sviluppo della piccola impresa - appare non più in azione e immerso in uno spazio di relazioni, che sembrano definire ambiti in parte autonomi, e compresenza di forme, modelli, pratiche di organizzazione economica-sociale anche tra loro antitetici. Questo contesto, sempre più eterogeneo, diversificato e molto dinamico, spazio di una fitta mobilità reticolare appoggiata sull’eredità storica, dove convive, come in un’eterotopia modernità e tradizione, è uno tra gli spazi della forma-metropoli (non assimilabile alla post-metropoli americana) così come emerge dal dissolvimento della Terza Italia
Keywords: Urbanoide; innovazione; disuguaglianze sociali

  1. Bagnasco A., 1977, Tre Italie. La problematica territoriale dello sviluppo italiano. Bologna: il Mulino.
  2. Bagnasco A., 1988, La costruzione sociale del mercato. Bologna: il Mulino.
  3. Becattini G., 2000, Dal distretto industriale allo sviluppo locale. Torino: Bollati Boringhieri.
  4. Casarin M., 2002, Venezia-Mestre, Mestre-Venezia. Portogruaro: Ediciclo.
  5. Fishburn R., 1987, Bourgeois Utopias. The Rise and Fall of Suburbia. New York: Basic Books.
  6. Franzina E., 1990, La transizione dolce. Verona: Cierre.
  7. Fregolent L., Savino M., 2014, «Políticas infrastructurales y consumo de suelo en Véneto: una unión desafortunada». Urban, NS08, marzoagosto, 47-51.
  8. Garreau J., 1991, Edge City. Life on the New Frontier. New York: Doubleday.
  9. Grandinetti G., 2013, Dove stanno andando i distretti industriali?. Venezia: ires Veneto, Paper 73.
  10. Indovina F., Matassoni F., Savino M., Torres M., Vettoretto L., 1990, La città diffusa. Venezia: Iuav-Daest.
  11. ispra, 2015, Il consumo di suolo in Italia. Varese: Rapporto 218.
  12. Jacobs J., 1969, The Economy of Cities. New York: Random House.
  13. Hohenberg P.M., Lees L.H., 1987, La città europea dal Medioevo ad oggi. Bari: Laterza.
  14. Markusen A., 1996, «Sticky Places in Slippery Space: A Typology of Industrial Districts». Economic Geography, 72, 3: 293-313., 10.2307/144402DOI: 10.2307/144402
  15. Marshall A., 1890, Principles of Economics. London: MacMillan.
  16. Regione Veneto, 2013, Rapporto statistico. Venezia: Zaccaria.
  17. Regione Veneto, 2014, Rapporto statistico. Venezia: Zaccaria.
  18. Sassen S., 2001, «Global Cities and Global City-Regions: A Comparison».
  19. In: Scott A.J. (ed.), Global City-Regions. Oxford: Oxford U.P., 78-95.
  20. Scott A.J., 2012, A World in Emergence. Cheltenham: Elgar.
  21. Secchi B., 1996, «Veneto e Friuli Venezia Giulia». In: Clementi A., Dematteis
  22. G., Palermo P.C. (a cura di), Le forme del territorio italiano II. Ambienti insediativi e contesti locali. Roma: Laterza.
  23. Simmie J., Martin R., 2010, «The Economic Resilience of Regions: Toward an Evolutionary Approach». Cambridge Journal of Regions, Economy and Society, 3, 1: 27-43., 10.1093/cjres/rsp029DOI: 10.1093/cjres/rsp029
  24. Soja E.W., 2005, «On the Concept of Global City Region». Artefact, 4: 1-10. artefact.mi2.hr/_a04/lang_en/theory_soja_en.htm (ultimo accesso 10/10/2015).
  25. Soja E.W., 2000, Postmetropolis. London: Basic Blackwell.
  26. Van der Panne G., 2004, «Agglomeration Externalities: Marshall vs Jacobs ». Journal of Evolutionary Economy, 14: 593-604., 10.1007/s00191-004-0232-xDOI: 10.1007/s00191-004-0232-x

Luciano Vettoretto, Laura Fregolent, in "TERRITORIO" 76/2016, pp. 46-51, DOI:10.3280/TR2016-076006

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content