La struttura della prima visita oncologica: uno studio conversazionale

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Marilena Fatigante, Cristina Zucchermaglio, Francesca Alby, Mariacristina Nutricato
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 1 Lingua: English
Numero pagine: 25 P. 53-77 Dimensione file: 324 KB
DOI: 10.3280/PDS2021-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

La prima visita in oncologia è un evento istituzionale (Drew e Heritage, 1992) altamente complesso sia per medico che per paziente e accompagnatori coinvolti. Il lavoro presenta uno studio conversazionale su un corpus di prime visite oncologiche volto all’esame delle distinte fasi che compongono questo evento. Il corpus di dati è costituito da 36 video registrazioni di visite oncologiche, condotte da due oncologi senior in due differenti ospedali romani. Lo stu-dio aderisce alla prospettiva teorico-metodologica dell’Analisi Conversazionale (Schegloff, 2007), in particolare applicata al contesto medico (Heritage e Maynard, 2006). A partire da indicatori empirici discorsivi e multimodali, sono state identificate 8 fasi attraverso le quali, con diverse durate e complessità, si realizza la visita oncologica: Apertura, Anamnesi, Presentazio-ne della malattia, Stadiazione, Indicazione di trattamento, Prescrizioni e Chiusura. L’analisi qualitativa mostra come paziente e accompagnatore si orientino ai passaggi tra fasi distinte, cooperando con il medico ad assolvere la specifica agenda di attività della visita. Sono discusse le implicazioni dello studio per la ricerca e la comprensione delle forme di partecipazione e strategie di empowerment disponibili ai pazienti per fronteggiare la complessità comunicativa dell’incontro con l’oncologo e ridurre possibili stati d’ansia che si associano a questo evento.

  • Being in Place: A Multimodal Analysis of the Contribution of the Patient's Companion to “First Time” Oncological Visits Marilena Fatigante, Cristina Zucchermaglio, Francesca Alby, in Frontiers in Psychology 664747/2021
    DOI: 10.3389/fpsyg.2021.664747

Marilena Fatigante, Cristina Zucchermaglio, Francesca Alby, Mariacristina Nutricato, La struttura della prima visita oncologica: uno studio conversazionale in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 1/2021, pp 53-77, DOI: 10.3280/PDS2021-001005