Clicca qui per scaricare

Autoimmune diseases and gender gap
Titolo Rivista: PNEI REVIEW 
Autori/Curatori: Anna Giulia Bottaccioli, Francesco Bottaccioli 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 2  Lingua: Inglese 
Numero pagine:  16 P. 14-29 Dimensione file:  224 KB
DOI:  10.3280/PNEI2020-002003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


The concept of autoimmunity is both counterintuitive and anti-paradigmatic: indeed, during the last century, the immune system has been viewed as a defence system against external microbial agents - "the" cause of illness. However, the scientific research has found out that the immune system shows a much higher complexity, similarly to the nervous system: in particular, the immune system has an outstanding ability to adapt to the environment, which is defined by all the stimuli coming from either the inside of the body or the external world. Nutrition, physical activity, pollution, psychological stress, social relationships, and microbes (both symbiotic and pathogens) can greatly influence the activation of the immune system: on the one hand, the immune cells could be induced to orchestrate efficient responses to potential threats; on the other hand, they could be induced to attack the tissues of the body. The authors, therefore, aim to briefly review the research that showed how the environment, more than genetic factors, could influence the immune system, in particular, expanding on the reasons why autoimmunity appears to be way more prevalent in women than in men.

Il concetto di autoimmunità è sia controintuitivo che anti-paradigmatico: infatti, nell’ultimo secolo, il sistema immunitario è stato visto come un sistema di difesa contro gli agenti microbici esterni visti come la causa unica delle malattie. Tuttavia, la ricerca scientifica ha stabilito che il sistema immunitario ha una elevata complessità, simile a quella del sistema nervoso: in particolare, il sistema immunitario ha una notevole capacità di adattamento all’ambiente, che è rappresentato da tutti gli stimoli che provengono dall’interno del corpo e dall’ambiente esterno. La nutrizione, l’attività fisica, l’inquinamento, lo stress psicologico, le relazioni sociali e i microbi possono fortemente influenzare l’attivazione del sistema immunitario: da un lato, il sistema immunitario potrebbe essere indotto a orchestrare una risposta efficace a potenziali minacce; dall’altro lato, potrebbe essere indotto ad attaccare i tessuti del corpo. Gli autori, mostrano come l’ambiente, più che i fattori genetici, influenzi il sistema immunitario, concentrandosi in particolare sui fattori che possono spiegare la prevalenza delle malattie autoimmuni nelle donne.
Keywords: Autoimmunità, Epigenetica, Ormoni, Ambiente, Donne, Stress.

Anna Giulia Bottaccioli, Francesco Bottaccioli, in "PNEI REVIEW" 2/2020, pp. 14-29, DOI:10.3280/PNEI2020-002003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche