Clicca qui per scaricare

Documenti dell’Archivio di Stato di Catania per la storia dell’ars aromataria nella Sicilia orientale tra Quattrocento e Ottocento: speziali, farmaci, «burniame» e ceramisti
Titolo Rivista: ARCHIVIO STORICO PER LA SICILIA ORIENTALE 
Autori/Curatori: Anna Maria Iozzia 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 107-119 Dimensione file:  173 KB
DOI:  10.3280/ASSO2020-001012
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nel contributo sono esaminati alcuni documenti dell'Archivio di Stato di Catania riguardanti diversi aspetti della storia dell'ars aromataria siciliana tra la fine del Quattrocento e gli inizi dell'Ottocento. Questi documenti, infatti, mettono in luce il funzionamento di un’aromateria di Randazzo del XV secolo, permessi rilasciati dai Protomedici per esercitare la suddetta arte dal XVI al XVIII secolo, i farmaci presenti in due aromaterie di Biscari (oggi Acate) nel XVIII secolo, il vasellame commissionato nel XVIII secolo da speziali e commercianti del calatino a ceramisti di Caltagirone per riporvi i farmaci e le ricette prescritte per i poveri a Biscari nel XIX secolo.


Keywords: Società, licenza, ricetta, farmacopea, vasellame, decorazione

Anna Maria Iozzia, in "ARCHIVIO STORICO PER LA SICILIA ORIENTALE" 1/2020, pp. 107-119, DOI:10.3280/ASSO2020-001012

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche