Clicca qui per scaricare

Le politiche di conciliazione tra residualità e frammentarietà. Il caso di un co-working con spazio baby a Roma
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI 
Autori/Curatori: Giovanna Campanella, Luisa De Vita 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  23 P. 97-119 Dimensione file:  281 KB
DOI:  10.3280/SP2018-001007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


A partire dall’analisi delle politiche di conciliazione il contributo descrive in che modo l’Italia sta affrontando i bisogni di cura dei nuovi lavoratori (professionisti, free lance atipici etc.). In un mercato del lavoro sempre più flessibile e con meno tutele, il rafforzamento delle politiche di work life balance diventa sicuramente un asse centrale per le chance di occupabilità. L’analisi presentata mostra un sostanziale immobilismo dell’azione pubblica a cui sembra opporsi un certo attivismo dal basso. Attraverso l’analisi dell’esperienza di un coworking con spazio baby del comune di Roma, il contributo cerca di esaminare se e in che modo la diffusione di questi nuovi servizi a livello locale può configurare un rinnovamento, seppur parziale, dei dispositivi di conciliazione e quali rischi sono insiti nello sviluppo di queste nuove pratiche.


Keywords: Conciliazione; Politiche Sociali; Coworking; Welfare; Genere

  1. Annink, A. 2017. From social support to capabilities for the work–life balance of independent professionals. Journal of Management & Organization, 23(2), pp. 258-276.
  2. Ascoli, U. 2012. Il welfare in Italia. Bologna: Il Mulino.
  3. Ascoli, U. e Pavolini, E. 2015. The Italian Welfare State in European Perspective: A Comparative Analysis. Bristol, Policy Press, pp. 1-272.
  4. Bifulco, L. 2009. Strumenti per la programmazione negoziale: lo spazio della politica, paper presentato al Convegno Annuale SISP, Roma 17-19 Settembre, 2009.
  5. Botteri, T. e Cremonesi, G. 2016. Smart Working & Smart Workers. Guida per gestire e valorizzare i nuovi nomadi. Milano: Franco Angeli.
  6. Cucca, R. e Ranci, C. 2017. La città europea: un modello in crisi? Bologna: il Mulino, 66(3), pp. 377-385.
  7. Daly, M. 2011. What Adult Worker Model? A Critical Look at Recent Social Policy Reform in Europe From a Gender and Family Perspective. Social Politics: International Studies in Gender, State & Society, 18(1), pp. 1-23.
  8. De Luigi, N e Martinelli A. 2010. Precarietà di genere e conciliazione al femminile. Autonomie Locale e Servizi Sociali,1, pp. 93-109.
  9. Deriu, F. (a cura di) 2008. Orizzonti difficili. Instabilità lavorativa e scelte famigliari a Roma. Roma: Carocci editore.
  10. Dermott, E. 2008. Intimate Fatherhood. London: Routledge.
  11. De Vita L. e Alfano I. 2017. I nuovi professionisti: condizioni di lavoro, identità professionale e ricerca di rappresentanza. Quaderni di rassegna sindacale,1, pp. 73-90.
  12. Dovigo, F. 2007. Strategie di sopravvivenza. Donne tra famiglia, professione e cura di sé, Milano: Mondadori.
  13. Ferrera, M. e Maino, F. 2012. Quali prospettive per il Secondo Welfare? in M. Bray e M. Granata, a cura di, L’economia sociale: una risposta alla crisi. Roma: Solaris, 2012, pp. 125-134.
  14. Filandri, M. 2016. L’accesso al bene casa: instabilità lavorativa e disagio abitativo in Italia. Sociologia del lavoro, 142, pp.115-129.
  15. Fredman, S. 2001. Equality: a New Generation? Industrial Law Journal, 30(2), pp. 145-168.
  16. Fuzi, A., Clifton, N., e Loudon, G. 2015. New spaces for Supporting entrepreneurship? Co-working spaces in the Welsh entrepreneurial landscape. The 8th International Conference for Entrepreneurship, Innovation and Regional Development, pp. 303-312.
  17. Gualmini, E. 2005. L’europeizzazione delle politiche regionali: mutamento di policy e innovazione istituzionale nel caso italiano. Stato e Mercato, 25(3), pp. 487-518.
  18. Kojo, I., e Nenonen, S. (2014). Evolution of co-working places: drivers and possibilities. Intelligent Buildings International, pp. 1-12.
  19. Leighton, P. e Brown, D. 2013. Future Working: The Rise of Europe’s Independent Professionals (iPros). London: PCG.
  20. Lewis, J. 2006, Work/Family Reconciliation, Equal Opportunities, and Social Policies: The Interpretations of Policy Trajectories at the UE level and the Meaning of Gender Equality. Journal of European Public Policy, 13(6), pp. 420-437.
  21. Macchioni, E. 2013. Welfare aziendale e politiche di conciliazione famiglia-lavoro: dai contratti discreti verso i contratti relazionali. Sociologia e Politiche Sociali, 16, 2, pp. 109-133.
  22. Maino, F. 2012a. Un secondo welfare per i nuovi bisogni. Bologna: il Mulino, 5, pp. 833-841.
  23. 2012b. Il secondo welfare: contorni teorici ed esperienze esemplificative. La Rivista delle Politiche Sociali, 4, 2012, pp. 167-182.
  24. Maino, F. e Ferrera, M. 2015. Secondo rapporto sul secondo welfare in Italia. Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi
  25. Matzke M. e Ostner I. 2010. Introduction: Change and Continuity in Recent Family Policies. Journal of European Social Policy, 20 (5), pp. 387–98.
  26. Mencarini, L. e Tanturri, M. L. 2009. Fathers’ Involvement in Daily Childcare Activities in Italy: Does a Work-Family Reconciliation Issue Exist? Working paper, Child WP, 22/2009.
  27. Miller, T. 2011. Genere e responsabilità di cura. Una introduzione, Sociologia e politiche sociali. vol. 3, pp. 121-146.
  28. Naldini, M. e Solera, C. 2012. Quali politiche a sostegno della genitorialità, in Lavorare con il conflitto. Dare continuità ai legami famigliari, a cura di L. Gaiotti e M. Terzago, Torino: Provincia di Torino.
  29. Orloff, A. 1996. Gender in the welfare state. Annual Review of Sociology, pp. 51-78.
  30. Pais, I. (2013). Il coworking può rinnovare le politiche del lavoro. Milano: Vita e Pensiero, (Luglio), pp. 47-53.
  31. Pavolini, E. e Carrera F. 2013. I tratti del welfare occupazionale a partire dalle indagini quantitative, in E. Pavolini, U. Ascoli e M.L. Mirabile (2013), Tempi Moderni. Bologna: Il Mulino, pp. 149-202.
  32. Prandini, R. e Sabel, C. H. 2013. Presentazione. Sociologia e Politiche Sociali,16, 3, pp. 5-8.
  33. Pruna, M.L. 2007. Donne al lavoro. Una rivoluzione incompiuta. Bologna: Il Mulino.
  34. Regonini G. 2005. Paradossi della democrazia deliberativa. Stato e Mercato, n. 73, pp. 3-31.
  35. Rosina, A. e Sabbadini, L.L. a cura di, 2006. Diventare padri in Italia, Argomenti, ISTAT, n. 31.
  36. Ross, P. e Ressia, S. 2015. Neither Office Nor Home: Coworking as an Emerging Workplace Choice. Employment Relations Record, 15(1), pp. 42.
  37. Rossi G. 2011. Verso una nuova genitorialità. Sociologia e Politiche Sociali,14, n.3, pp. 9-26.
  38. —2014. Funamboli senza rete. La conciliazione dal punto di vista dei padri, Autonomie locali e servizi sociali. Quadrimestrale di studi sul welfare, Serie 37 n. 1, pp. 57-80.
  39. Rossi G. e Mazzucchelli S. 2011. Presentazione. Sociologia e Politiche Sociali, vol. 14, 3, pp. 5-7.
  40. Saraceno, C. 2003. Mutamenti della famiglia e politiche sociali in Italia. Bologna: Il Mulino.
  41. —2015. A Critical Look to the Social Investment Approach from a Gender Perspective. Social Politics: International Studies in Gender, State & Society, 22, Issue 2, 1 June 2015, Pages 257-269.
  42. Saraceno, C. e Naldini, M. 2011. Conciliare famiglia e lavoro. Vecchi e nuovi patti tra i sessi e le generazioni. Bologna: Il Mulino.
  43. Scharpf, F. W. 2002. The European social model. JCMS: Journal of Common Market Studies, 40(4), pp. 645-670.
  44. Stoker, G. 1998. Governance as Theory: Five Propositions. International Social Science Journal, 50(155), pp. 17-28.
  45. Walby, S. 2004. The European Union and Gender Equality: Emergent Varieties of Gender regime. Social Politics: International Studies in Gender, State & Society, 11(1), pp. 4-29.
  46. Wall, K., Aboim, S. e Marinho, S. 2007. Fatherhood, Family and Work in men’s Lives: Negotiating New and Old Masculinities. Recherches Sociologiques et Anthropologiques, (38-2), pp. 105-122.

Giovanna Campanella, Luisa De Vita, in "SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI" 1/2018, pp. 97-119, DOI:10.3280/SP2018-001007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche