Clicca qui per scaricare

L’informatico, passato e presente della professione del futuro: una prospettiva comparata
Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO 
Autori/Curatori: Giorgio Tabani 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  35 P. 93-127 Dimensione file:  282 KB
DOI:  10.3280/MON2016-003003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore tenta di fornire per la prima volta una panoramica di una delle princi-pali fra le cosiddette nuove professioni, quella dell’"informatico". Si tratta di una figura finora trascurata dalla disciplina storica, se non per studi parziali su singoli paesi e aspetti della professione. L’autore si propone quindi di tratteggiare la nasci-ta dell’informatica, istituendo un confronto fra alcuni paesi chiave (Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Italia) in ambito accademico e nei diversi settori produttivi. Si concentra poi sulla costruzione di un’autonoma identità della disciplina e in se-guito della professione, con riferimento alla formazione universitaria e all’asso¬cia-zionismo. Ciò che emerge è un inesausto processo di negoziazione nell’indivi-duazione di un proprio corpus di conoscenze e nella conquista di una "giurisdizio-ne professionale" contro le occupazioni contigue e/o originanti. Un contributo fon-damentale in questo senso è stato dato dal mercato, con la crescente domanda d’informatici nel pubblico e nel privato. Nell’associazionismo, infine, si affermano un modello anglosassone, fondato sull’auto-organizzazione, e uno latino che ri-chiama a un maggiore interventismo statale.


Keywords: Informatica, professione informatica, industria informatica, for-mazione informatica universitaria, associazionismo professionale, confronto in-ternazionale

Giorgio Tabani, in "MONDO CONTEMPORANEO" 3/2016, pp. 93-127, DOI:10.3280/MON2016-003003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche