Clicca qui per scaricare

Città contemporanea e spazi del cibo. Il Basso Isonzo a Padova: campagne urbaine o urban farming?
Titolo Rivista: TERRITORIO 
Autori/Curatori: Viviana Ferrario 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: 79 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  5 P. 74-78 Dimensione file:  278 KB
DOI:  10.3280/TR2016-079013
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Complici le condizioni poste dalla crisi della seconda metà degli anni Duemila, la società occidentale manifesta un nuovo generale interesse verso l’agricoltura come produttrice di cibo. Non solo orti urbani, mercati di prossimità e ristoranti a km zero, ma tutta la filiera dall’agricoltura al piatto si propone come motore di riattivazione di risorse latenti nella città contemporanea. Questo nuovo quadro sembra aver reso rapidamente obsolete alcune interpretazioni e strategie progettuali concepite per gli spazi aperti urbani e periurbani prima della crisi. La recente vicenda di un’ampia area agricola interclusa a sud-ovest della città di Padova, è l’occasione per aggiornare alcune letture territoriali e strategie progettuali, alla luce della crescente importanza riconosciuta oggi alla produzione, alla trasformazione e al consumo del cibo


Keywords: Paesaggi multifunzionali; urban farming; parco agricolo

  1. Abrami G., 1985, Ambiente e paesaggio a Padova. Una ricerca sul territorio peri-urbano. Padova: Comune di Padova, Grafiche Muzzio.
  2. apa-American Planning Association, 2007, apa Policy Guide on Community and Regional Food Planning. -- www.planning.org/policy/guides/adopted/food.htm (ultimo accesso 8/9/2016).
  3. Basile E., Cecchi C., 2003, La trasformazione post-industriale della campagna, Dall’agricoltura ai sistemi locali rurali. Torino: Rosemberg & Sellier.
  4. Brunori G., Pieroni P., 2006, «La (ri)costruzione sociale del paesaggio nella campagna contemporanea: processi, problematiche, politiche per uno sviluppo rurale sostenibile». In: Marangon F. (a cura di), Gli interventi paesaggistico-ambientali nelle politiche regionali di sviluppo rurale. Milano: FrancoAngeli, 77-98.
  5. Clément G., 2008, Il giardiniere planetario. Milano: 22 Publishing.
  6. Dansero E., Toldo A., 2014, «Nutrire le città: verso una politica alimentare metropolitana». PolitichePiemonte, 27: 3-5.
  7. Despommier D., 2011, The Vertical Farm. Feeding the World in the 21th Century. New York: St. Martin’s Press.
  8. Donadieu P., 1998, Campagnes urbaines. Arles-Versailles: Actes Sud, Ecole Nationale Superieure du Paysage.
  9. Donadieu P., 2002, La societé paysagiste. Arles: Actes Sud.
  10. Ferrario V., 2013, «Paesaggi coltivati (multifunzionali). Lo spazio dell’agricoltura nella trasformazione della città contemporanea». In: Magnier A., Morandi M., Paesaggi in mutamento. L’approccio paesaggistico alla trasformazione della città europea. Milano: FrancoAngeli, 137-152.
  11. Ferrario V., 2014, «Coltivare la città contemporanea. Le sfide dei ‘paesaggi agrourbani multifunzionali’». Sentieri Urbani, 15: 21- 27.
  12. Ferrario V., Lironi S., 2016, «Padova: il progetto del parco agro-paesaggistico riparte dal basso». In: Cinà G., «Aree agricole periurbane, lavori in corso». Urbanistica Informazioni, 265: 13-16.
  13. Gambino R., 1996, «Le acque come struttura portante del verde». In: Calimani De Biasio L. (a cura di), Padova, il verde urbano. Riconversione ecologica della città. Comune di Padova.
  14. Piccinato L., 1954, Piano Regolatore Generale, Norme Tecniche. Comune di Padova.
  15. Pothukuchi, K., Kaufman J., 2000, «The Food System: A Stranger to Urban Planning». Journal of the American Planning Association, 66, 2: 113-24., 10.1080/01944360008976093DOI: 10.1080/01944360008976093
  16. Van Veenhuisen R., 2006, eds., Cities Farming for the Future. Urban Agriculture for Green and Productive Cities. Ottawa: ruaf.
  17. Viljoen A., Bohn K., Howe J., 2005, Continuous Productive Urban Landscapes: Designing Urban Agriculture for Sustainable Cities. Oxford: Architectural Press.

Viviana Ferrario, in "TERRITORIO" 79/2016, pp. 74-78, DOI:10.3280/TR2016-079013

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche