Clicca qui per scaricare

Consumo collaborativo e governance dei beni comuni
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE  
Autori/Curatori: Giulia Allegrini 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: 52 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 103-118 Dimensione file:  211 KB
DOI:  10.3280/SC2016-052008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 




This article proposes some interpretations of the concept and the practices of collaborative consumption, framing the relation between them and the commons. The author sheds light on the public dimension considered essential for an appropriate thematization of the commons and to frame the collaborative consumption from an ethic, civic, potentially political point of view. Finally, the article frames a possible commons based governance that instead of governing collaborative processes, is oriented to facilitate them.
Keywords: Consumption; collaboration; sharing; commons; public sphere; governance

  1. Allegrini G. (2016), Prove di democrazia. Partecipazione e cittadinanza attiva tra pratiche di impegno civico collettivo e collaborazione informale nella rigenerazione di beni comuni urbani. Tesi di dottorato, Università di Bologna.
  2. Appadurai A. (2011), Le aspirazioni nutrono la democrazia, et al Edizioni, Milano.
  3. Arena G. (1997), Introduzione all’amministrazione condivisa, «Studi parlamentari e di politica costituzionale», Anno 30, n. 117-118.
  4. Arena G. (2006), Cittadini attivi, Laterza, Roma-Bari.
  5. Arena G., Iaione C. (2015), L’età della condivisione, Carocci, Roma.
  6. Bartoletti R. (2013), Pratiche di consumo e civic engagement: il consumo impegnato di natura in città, in Bartoletti R., Faccioli F. (a cura di), Comunicazione e civic engagement, FrancoAngeli, Milano, pp. 201-222.
  7. Bartoletti R., Faccioli F. (a cura di) (2013), Comunicazione e civic engagement, FrancoAngeli, Milano.
  8. Beck U. (1992), Risk society. Towards a new Modernity, Sage, London; trad. it. (2000), La società del rischio. Verso una seconda modernità, Carocci, Roma.
  9. Bifulco L. (a cura di) (2005), Le politiche sociali. Temi e prospettive emergenti, Carocci, Roma.
  10. Bifulco, L., de Leonardis O. (2005), Sulle tracce dell’azione pubblica, in Bifulco L. (a cura di), Le politiche sociali. Temi e prospettive emergenti, Carocci, Roma, pp. 193-221.
  11. Botsman R. (2013), The Sharing Economy Lacks a Shared Definition,-- http://www.fastcompany.com/.
  12. Botsman R., Rogers’ R. (2010), What’s Mine is Yours: How Collaborative Consumption is Changing the Way We Live, Harper& Collins, New York.
  13. Cassano F. (2004), Homo civicus. La ragionevole follia dei beni comuni, Edizioni Dedalo, Bari.
  14. Castrignanò M. (2012), Comunità, capitale sociale, quartiere, FrancoAngeli, Milano.
  15. Cornwall A. (2004), New democratic spaces? The politics and dynamics of Institutionalised Participation, in Cornwall A., Cohelo V. (eds.), New Democratic Spaces?, Institute of Development Studies Bullettin, n. 35, 2, pp. 1-10.
  16. Cotturri G. (2013), La forza riformatrice della cittadinanza attiva, Carocci, Roma.
  17. d’Albergo E. (2014), Sociologia della politica. Attori, strutture, interessi, idee, Carocci, Roma.
  18. Dahlgren (2013), Reinventare la partecipazione. Cvic agency e mondo della rete, in Bartoletti R., Faccioli F. (a cura di), Comunicazione e civic engagement, FrancoAngeli, Milano, pp. 17-37.
  19. Davies R. (2014), Civic Crowdfunding: participatory communities, Entrepreneurs and the political economy of place, MIT, Cambridge.
  20. de Leonardis O. (1997), Declino della sfera pubblica e privatismo, «Rassegna italiana di sociologia», n. 2, aprile-giugno, pp. 170-193.
  21. de Leonardis O., Deriu M. (a cura di) (2012), Il futuro nel quotidiano. Studi sociologici sulla capacità di aspirare, Egea, Milano.
  22. Dewey J. (1927, ed. 2010), The public and its Problems, Holt and Company, New York.
  23. Donolo C. (1997), Affari pubblici. Sull’incontro tra capacità e beni comuni nello spazio pubblico, «Rassegna italiana di sociologia», n. 2, pp. 193-219.
