Clicca qui per scaricare

Verso una valutazione di processo delle politiche di assistenza sociale. Cosa ci insegnano le migrazioni contemporanee?
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI 
Autori/Curatori: Eleonora Costantini 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  22 P. 135-156 Dimensione file:  318 KB
DOI:  10.3280/SP2018-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il presente contributo ha un obiettivo principale: delineare una metodologia di ricerca valutativa delle politiche di assistenza sociale in grado di coglierne la dimensione processuale, come occasione di apprendimento continuo in termini di policy making. Da un punto di vista teorico, la valutazione di processo è quel tipo di valutazione che affronta l’aspetto procedurale di un intervento e mira ad analizzare le relazioni e la gestione dei ruoli tra i soggetti coinvolti, il modo in cui vengono raggiunti i destinatari, le procedure di partecipazione adottate, i fattori di successo e gli ostacoli incontrati nell’implementazione. L’impatto dei fenomeni migratori sui servizi è stato utilizzato come caso studio poiché rappresenta un fattore esterno con cui il sistema italiano si è dovuto confrontare negli ultimi venticinque anni.


Keywords: Valutazione; Politiche sociali; Migrazione; Terzo settore; Welfare.

  1. AAVV. 2017. Rapporto sulla protezione internazionale in Italia. -- www.unhcr.it
  2. Ambrosini, M. 2008. Un’altra globalizzazione. La sfida delle migrazioni transnazionali. Bologna: Il Mulino.
  3. ― 2011. Sociologia delle migrazioni. Bologna: il Mulino.
  4. ― 2012. a cura di. Governare città plurali. Politiche locali di integrazione per gli immigrati in Europa. Milano: FrancoAngeli.
  5. Anderies, J. M., Janssen, M. A. and Ostrom., E. 2004. A Framework to Analyze the Robustness of Social-ecological Systems from an Institutional Perspective. Ecology and Society, 9(1):18. -- URL: https://bit.ly/2yCIrNU.
  6. Anderies, J. M. and Janssen, M. A. 2013. Robustness of Social-Ecological Systems: Implications for Public Policy. The Policy Studies Journal, 41(3), pp. 513-536.
  7. Balbo, M. 2015. Migrazioni e piccoli comuni, Milano: FrancoAngeli.
  8. Barberis, E. 2009. La dimensione territoriale delle politiche per gli immigrati. In Y. Kazepov a cura di. 2009. La dimensione territoriale delle politiche sociali in Italia, pp. 223-254. Roma: Carocci.
  9. ― 2010. Il ruolo degli operatori sociali dell’immigrazione nel welfare locale. Autonomie Locali e Servizi Sociali, n.1, pp. 45-60.
  10. Barberis, E. and Boccagni, P. 2014. Blurred Rights, Local Practices: Social Work and Immigration in Italy. British Journal of Social Work, 44(suppl. 1), pp. 70-87.
  11. ― 2017. Il lavoro sociale con le persone immigrate. Rimini: Maggioli Editore.
  12. Barberis, E. e Kazepov, Y. 2013, Il welfare frammentato. Le articolazioni regionali delle politiche italiane. Roma: Carocci.
  13. Barberis, E. e Pavolini, E. 2015. Le politiche per gli immigrati. In Ranci, C. e Pavolini, E. a cura di. Le politiche di welfare, pp. 261-289. Bologna: Il Mulino.
  14. Bassoli, M., Gianfreda, S., Marroccoli, G., Musicco, F. e Oggioni, L. 2016, Mi fido di te: come e perché aprire casa a un rifugiato, working paper.
  15. Bertozzi, R. e Consoli, T. 2017. Flussi migratori, nuove vulnerabilità e pratiche di accoglienza. Autonomie Locali e Servizi Sociali, 1, pp. 3-17.
  16. Busso, S., Gargiulo, E. e Manocchi, M. 2013. MULTIWELFARE. Le trasformazioni dei welfare territoriali nella società dell’immigrazione, report di ricerca, FIERI, download da www.fieri.org.
  17. Campomori, F. 2007. Il ruolo di policy making svolto dagli operatori dei servizi per gli immigrati. Mondi Migranti, 3, pp. 83-106.
  18. Campomori, F. e Caponio, T. 2013. Le politiche di integrazione per gli immigrati. In V. Fargion e E. Gualmini a cura di. Tra l’incudine e il martello. Regioni e nuovi rischi sociali in tempi di crisi. Bologna: Il Mulino.
  19. Campomori, F. e Feraco, M. 2018. Integrare i rifugiati dopo i percorsi di accoglienza: tra le lacune della politica e l’emergere di (fragili) pratiche socialmente innovative. Rivista Italiana di Politiche Pubbliche, 1, pp. 127-157.
  20. Caponio, T. e Pavolini, E. a cura di. 2007. Politiche e pratiche di gestione dei fenomeni migratori. Mondi Migranti, 3, pp. 23-29.
  21. Carchedi, F. 2002. Le politiche sociali per gli immigrati e la fruizione dei servizi sociali, working paper.
  22. De Leonardis, O. 1998. In un diverso welfare. Milano: Feltrinelli.
  23. Fargion, V. 2003. Il modello sociale europeo, working paper presentato al workshop Lo spazio sociale europeo, Università degli studi di Firenze e Centro Studi CISL.
  24. Fargion, V. e Gualmini, E. 2013. Tra l’incudine e il martello. Bologna: Il Mulino.
  25. Fazzi, L. 2000. Quasi mercati nei servizi sociali. Prospettive sociali e sanitarie, 4, pp. 2, Milano: IRS.
  26. ― 2007. Gli scenari di evoluzione del terzo settore in Italia. Appunti sulle politiche sociali, 5. Castelplanio (AN): Gruppo Solidarietà.
  27. Gargiulo, E. 2016. La residenza come campo di tensioni. I conflitti sull’iscrizione anagrafica e la loro rilevanza per lo studio delle migrazioni interne. Per una storia della popolazione italiana nel Novecento. UDINE, FORUM.
  28. Georgescu Roegen, N. 1971. Entropy Law and Economic Process. Cambridge: Harvard University Press.
  29. Giovannetti, E. 2005. La divisione del lavoro è limitata dalla divisione del lavoro: costi transattivi e teoria dell’impresa. Università di Modena e Reggio Emilia, Working Papers del Dipartimento di Economia Politica.
  30. ― 2014. Una valutazione ecologia che non c’è: quali danni produce l’uso flessibile del lavoro al sistema delle imprese? In A. Ninni a cura di. Politica industriale e sviluppo sostenibile, Collana di Economia Industriale e Applicata, Dipartimento di Economia Università di Parma.
  31. ISTAT. 2017. Gli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli e associati, Report e Statistiche – download dal sito -- www.istat.it.
  32. Kazepov Y. a cura di. 2009. La dimensione territoriale delle politiche sociali in Italia. Roma: Carocci.
  33. King, R. 2002. ‘Towards a new map of European migration. International Journal of Population Geography, 8, pp. 89-106.
  34. Le Galès, P. e Lascoumes, P. a cura di. 2009, Gli strumenti per governare, Milano: Bruno Mondadori.
  35. Martini, A. 1997. Valutazione dell’efficacia di interventi pubblici contro la povertà: questioni di metodo e studi di casi, working paper.
  36. Ministero dell’Interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, Rapporto sull’accoglienza di migranti e rifugiati in Italia. ottobre 2015, scaricabile dal sito -- www.interno.gov.it.
  37. Nocifora, V. 2007. Assistenti sociali e problemi migratori. Prospettive Sociali e Sanitarie, 8, pp. 11-22.
  38. Ostrom, E. 2006. Governare i beni collettivi. Venezia: Marsilio.
  39. Pasian, P. e Toffanin, A. M. 2018. Richiedenti asilo e rifugiate nello Sprar. Contraddizioni nel sistema d’accoglienza. Mondi Migranti, 1, pp. 127-145.
  40. Pavolini, E. 2018. Dieci anni dopo: Welfare, mercato del lavoro e crisi in Italia, intervento in sessione all’interno del II Convegno SISEC, Milano 25/27 Gennaio.
  41. Ponzo, I. e Zincone, G. a cura di. 2010, Immigrati: servizi uguali o diversi? Roma: Carocci Editore.
  42. Rucco, F. 2018. Il welfare come bene comune: estrazione di valore, prospettive di finanziarizzazione e autodifesa della società. H-ermes. Journal of Communication, 11.
  43. Spinelli, E. 2005. Immigrazione e servizio sociale. Roma: Carocci Faber.
  44. Trigilia, C. 2015. Cultura, istituzioni e sviluppo. La lezione di Max Weber e il neoistituzionalismo. Stato e mercato, 2, pp. 263-280.
  45. Vicarelli, M. G. 2018. Nuove tecnologie e professioni del welfare sociale e sanitario, intervento alla sessione plenaria di apertura del II Convegno SISEC, Milano 25/27 Gennaio.
  46. Vitale T. 2005. Contrattualizzazione sociale. La Rivista delle Politiche Sociali, 1, pp. 291-323.

Eleonora Costantini, in "SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI" 2/2018, pp. 135-156, DOI:10.3280/SP2018-002007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche