Clicca qui per scaricare

La micro impresa dell’artigianato artistico campano: tradizione, resistenze al cambiamento e necessità d’innovazione
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Sara Corradini 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: 147 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 150-165 Dimensione file:  109 KB
DOI:  10.3280/SL2017-147008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In the last years, the craft has been the focus of many debates and reflections. In fact, many researchers, have been highlighted the economic and cultural value that the craft produces in the development of the territories, enhancing local identities and traditions. In Campania region, where is focused the attention in this work, crafts, especially the artistic one, is characterized by small and micro enterprises, in most cases characterized by a family-run. The article tries to give back the current framework of artistic craft in Campania, trying to understand the main aspects that characterize today the sector and its developmental lines. What seems to emerge is a complex and mixed framework: artistic craft is marked by obvious peculiarities; for this reason is an interesting test to analyze change and innovation required for economic revitalization of the sector but also of the territory.

Nel corso degli ultimi anni, il lavoro artigiano è stato al centro di numerosi dibattiti e riflessioni; da più parti infatti, è stata messa in luce la valenza economica e culturale dell’artigianato nel contribuire a produrre sviluppo dei territori, valore aggiunto di identità e tradizioni locali. In Campania, regione in cui si concentra l’attenzione di questo lavoro, l’artigianato, in particolare quello artistico, è caratterizzato prevalentemente da piccole e micro imprese, nella maggior parte dei casi a conduzione familiare. L’articolo prova a restituire il quadro attuale dell’artigianato artistico campano attraverso le caratteristiche del settore e le sue linee evolutive. Quello che sembra emergere è un quadro complesso ed eterogeneo: è un mondo, quello dell’artigianato artistico, contraddistinto da alcune evidenti specificità e che proprio per tale ragione costituisce un banco di prova interessante per analizzare le innovazioni e i cambiamenti necessari per un rilancio economico del settore, ma anche del territorio.
Keywords: Micro-impresa; artigianato artistico; reti; innovazione; tradizione

  1. Alberti F.G. (2012). Le piccole imprese artigiane del Made in Italy. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 59: 3-30.
  2. Alberti F.G., Sciascia S., Tripodi C., Visconti F. (2011). The entrepreneurial growth of firms located in clusters: a cross-case study. Int. J. Technology Management, 54: 53-79., DOI: 10.1504/IJTM.2011.038829
  3. Ascani P., a cura di (2007). Artigianato e politiche industriali. Bologna: il Mulino.
  4. Balboni B., Grappi S., Martinelli E., Vignola M. (2011). L’impatto del Made in Italy sul comportamento d’acquisto dei consumatori cinesi. Micro & Macro Marketing, 3: 445-462., DOI: 10.1431/36060
  5. Balletta F. (2008). L’artigianato artistico in Campania fra età moderna e contemporanea. Rivista di storia finanziaria, 21: 57-85.
  6. Balletta F. (2002). L’artigianato in Campania nel ventesimo secolo. In: Croce A., Tessitore F., Conte D., a cura di, Napoli e la Campania nel Novecento. Diario di un secolo. Napoli: Edizioni del Millennio.
  7. Balletta F. (1991). L’artigianato in Campania ieri e oggi. Napoli: Istituto italiano per la storia delle imprese.
  8. Barbato D., Marino A., Pezzullo M. (2016). Analisi economico-legislativa dell’artigianato in Campania tra necessità di innovazione e tradizione. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 3: 423-438., DOI: 10.12830/85335
  9. Bettiol M., Micelli S., a cura di (2005). Design e creatività nel Made in Italy. Proposte per i distretti industriali. Milano: Bruno Mondadori.
  10. Bramanti A. (2012). Artigiani e politiche: una metafora dell’Italia che potrebbe farcela. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 60: 3-40.
  11. Broccolini A. (2013). Economie della cultura e sguardo antropologico: una recensione critica a Patrimoni intangibili. Il distretto culturale del presepe a Napoli. Voci, X: 49-63.
  12. Bruzzo A. (2014). Le imprese artigiane italiane nel corso della crisi: una prima analisi dell’evoluzione strutturale dal punto di vista settoriale e territoriale. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 61: 65-106.
  13. Butera F., Alberti F.G. (2012). Il governo delle reti inter-organizzative per la competitività, Studi Organizzativi, 1: 77-111., DOI: 10.3280/SO2012-001004
  14. Colombo P., a cura di (2007). La grande Europa dei mestieri d’arte: l’artigianato artistico d’eccellenza nei paesi dell’Unione europea. Milano: Vita e Pensiero.
  15. Cortesi A., Alberti F.G., Salvato C. (2004). Le piccole imprese. Roma: Carocci.
  16. Cossentino F., Pyke F., Segenberger W. (1997). Le risposte locali e regionali alla pressione globale: il caso dell’Italia e dei suoi distretti industriali. Bologna: il Mulino.
  17. Cuccia T., Marrelli M., Santagata W. (2008). Collective trademarks and cultural districts: the case of San Gregorio Armero, Naples. In: Cooke P., Lazzeretti L., eds., Creative Cities, Cultural Clusters and Local Economic Development. Cheltenham: Edward Elgar.
  18. De Caro S. (2007). Aspetti storici e artistici del presepe napoletano, Working Paper, 3.
  19. Donatone G. (1994). La tradizione e la persistenza dell’artigianato artistico nel centro storico di Napoli. In: Aa.Vv., UNESCO per la tutela dei centri storici-Napoli patrimonio dell’umanità. Napoli.
  20. Fedele F., Giaccone M. (2016). Frammenti da ricomporre. Firenze: Edizioni Nerbini.
  21. Friel M. (2011). Artigianato, industrie creative ed economia della creatività. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 59: 35-47.
  22. Garibaldo F., Grandi A. (2007). Forme organizzative a rete per la competitività delle PMI: modelli teorici ed esperienze aziendali. Bologna: Timeo.
  23. Gordini N., Rancati E. (2014). Imprenditorialità e crescita delle piccole imprese familiari manifatturiere. Analisi di un campione di artigiani artistici fiorentini, Atti del XXVI Convegno annuale di Sinergie.
  24. Gosetti G., Bordato E. (2012). Lavoratori e impresa artigiana: tra qualità della vita lavorativa e nuovo modello di contrattazione. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 61: 31-63.
  25. Guerini C., Uslenghi A., Cattaneo N. (2006). Effetto Country of origin e mercati internazionali. Milano: Egea.
  26. Guidantoni S., Sanesi I. (2011). Creatività, cultura, creazione di valore. Milano: FrancoAngeli.
  27. Manna A., Marrelli M. (2007). Distretto culturale di San Gregorio Armeno. Il presepe napoletano. La produzione e l’offerta, Working Paper n. 6.
  28. Marino A. (2012). Le principali strategie delle aziende artigiane nella realtà di Napoli e provincia. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 59: 115-179.
  29. Marino A. (2008). Le imprese artigiane della Campania nel contesto dell’economia illegale: le difficoltà degli imprenditori. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 50: 117-136.
  30. Micelli S., Rullani E. (2012). Idee motrici, intelligenza personale, spazio metropolitano: tre proposte per il nuovo Made in Italy nell’economia globale di oggi. Sinergie, 84: 127-156.
  31. Micelli S. (2011). Futuro artigiano: l’innovazione nelle mani degli italiani. Venezia: Marsilio.
  32. Onetti A., Zucchella A. (2008). Imprenditorialità, internazionalizzazione e innovazione. Roma: Carocci.
  33. Pencarelli T., Savelli E., Splendiani S. (2010). Il ruolo della consapevolezza strategica nei processi di crescita delle PMI. Riflessioni teoriche ed evidenze empiriche. Rivista piccola impresa, 1: 13-42.
  34. Preti P. (2011). Il meglio del piccolo: l’Italia delle pmi. Milano: Egea.
  35. Ranisio G. (2014). Ripartire dai territori: il ruolo dell’artigianato artistico napoletano. Etnoantropologia, 2., DOI: 10.1473/106
  36. Ranisio G. (2007). Artisti/Artigiani. L’Artigianato artistico nel Napoletano. Etnoantropologia, 1: 207-214. --Url: http://digilander.libero.it/aisea/atti_2004/saggio_RANISIO.pdf.
  37. Rullani E. (2004). Economia della conoscenza. Roma: Carocci.
  38. Sapelli G. (2013). Elogio della piccola impresa. Bologna: il Mulino.
  39. Saxenian A.L. (2002). Il vantaggio competitivo dei sistemi locali nell’era della globalizzazione. Milano: FrancoAngeli.
  40. Sennett R. (2008). L’uomo artigiano. Milano: Feltrinelli.
  41. Sennett R. (2006). La cultura del nuovo capitalismo. Bologna: il Mulino.
  42. Solaro F. (2012). Piccole imprese artigiane; il grado di innovazione nelle regioni italiane. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 61: 109-122.
  43. Streeck W. (1987). The Uncertainties of Management in the Management of Uncertainty. International Journal of Political Economy, 17: 57-87., DOI: 10.1177/0950017087001003002
  44. Testa F. (2002). Dalla manifattura all’industria: percorsi evolutivi tra Ottocento e Novecento. In: Croce A., Tessitore F., Conte D., a cura di, Napoli e la Campania nel Novecento. Diario di un secolo, Napoli: Edizioni del Millennio.
  45. Visconti F. (2006). Piccole imprese. Spirali di crisi, percorsi di successo. Milano: Egea.
  46. Zucchella A., Brungoli A. (2014). Micro-imprese, imprese artigiane e mercati esteri. Quaderni di ricerca sull’artigianato, 1: 3-20., DOI: 10.12830/76644

Sara Corradini, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 147/2017, pp. 150-165, DOI:10.3280/SL2017-147008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche