Ius existentiae e reddito minimo garantito: a che punto siamo in Italia? Reddito di inclusione e Reddito di cittadinanza a confronto

Titolo Rivista: CITTADINANZA EUROPEA (LA)
Autori/Curatori: Chiara Tripodina
Anno di pubblicazione: 2018 Fascicolo: 1 Lingua: English
Numero pagine: 42 P. 33-74 Dimensione file: 355 KB
DOI: 10.3280/CEU2018-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

In questo studio l’Autrice, ricostruiti i fondamenti costituzionali del diritto all’esistenza, individua nel reddito minimo garantito una misura - conforme a Costituzione e costituzio-nalmente necessaria, oltre che fortemente raccomandata dall’Unione europea - per garan-tire un’esistenza dignitosa in caso di mancanza di reddito da lavoro. Lo studio si sofferma particolarmente sul punto in cui siamo in Italia nella costruzione di una misura unica e uni-versale di contrasto alla povertà, con l’analisi del Reddito di inclusione, varato dal governo Gentiloni e attivo in Italia dal 1 gennaio 2018, e della proposta di Reddito di cittadinanza portata avanti dal Movimento 5 stelle; anche questa una misura di reddito minimo garantito - non di reddito di base - rafforzata rispetto al Reddito di inclusione, ma non dissimile per ispirazione e progettazione.

Chiara Tripodina, Ius existentiae e reddito minimo garantito: a che punto siamo in Italia? Reddito di inclusione e Reddito di cittadinanza a confronto in "CITTADINANZA EUROPEA (LA)" 1/2018, pp 33-74, DOI: 10.3280/CEU2018-001002