Clicca qui per scaricare

Soltanto alcune precisazioni
Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA  
Autori/Curatori: Mario Mirri 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: 158 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 741-760 Dimensione file:  107 KB
DOI:  10.3280/SS2017-158011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In questo intervento l’autore, rispondendo alle osservazioni e critiche esposte nei saggi precedenti, affronta la questione del ruolo "speciale", rispetto alle altre nazioni dell’Europa occidentale, del PCI come principale forza d’opposizione di sinistra nell’Italia della I repubblica, della presunta egemonia culturale comunista tra gli intellettuali italiani, dell’antifascismo come valore fondativo dell’Italia repubblicana. Esamina quindi l’altro importante problema della dimensione, variegata, della Resistenza, della dislocazione politica di ampi strati del popolo italiano tra il 1943 e il 1945, e dei modi e contenuti con cui il PCI riuscì a diventare il principale partito di riferimento per tantissimi protagonisti della Resistenza e della costruzione dell’Italia democratica.


Keywords: PCI, egemonia culturale, intellettuali, antifascismo, Resistenza.

  1. Alvaro C. (1986), L’Italia rinunzia?, Palermo, Sellerio (I ed. Milano, Bompiani, 1945).
  2. Bédarida F. (1985), Résistence au fascisme, au nazisme et au militarisme japonais jusqu’à 1945, Rapport introductif au Congrès International des Sciences Historiques, XVIe Congrès International des Sciences Historiques, Rapports, I, Grands thèmes, méthodologie, sections chronologiques, (I), Stuttgart.
  3. Croce B. (1938), La storia come pensiero e come azione, Bari, Laterza, 1938.
  4. Dal Pane L. (1935), Antonio Labriola: la vita e il pensiero, Bologna, Forni.
  5. Dal Pane L. (1975), Antonio Labriola nella politica e nella cultura italiana, Torino, Einaudi.
  6. De Felice R. (1995), Rosso e nero, a cura di P. Chessa, Milano, Baldini & Castoldi.
  7. Furet F. (1995), Il passato di un’illusione. L’idea comunista nel XX secolo, Milano, A. Mondadori.
  8. Galli della Loggia E. (1996), La morte della patria. La crisi dell’idea di nazione tra Resistenza, antifascismo e Repubblica, Roma-Bari, Laterza.
  9. Gentile G. (1945), Genesi e struttura della società, Firenze, Sansoni.
  10. Hoestrup J. (1981), European Resistance Movements, 1939-1945, Westport, Weckler Publishing.
  11. Isnenghi M. (2007), Dalla Resistenza alla desistenza. L’Italia del “Ponte”, 1945-1947, Roma-Bari, Laterza.
  12. Macry P. (2015), Trent’anni di storia sociale (con vista sul Mezzogiorno), in Gli storici si raccontano. Tre generazione fra revisioni e revisionisti, a cura di Angelo d’Orsi, Roma, Manifesto libri (ed. or. in «Contemporanea», VIII, 2005, aprile, n. 2, pp. 209-232), pp. 29-52.
  13. Meneghello L. (2016; I ed. 1964), I piccoli maestri, Milano, Rizzoli; I ed. Milano, Feltrinelli.
  14. Michel H. (1970), La guerre de l’ombre. La Résistence en Europe, Paris, Grasset (trad. it. Milano, Mursia, 1973).
  15. Mirri M. (2014), Postfazione. L’ultimo servizio del nostro vecchio Liceo classico in M. Mirri, R. Sabbatini, L. Imbasciati (a cura di), L’impegno di una generazione. Il gruppo di Lucca dal Liceo Machiavelli alla Normale nel clima del Dopoguerra, Milano, FrancoAngeli, pp. 167-362.
  16. Pansa G. (2003), Il sangue dei vinti, Milano, Sperling & Kupfer.
  17. Pavone C. (1998), Caratteri ed eredità della “zona grigia”, in «Passato e Presente», XVI, n. 43, gennaio-aprile, pp. 5-12.
  18. Pezzino P, (1993), Anatomia di un massacro, controversia sopra una strage tedesca, Bologna, il Mulino.
  19. Romeo R. (1948), Il Risorgimento in Sicilia, Catania, Biblioteca della Facoltà di Lettere e Filosofia.
  20. Satta S. (1946), Salus ab inimicis, in «Il Ponte», a. II, n. 12, pp. 1062-1074.
  21. Satta S. (2003), De profundis, Milano, Adelphi, 2003 (I ed. Padova, Cedam, 1948).
  22. Sémelin J. (1993), Senz’armi di fronte a Hitler. La resistenza civile in Europa, 1939-1943, Milano-Torino, Sonda.
  23. Valenziano C. (2014), La Lucca della guerra e di Giorgio Colli, in M. Mirri, R. Sabbatini, L. Imbasciati (a cura di), L’impegno di una generazione. Il gruppo di Lucca dal Liceo Machiavelli alla Normale nel clima del Dopoguerra, Milano, FrancoAngeli, pp. 95-100.
  24. Violante C. (1953), La società milanese nell’età precomunale, Bari, Laterza.
  25. Vittoria A. (1992), Togliatti e gli intellettuali. Storia dell’Istituto Gramsci negli anni Cinquanta e Sessanta , Roma, Editori Riuniti.
  26. Vittoria A. (2014), Togliatti e gli intellettuali. La politica culturale dei comunisti italiani (1944-1964), Roma, Carocci.
  27. Vivarelli R (1992), Una guerra civile, in «Rivista dei Libri», aprile, n. 18, p. 28.
  28. Vivarelli R. (1967a), Il dopoguerra in Italia e l’avvento del fascismo (1918-1922), vol. I. Dalla fine della guerra all’impresa di Fiume, Napoli, Istituto italiano per gli studi storici.
  29. Vivarelli R. (1967b), Benito Mussolini dal socialismo al fascismo, in «Rivista Storica Italiana», LXXIX, fasc. II, pp. 438-458.
  30. Vivarelli R. (1991), Storia delle origini del fascismo dalla grande guerra alla marcia su Roma (1918-1922), Bologna, il Mulino.
  31. Vivarelli R. (2006), Vinti e vincitori in Italia alla fine della Seconda guerra mondiale, introduzione a Wolfgang Schivelbusch, La cultura dei vinti, Bologna, il Mulino, pp. IX-XVIII.
  32. Vivarelli R. (2012), Storia delle origini del fascismo. L’Italia dalla grande guerra alla marcia su Roma, Bologna, il Mulino, vol. 2.
  33. Zazzara G. (2001), La storia a sinistra. Ricerca e impegno politico dopo il fascismo, Roma-Bari, Laterza.

Mario Mirri, in "SOCIETÀ E STORIA " 158/2017, pp. 741-760, DOI:10.3280/SS2017-158011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche