Clicca qui per scaricare

Ius existentiae e reddito minimo garantito: a che punto siamo in Italia? Reddito di inclusione e Reddito di cittadinanza a confronto
Titolo Rivista: CITTADINANZA EUROPEA (LA) 
Autori/Curatori:  Chiara Tripodina 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  42 P. 33-74 Dimensione file:  355 KB
DOI:  10.3280/CEU2018-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In questo studio l’Autrice, ricostruiti i fondamenti costituzionali del diritto all’esistenza, individua nel reddito minimo garantito una misura - conforme a Costituzione e costituzio-nalmente necessaria, oltre che fortemente raccomandata dall’Unione europea - per garan-tire un’esistenza dignitosa in caso di mancanza di reddito da lavoro. Lo studio si sofferma particolarmente sul punto in cui siamo in Italia nella costruzione di una misura unica e uni-versale di contrasto alla povertà, con l’analisi del Reddito di inclusione, varato dal governo Gentiloni e attivo in Italia dal 1 gennaio 2018, e della proposta di Reddito di cittadinanza portata avanti dal Movimento 5 stelle; anche questa una misura di reddito minimo garantito - non di reddito di base - rafforzata rispetto al Reddito di inclusione, ma non dissimile per ispirazione e progettazione.


Chiara Tripodina, in "CITTADINANZA EUROPEA (LA)" 1/2018, pp. 33-74, DOI:10.3280/CEU2018-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche