Clicca qui per scaricare

La verità degli avvocati: un’indagine sul cinema italiano
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL DIRITTO  
Autori/Curatori:  Luigi Pannarale 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 3  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 33-51 Dimensione file:  220 KB
DOI:  10.3280/SD2020-003002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 




This paper offers a review on some Italian movies, from the postwar period to the present, in order to investigate the role of lawyers in the popular culture. The analysis highlights different types of lawyers, different ways of interpreting their role, as well as their relation with the judiciary system. The paper also shows a remarkable difference between the image of lawyering revealed by the Italian cinema and the prevalent one in US movies.
Keywords: Lawyers - cinema - Italian movies - Law & literature

  1. Baratta, Alessandro, 1982. Criminologia critica e critica del diritto penale. Bologna: il Mulino [nuova edizione, Meltemi, Milano 2019].
  2. Dürrenmatt, Friedrich, 2005. Giustizia. Traduzione italiana. Milano: Marcos y Marcos.
  3. La Torre, Massimo, 2002. Il giudice, l’avvocato e il concetto di diritto. Catanzaro: Soveria Mannelli.
  4. Matza, David, 1976. Come si diventa devianti. Traduzione italiana. Bologna: il Mulino.
  5. Romeo, Andrea, 2015. Deontologia e teoria del diritto. L’avvocato nel dibattito giusfilosofico contemporaneo. Messina: Edas.
  6. Sutherland, Edwin H., 1987. Il crimine dei colletti bianchi. Traduzione italiana. Milano: Giuffrè.
  7. Williams, Frank P., & Marylin D. McShane, 1999. Devianza e criminalità. Traduzione italiana. Bologna: il Mulino.
  8. Ziccardi, Giovanni, 2010. Il diritto al cinema. Cent’anni di ‘courtroom drama’ e melodrammi giudiziari. Milano: Giuffrè.

Luigi Pannarale, in "SOCIOLOGIA DEL DIRITTO " 3/2020, pp. 33-51, DOI:10.3280/SD2020-003002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche