Clicca qui per scaricare

Benessere emotivo e processi infi ammatori: un traffi co a due vie
Titolo Rivista: PNEI REVIEW 
Autori/Curatori: Andrew Steptoe 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: 2 Mente, cervello e salute Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 22-30 Dimensione file:  1084 KB
DOI:  10.3280/PNEI2018-002002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Oggi non è più possibile considerare il vissuto psicologico e la salute fisica come elementi separati: grazie alla psiconeuroimmunologia sono disponibili molteplici dati sul legame bidirezionale fra mente e corpo. La vita psicosociale influenza lo stato di salute corporea: stati di depressione o ansia ed eventi avversi vissuti durante l’infanzia sono in grado di aumentare la mortalità per tutte le cause, mentre il benessere psicologico (es.: godersi la vita) aumenta l’aspettativa di vita. L’attivazione dell’asse dello stress favorisce infatti la produzione di citochine (IL-1ß, IL-6, TNF-a e PCR) che aumentano il livello di infiammazione nel corpo, predisponendo a problemi quali cardiopatie, patologie immunitarie, diabete, sindrome metabolica. Dall’altra parte, l’infiammazione periferica può raggiungere il cervello alterando così il funzionamento dei circuiti cerebrali, attivando l’asse dello stress e influenzando l’umore: ecco perché un aumento dell’infiammazione periferica può favorire uno stato depressivo. È pertanto vitale avere in mente questo legame bidirezionale per prendersi cura della salute.


Keywords: Infiammazione, Depressione, Fattori di rischio psicosociali, Citochine, Asse ipotalamo-ipofisi-surreni, Eventi avversi infantili



  1. Laura Bastianelli, Alessandro Bianchi, Francesco Bottaccioli, Raffaella Cardone, Ines Romy Cutrona, Gianangelo Palo, Fabio Sinibaldi, Emanuela Stoppele, Giulia Tossici, Laura Vaccaro, Un nuovo paradigma per le scienze e le professioni psicologiche e psichiatriche in PNEI REVIEW 1/2021 pp. 12, DOI: 10.3280/PNEI2021-001002

Andrew Steptoe, in "PNEI REVIEW" 2/2018, pp. 22-30, DOI:10.3280/PNEI2018-002002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche