Clicca qui per scaricare

Radici: alcune riflessioni a partire da un programma di ricerca
Titolo Rivista: TERRITORIO 
Autori/Curatori: Alessandro De Magistris 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: 84 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  5 P. 72-76 Dimensione file:  371 KB
DOI:  10.3280/TR2018-084010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il contributo si propone di sviluppare alcune riflessioni in chiave storico-critica e suggerire tre possibili temi di ricerca a partire da una rilettura del contesto politico e culturale entro il quale vengono elaborati gli standard urbanistici alla fine degli anni ’60. Il primo riguarda la costruzione di un lessico disciplinare e suggerisce l’interesse di osservare la comparsa e il successo terminologico dell’espressione ‘standard urbanistici’ nella cultura disciplinare italiana; il secondo si concentra sul processo di progressiva specializzazione delle culture professionali italiane legate all’architettura e all’urbanistica che trova in quegli anni ‘un punto di flesso’; il terzo propone di storicizzare la ‘deriva burocratica’ dell’urbanistica italiana, di cui gli standard urbanistici possono essere letti come uno dei segnali più significativi.


Keywords: Standard urbanistici; radici disciplinari; culture professionali

  1. Aa. Vv., 1988, «Dossier Torino». Spazio e società, 42.
  2. Belli G., Maglio A. 2015, a cura di, Luigi Piccinato (1899-1983). Architetto e urbanista. Ariccia: Aracne.
  3. Balducci A., Gaeta L., 2015, a cura di, L’urbanistica italiana nel mondo. Contributi e debiti culturali. Roma: Donzelli.
  4. Bellicini L., 1991, a cura di, La costruzione della città europea negli anni ’80: indagine su come sono cambiate 19 città europee negli ultimi 10 anni. Roma: Credito Fondiario.
  5. Blagoevic L., 2007, Novi Beograd: Osporeni Modernizam. Beograd: ZzU.
  6. Campos Venuti G., 1967, Amministrare l’urbanistica. Torino: Einaudi.
  7. De Magistris A., 1995, La costruzione della città totalitaria. Il piano di Mosca e il dibattito sulla città sovietica tra gli anni venti e cinquanta, Milano: Città Studi.
  8. Gregotti V., 1993, La citta visibile. Torino: Einaudi.
  9. Lampariello B., 2017, Aldo Rossi e le forme del razionalismo esaltato. Dai progetti scolastici alla ‘città analoga’. Macerata: Quodlibet.
  10. Pasqui G., 2017, Urbanistica oggi. Piccolo lessico critico. Roma: Donzelli.
  11. Roncayolo M., 1988, La città. Storia e problemi della dimensione urbana. Torino: Einaudi.
  12. Secchi B., 1984, Il racconto urbanistico. La politica della casa e del territorio in Italia. Torino: Einaudi.
  13. Tafuri M., 1986, Storia dell’architettura italiana 1944-1985. Torino: Einaudi.
  14. Vasumi Roveri E., 2010, Aldo Rossi e L’architettura della città. Genesi e fortuna di un testo. Torino: Allemandi.

Alessandro De Magistris, in "TERRITORIO" 84/2018, pp. 72-76, DOI:10.3280/TR2018-084010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche