Pazienti addicted ad Elevata Complessità Socio-Sanitaria (ECoSS): dall’approccio intuitivo alla definizione di criteri scientifici. Studio retrospettivo osservazionale su una popolazione di 1.003 pazienti
Titolo Rivista: MISSION 
Autori/Curatori: Enrico De Vivo, Marilu Foti, Manuela Mellano, Emanuele Bignamini 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: 52 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 9-25 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/mis52-2018oa8367
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 

 


PDF di questo articolo NON è disponibile.

Un paziente ad "Elevata Complessità SocioSanitaria" (ECoSS), rappresenta l’esito conclusivo di un investimento terapeutico e, tendenzialmente, non ha più possibilità di riabilitazione; quindi, impegnerà risorse del sistema di cura per tutta la durata della sua vita, costituendo un elemento da considerare in termini di programmazione e investimento delle risorse.  A fronte di queste considerazioni, si pongono diverse questioni. Quando è possibile definire un paziente ECoSS? Qual è la prevalenza dei pazienti che possono essere definiti ECoSS sul totale di quelli in cura? Quali caratteristiche specifiche hanno rispetto ai pazienti "non ECoSS" in cura e rispetto alla popolazione generale? Sono stati esaminati 1003 pazienti allo scopo di rispondere a queste domande.


Keywords: Pazienti addicted ad Elevata Complessità Socio-Sanitaria; ECoSS; criteri scientifici; risorse, trattamento

Enrico De Vivo, Marilu Foti, Manuela Mellano, Emanuele Bignamini, in "MISSION" 52/2018, pp. 9-25, DOI:10.3280/mis52-2018oa8367

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche