Un progetto di rigenerazione per la legacy materiale di Expo 2015

Titolo Rivista: TERRITORIO
Autori/Curatori: Paolo Galuzzi
Anno di pubblicazione: 2016 Fascicolo: 77 Lingua: Italiano
Numero pagine: 7 P. 80-86 Dimensione file: 268 KB
DOI: 10.3280/TR2016-077013
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’intento del presente contributo muove dal rinunciare a inseguire le diverse proposte che negli ultimi mesi si sono delineate per l’utilizzo futuro del sito Expo, ricercando all’interno di una vicenda niente affatto lineare alcune condizioni durevoli e fattuali, con le quali ogni ipotesi di intervento dovrà confrontarsi. Le potenzialità offerte dalla legacy materiale di Expo, qui interpretate come legacy implicita, possono rappresentare un’occasione per sperimentare uno dei più avvincenti progetti di rigenerazione urbana del nostro Paese. La profonda conoscenza delle caratteristiche attuali del sito e delle reali condizioni di riuso diventa la condizione imprescindibile per istruire e accompagnare gli interventi possibili nel medio-lungo periodo e per lavorare subito alla costruzione di un futuro prossimo misurabile dai tre a dieci anni

  1. Aa.Vv., 2005, Milano nodo della rete globale. Un itinerario di analisi e proposte. Milano: Bruno Mondadori.
  2. Ave G., 2004, Città e strategie. Urbanistica e rigenerazione economica delle città. Rimini: Maggioli.
  3. Bonomi A., Masiero R., 2014, Dalla smart city alla smart land. Venezia: Marsilio.
  4. Magatti M., Senn L., Sapelli G., Ranci C., Manghi B., Dente B., Colombo A., Ciborra C., Ceruti M., Balducci A., Artoni R., 2005, Milano nodo della rete globale. Un itinerario di analisi e proposte. Milano: Bruno Mondadori.
  5. Galuzzi P., 2014, «2030 - Expost. Tracciare futuri possibili». In: Zucchi C., Bassoli N. (a cura di), Innesti/Grafting. Venezia: Marsilio-La Biennale, 133-143.
  6. Galuzzi P., Pareglio S., Vitillo P., 2014, «La rigenerazione urbana come motore di sviluppo economico e sociale». In: Aa.Vv., Efficienza energetica: governance, strumenti e mercato. Milano: Ediplan Editrice.
  7. Galuzzi P., 2015, «La legacy materiale di Expo 2015: per un progetto virtuoso di riuso e rigenerazione». EyesReg, 5, 2: 54-56.
  8. Musco F., 2009, Rigenerazione urbana e sostenibilità. Milano: Franco-Angeli.
  9. Oliva F., 2015, «Dopo l’Expo». Urbanistica Informazioni, 261-262: 4.
  10. Pallotta L., 2015, «Expo una storia italiana: il giorno dopo». Urbanistica Informazioni, 259-260: 7-8.
  11. Pareglio S., Vitillo P., 2014, «Milano: metabolismo urbano nella città ordinaria». Urbanistica, 152: 65-73.

  • Mega-Events and Legacies in Post-Metropolitan Spaces Corinna Morandi, pp.15 (ISBN:978-3-319-67767-5)

Paolo Galuzzi, Un progetto di rigenerazione per la legacy materiale di Expo 2015 in "TERRITORIO" 77/2016, pp 80-86, DOI: 10.3280/TR2016-077013