Clicca qui per scaricare

Gli obiettivi sociali nella gestione delle banche in forma cooperativa
Titolo Rivista: QUADERNI DI ECONOMIA DEL LAVORO 
Autori/Curatori: Alfredo Alessandrini 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: 106  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 121-140 Dimensione file:  812 KB
DOI:  10.3280/QUA2016-106007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La banca è orientata alla realizzazione di esternalità positive per i clienti beneficiari del credito e per la collettività. Occorre definire gli elementi di debolezza e di forza del banking cooperativo. Questa area di riflessione ha attirato nel tempo l’attenzione di numerosi economisti e uomini di banca, e in particolare di coloro che hanno avuto ruoli su entrambi questi fronti. Le banche popolari e le banche di credito popolare si sono rafforzate nel tempo in quanto corrispondono a un vero bisogno di banking relazionale. Nella fase più recente sono emerse alcune criticità. L’abbandono dei caratteri cooperativi per l’adozione dei caratteri della società per azioni è una via di intervento già ampiamente utilizzata per affrontare fasi di crisi sistemica. Il legislatore è ora intervenuto nel senso di impedire l’esistenza di banche cooperative di grande dimensione e nel senso di abbassare significativamente il grado di autonomia delle banche di credito cooperativo di piccola dimensione. In questo modo si alleggerisce il ruolo e il rilievo del piccolo partecipante al capitale. Ma una banca cooperativa ha "capitale caldo", non "capitale freddo". È capitale mosso anche da obiettivi collettivi, di carattere economico e anche di carattere non prettamente economico. Il capitale è "caldo" perché è mosso con questi intendimenti, che si dimostrano raggiungibili - o almeno ragionevolmente perseguibili - quando sono presenti due importanti condizioni: regole di governance attente e non autoreferenziali, persone che sono in grado di interpretare questo profilo ideale e collettivo.


  1. Alberici A. (1977). Le cooperative di credito. Milano: FrancoAngeli.
  2. Barbagallo C. (2015). Le banche locali e di credito cooperativo in prospettiva: vigilanza europea ed evoluzione normativa. Intervento del Capo del Dipartimento di Vigilanza Bancaria e Finanziaria della Banca d’Italia, Bolzano, 12 febbraio.
  3. Bongini P. (2008). Governance, diversification and performance of Italy’s Banche popolari. Milano: Giuffré.
  4. Brogi M. (2015). La riforma delle banche popolari. In: Capriglione Francesco, a cura di, La riforma delle banche popolari. Padova: CEDAM.
  5. Bruni L., Zamagni S. (2004). Economia civile: efficienza, equità, felicità pubblica. Bologna: il Mulino.
  6. Dahrendorf R. (2009). Quadrare il cerchio ieri e oggi: benessere economico, coesione sociale e libertà politica. Roma, Bari: GLF editori Laterza.
  7. De Bruyn R., Ferri G. (2005). Le banche popolari nel localismo dell’economia italiana. Associazione Nazionale fra le banche popolari.
  8. Federcasse, a cura di (2005). Conoscere il Credito Cooperativo: guida all’identità delle Banche di Credito Cooperativo - Casse Rurali. Roma: Ecra.
  9. Lombardini S., Tripli A. (1994). L’economia al servizio dell’uomo: valori ed efficienza. Bologna: il Mulino.
  10. Panetta I.C. (2005). La corporate governance nelle banche di credito cooperativo: aspetti teorici ed evidenze empiriche. Roma: Aracne.
  11. Quadrio Curzio A., a cura di (2011). Banche popolari e sviluppo solidale. Sfide ed opportunità. Contributi di P. Alessandrini, A. Azzi, M. Belghazi, G. Capponcelli, A. D’Amours, G. De Censi, Y. de la Porte du Theil, C. Fratta Pasini, H. Juvin, W. Kirsch, A. F. Presbitero, F. Saccomanni, A. Zazzaro. Milano: FrancoAngeli.
  12. Quadrio Curzio A., a cura di (2011). Banche popolari e sviluppo solidale. Profili della regolazione e valori della cooperazione. Contributi di D. Benwei, M. A. Borges de Almada, G. De Censi, C. Fratta Pasini, G. Lusignani, G. Mussari, A. Rivera, B. Subrahmanyam, A. M. Tarantola. Milano: FrancoAngeli.
  13. Vitale M. (2016). Credito cooperativo, banche popolari, economia reale, costituzione. Le guide di Vita.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The request was aborted: Could not create SSL/TLS secure channel.

Alfredo Alessandrini, in "QUADERNI DI ECONOMIA DEL LAVORO" 106/2016, pp. 121-140, DOI:10.3280/QUA2016-106007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche