Il rap come geo-grafia? Coordinate metodologiche per un’analisi letteraria

Titolo Rivista: RIVISTA GEOGRAFICA ITALIANA
Autori/Curatori: Patrick Cherif
Anno di pubblicazione: 2019 Fascicolo: 4 Lingua: Italiano
Numero pagine: 10 P. 107-116 Dimensione file: 95 KB
DOI: 10.3280/RGI2019-004006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

ll rap, al pari di altre espressioni letterarie, può essere considerato come una geo-grafia, ovvero come una rappresentazione dello spazio. Pertanto, tra le rime di un testo rap è racchiusa una geografia letteraria i cui confini sono tracciati dall’immaginazione, dalla soggettività e dal punto di vista del narratore. Alcune metodologie critiche e teorie della letteratura permettono di indagare i meccanismi testuali implicati in tale rappresentazione e di scoprirne il significato profondo, sottolineando il processo di risignificazione a cui è sottoposto l’ambiente rappresentato.

Patrick Cherif, Il rap come geo-grafia? Coordinate metodologiche per un’analisi letteraria in "RIVISTA GEOGRAFICA ITALIANA" 4/2019, pp 107-116, DOI: 10.3280/RGI2019-004006