Prevenire l’insorgenza dei neet attraverso l’integrazione tra studio e lavoro

Titolo Rivista: ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE
Autori/Curatori: Giovanni Masino, Domenico Berdicchia
Anno di pubblicazione: 2018 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 15 P. 93-107 Dimensione file: 296 KB
DOI: 10.3280/ES2018-002006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo sostiene l’importanza di perseguire, da parte degli Atenei, percorsi e processi innovativi di transizione e integrazione tra studio e lavoro per i propri studenti al fine di ridurre e, ancor meglio, prevenire i rilevanti problemi di disallineamento tra domanda e offerta di lavoro che colpiscono in particolare i giovani. È possibile individuare criticità strutturali che caratterizzano pervasivamente il periodo della transizione tra studio e lavoro, ed è anche possibile risolverle o quanto meno ridurle attraverso la sperimentazione di pratiche originali. Questo può portare vantaggi significativi non solo per i giovani, ma anche per le imprese e il contesto socio-economico nel suo complesso. L’articolo porta ad esempio di ciò l’esperienza dei Percorsi di Inserimento Lavorativo dell’Università di Ferrara, i cui risultati positivi sono spiegati per l’appunto da una metodologia che si differenzia, per certi aspetti anche in modo radicale, gli approcci più comunemente utilizzati.

  1. Judge T.A., Ferris G.A. (1992) The elusive criterion of fit in human resources staffing decisions. Human Resource Planning, 15(4): 47-67.
  2. Masino G. (2013). Dall’istruzione al lavoro: un’alternativa possibile. In: Masino G., a cura di. Work as a process of personal development / Il lavoro come processo di sviluppo personale. Bologna: TAO Digital Library.
  3. Newell S. (2009). Recruitment and selection. In: Bach S. Managing Human Resources: Personnel Management in Transition. New York: John Wiley & Sons.
  4. Shackleton V., Newell S. (1994). European Management Selection Methods: A Comparison of Five Countries. International Journal of Selection and Assessment, 2: 91-102.
  5. Zucchermaglio C. (2005). Pil e processi di accompagnamento in uscita dall’università: imparare e lavorare sui confini delle comunità. In: Gandini A., a cura di. I percorsi di inserimento lavorativo – Pil – dell’Università di Ferrara. Rapporto di Ricerca, Cds, Ferrara.

Giovanni Masino, Domenico Berdicchia, Prevenire l’insorgenza dei neet attraverso l’integrazione tra studio e lavoro in "ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE " 2/2018, pp 93-107, DOI: 10.3280/ES2018-002006