Click here to download

I labirinti di Saul Steinberg
Journal Title: TERRITORIO 
Author/s: Luigi Spinelli 
Year:  2016 Issue: 76 Language: Italian 
Pages:  8 Pg. 110-117 FullText PDF:  482 KB
DOI:  10.3280/TR2016-076016
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


In poche lettere dello Studio bbpr a Saul Steinberg, tra luglio e agosto 1954, viene definita l’idea del Labirinto dei Ragazzi per la X Triennale di Milano. Il filo del racconto di Steinberg si dipana lungo le spirali del labirinto senza staccare la matita dal foglio e adotta i riferimenti visivi che incontra oltre il muro; i disegni sono organizzati sopra e sotto una lunga linea, orizzonte tra acqua e cielo, ma anche spiazzante piano di ribaltamento ortogonale. I labirinti relazionali delle amicizie e delle collaborazioni di Saul Steinberg sono tanto interessanti e trasversali quanto i labirinti architettonici, così come l’interazione tra le discipline artistiche non è nuova nell’esperienza dello Studio bbpr. Le riflessioni del disegnatore su questo tema vengono riprese sei anni dopo, quando Rogers lo invita nuovamente a collaborare: le pareti dell’androne e del portico della palazzina Mayer sono ricoperte da Steinberg con una grande rappresentazione urbana ricca di implicazioni simboliche
Keywords:  Studio bbpr; Labirinto dei Ragazzi; palazzina Mayer

  1. Barthes R., Steinberg S., 1983, All except you. Paris: Maeght, Éditions d’Art Repères.
  2. bbpr, 1954, «Il labirinto dei ragazzi». Casabella-Continuità, 203, novembre-dicembre: 50-54.
  3. Belpoliti M., Recuperati G., 2005, a cura di, Saul Steinberg, Riga 24. Milano: Marcos y Marcos.
  4. Bonfanti E., Porta M., 1973, Città, museo e architettura. Il Gruppo bbpr nella cultura architettonica italiana 1932 1970. Firenze: Vallecchi Editore, A67-A68; A98-A99.
  5. Buzzi A., 1946, «L’architetto Steinberg». Domus, 214, ottobre: 19-22.
  6. De Seta C., 1979, a cura di, Belgiojoso. Intervista sul mestiere di architetto. Roma-Bari: Laterza.
  7. Dorfles G., 1954, «La sintesi delle ‘arti maggiori’». Casabella-Continuità, 203, novembre-dicembre: 44-49.
  8. Ponti G. (g.p.), 1954, «Italia a New York». Domus, 298, settembre: 3-10.
  9. Huber M., 1982, Progetti grafici: 1936-1981. Milano: Electa.
  10. Pericoli T., 2000, «Quel dipinto lo rivorremmo indietro». La Repubblica, 16 febbraio.
  11. Rogers E.N., 1958, Esperienza dell’architettura. Torino: Giulio Einaudi Editore.
  12. S.a., 1951, «La forma dell’Utile». Domus, 261, settembre: 17-20.
  13. S.a., 1954, «Il Labirinto alla Triennale». Domus, 300, novembre: 2-5.
  14. Spinelli L., 2010, «bbpr, Huber, Steinberg, Nivola o ‘la sintesi delle arti’». Domus, 935, aprile: 97-106.
  15. Steinberg S., 1946, «New York, 9 marzo 1946». In: Steinberg, 2002: 22.
  16. Steinberg S., 1947, «East Jamaica, 25 settembre». In: Steinberg, 2002: 28.
  17. Steinberg S., 1953, «Built in usa: Postwar Architecture, 1945-1952». Art News, 52, February: 16-19.
  18. Steinberg S., 1955, «New York, 27 dicembre 1955». In: Steinberg, 2002: 43-44.
  19. Steinberg S., 1956, «New York, novembre 1956». In: Steinberg, 2002: 44.
  20. Steinberg S., 1960, The Labyrinth. New York: Harper & Brothers.
  21. Steinberg S., 1976, «New York, 16 novembre 1976». In: Steinberg, 2002: 94-95.
  22. Steinberg S. con Buzzi A., 2001, Riflessi e ombre. Milano: Adelphi.
  23. Steinberg S., 2002, Lettere a Aldo Buzzi 1945-1999, a cura del destinatario. Milano: Adelphi.
  24. Steinberg S., 2005, «Il graffito per la palazzina Mayer». In: Belpoliti, Recuperati, op.cit.
  25. Steinberg S., 2014, «The Line»; «Types of Architecture»; «Shores of the Mediterranean»; «Cities of Italy». In: Drawings for the Children’s Labyrinth, 10th Triennale of Milan, 1954. New York: The Saul Steinberg Foundation, Archizoom and Nieves.
  26. Valente I., 2015, «Saul Steinberg a Milano». Domus, 992, giugno: 25-29.

Luigi Spinelli, in "TERRITORIO" 76/2016, pp. 110-117, DOI:10.3280/TR2016-076016

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content