  24. Donolo C. (2005), Dalle politiche pubbliche alle pratiche sociali nella produzione di beni pubblici? Osservazioni su una nuova generazione di policies, «Stato e mercato», n. 73, pp. 33-65.
  25. Donolo C. (2006), Riflessività nel dominio pubblico. Primi appunti, «Rivista delle Politiche Sociali», n. 2 aprile-giugno, pp. 91-107.
  26. Donolo C. (2010), I beni comuni presi sul serio,-- in www.labsus.org.
  27. Forno F., Graziano P.R. (2016), Il consumo critico. Una relazione solidale tra chi acquista e chi produce, il Mulino, Bologna.
  28. Granovetter M. (1973), The Strength of weak ties, «American Journal of Sociology», vol. 78, issue 6, pp. 1360-1380.
  29. Habermas (1997), Teoria dell’agire comunicativo, il Mulino, Bologna.
  30. Iaione C. (2015), Collaborazione civica per l’amministrazione condivisa, la governance e l’economia dei beni comuni, in Arena G., Iaione C. (a cura di), L’età della condivisione, Carocci, Roma, pp. 31-82.
  31. Kostakis V., Bauwens M. (2014), Network Society and the future scenarios for a collaborative economy, in -- https://wiki.p2pfoundation.net.
  32. Leonini L., Sassatelli R. (2008), Il consumo critico, Laterza, Roma-Bari.
  33. Micheletti M. (2010), Critical shopping. Consumi individuali e azioni collettive, FrancoAngeli, Milano.
  34. Moro G. (2013), Cittadinanza attiva e qualità della democrazia, Carocci, Roma.
  35. Newamn J. et al. (2004), Public participation and collaborative governance, «Journal of Social Policy», vol. 33, n. 2, pp. 203-223.
  36. Nussbaum M.C. (2012), Creare capacità, il Mulino, Bologna.
  37. Offe C. (2011), Shared Social Responsibility: the need for and supply of responsible patterns of social action, «Trends in social cohesion», n. 23, Council of Europe Publishing.
  38. Ostrom E. (2006), Governare i beni collettivi, Marsilio, Venezia.
  39. Pais I. (2015), Nuove comunità tra economia e società, in Arena G., Iaione C. (a cura di), L’età della condivisione, Carocci, Roma, pp. 83-98.
  40. Pais I., Provasi G. (2015), Sharing economy: a step towards the re-embedness of the economy?, «Stato e Mercato», n. 105, pp. 347-378., DOI: 10.1425/81604
  41. Paltrinieri R. (2010), Promuovere i circoli virtuosi per una felicità responsabile, in Parmigiani M.L. (a cura di), Siamo tutti stakeholder, Maggioli Editore, Rimini, pp. 73-89.
  42. Paltrinieri R. (2012), Felicità responsabile. Il consumo oltre la società dei consumi, FrancoAngeli, Milano.
  43. Parmiggiani P. (2013), Pratiche di consumo, civic engagement, creazione di comunità, «Sociologia del lavoro», 132, pp. 97-112., DOI: 10.3280/SL2013-132008
  44. Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani, www.comunita.comune.bologna.it/beni-comuni.
  45. Rosol M. (2010), Public Participation in Post-Fordist Urban Green Space Governance: The Case of Community Gardens in Berlin, «International Journal of Urban and Regional Research», n. 34, pp. 548-563.
  46. Sabel C.F. (2004), Beyond Principal-Agent Governance, Amsterdam University Press, Amsterdam.
  47. Sclavi M. (2004), Quando la creazione di common ground diventa una questione di pubblica amministrazione, «Territorio», n. 29/30, -- in www.polemos.it.
  48. Sclavi M. et al. ( 2002), Avventure Urbane, Elèuthera Editrice, Milano.
  49. Sen A. (2000), Lo sviluppo è libertà, Arnoldo Mondadori Editore, Milano.
  50. Sennet R. (2012), Insieme. Rituali, piacere, politiche della collaborazione, Feltrinelli, Milano.
  51. Stokes K., Clarence E., Anderson L., Rinne A. (2014), Making Sense of the UK Collaborative Economy, Nesta, in www.nesta.org.uk.
  52. Tosi S. (2006), Consumi e partecipazione politica, FrancoAngeli, Milano.
  53. Unipolis (2015), Dalla Sharing economy all’economia collaborativa.
  54. Zamagni S. (2007), L’economia del bene comune, Cittànuova, Roma.

Giulia Allegrini, in "SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE " 52/2016, pp. 103-118, DOI:10.3280/SC2016-052008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche