Ipad in the classroom: perspectives of inclusiveness
Titolo Rivista: EDUCATION SCIENCES AND SOCIETY 
Autori/Curatori: Luigi d'Alonzo, Maria Carruba 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Inglese 
Numero pagine:  0 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/ess1-2018oa6000
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


This paper is a discussion on Technological solutions to promote inclusion in the classroom for students with disabilities and dyslexia. In its research on iPad for inclusion, CeDisMa -Research Center on Disability and Marginality- investigates the effects of a pedagogical approach in using iPad at school.  CeDisMa’s main interest areas are: developing knowledge on education, learning, teaching and training professionals in the field of special education needs. The Centre primarily deals with education, special needs and social inclusion. It cooperates with local administrations on projects financed by the EU Structural Funds for equal opportunities. It currently organizes post-graduate courses on care, education and training based on European programs. Since its release in 2010, iPad has attracted much attention as a learning tool for all level of education. Before implementing iPads in the classroom, teachers deserve a training that focuses on Special Education to teach more inclusively with iPad. The research describes an iPad project in Italy from primary to secondary schools. The pedagogical inclusive approach represents and interesting way to use iPad in the classroom.

Il presente lavoro apre una discussione circa l'uso della tecnologia per promuovere inclusione in classe supportando anche gli allievi con disabilità e con Disturbi Specifici dell'Apprendimento. La ricerca-azione è stata condotta dal Centro Studi e Ricerche CeDisMa sulla disabilità e la Marginalità per investigare il ruolo e gli effetti dell'iPad in classe laddove usato con un approccio pedagogico inclusive. Il Centro si occupa principalmente Pedagogia Speciale e inclusione; collabora con le amministrazioni locali su progetti finanziati dai fondi strutturali dell'UE per le pari opportunità; organizza corsi post-laurea sul sostegno, e percorsi di formazione sulla base delle indicazioni europee. Fin dal suo ingresso sul mercato nel 2010 l’iPad ha catturato l'attenzione dei contesti scolastici e formativi. Prima di introdurre gli iPad in classe, però, i docenti meritano di essere formati su come usarli per promuovere inclusione. La ricerca ha coinvolto insegnanti dalla scuola primaria alla secondaria di secondo grado in Italia. Se usato con l’adeguato approccio pedagogico, l’iPad potrebbe risultare uno strumento per l’nclusione. 
Keywords: Pedagogia Speciale; Tecnologia per l'inclusione; iPad; Benessere a Scuola; Differenziazione; Gestione della Classe



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Luigi d'Alonzo, Maria Carruba, Ipad in classe: prospettive per includere in "EDUCATION SCIENCES AND SOCIETY" 1/2018, pp. , DOI:10.3280/ess1-2018oa6000

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche