Dialoghi sulla psicoterapia al tempo del Coronavirus: un’introduzione

Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT
Autori/Curatori: Margherita Spagnuolo Lobb
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 9 P. 11-19 Dimensione file: 176 KB
DOI: 10.3280/GEST2021-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Questo report fornisce un quadro della sezione speciale intitolata "Dialoghi sulla psicote-rapia al tempo del Coronaviru". Dodici eminenti psicoterapeuti e formatori della Gestalt pro-venienti da diverse parti del mondo sono stati invitati dall’Istituto di Gestalt HCC Italy - Scuo-la di Specializzazione in Psicoterapia riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca - a condividere la loro esperienza della pandemia. Il webinar, organizzato il 15-16 maggio 2020, ha ospitato 850 partecipanti da tutto il mondo, che hanno potuto riflettere su come mi-gliorare le loro competenze come psicoterapeuti in questo momento di trauma globale, e tra-sformare questo evento epocale in un’opportunità di crescita. Dal loro dialogo sono emersi nuovi valori umanistici: uno spostamento dal sostenere lo sviluppo del potere personale al nuovo valore dell’essere-con e riconoscere l’altro. Questa discussione ha rivelato come la psi-coterapia della Gestalt, con la sua prospettiva sul sé come processo che ha luogo al confine di contatto con l’ambiente, e la sua anima relazionale che guarda alla co-creazione tra terapeuta e paziente, può contribuire significativamente a questa svolta. I relatori hanno riportato in questa sezione le loro riflessioni personali, cliniche e teoriche offerte durante il webinar. Il loro obiet-tivo può essere espresso con la domanda "Come possiamo raccontare ai nostri figli ciò che stiamo vivendo con un senso di bellezza e coraggio, in modo che possano andare avanti nella loro vita, contando su una base sicura e significativa?".

  1. Wheeler G. (2000). Beyond Individualism: Toward a New Understanding of Self, Relationship, and Experience. Hillsdale, NY: The Analytic Press.
  2. Bloom D.J. (2007). “Tigre! Tigre! Che splendente bruci”: valori estetici come valori clinici in psicoterapia della Gestalt. In: Spagnuolo Lobb M., Amendt-Lyon N. (a cura di), Il permesso di creare. L’arte della psicoterapia della Gestalt, Milano: FrancoAngeli, pp. 98-115.
  3. Bloom D.J. (2018). La funzione relazionale del sé. Il funzionamento del sé sul piano più umano. In: Robine J.M. (a cura di), Sé. Una polifonia di psicoterapeuti della Gestalt contemporanei. Milano: FrancoAngeli, pp. 56-77.
  4. Bloom D.J. (2020). Intentionality: The Fabric of Relationality. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 389-396.
  5. Bocian B. (2019). From Character Analysis to Interpersonal Psychoanalysis to Gestalt Therapy. In: Robine J.-M., Bowman C., Perls F.S. (eds.), Psychopathology of awareness. An Unfinished and Unpublished Manuscript from the Main Founder of Gestalt Therapy. St. Romain la Virvée, France: L’Exprimerie, pp. 105-136.
  6. Bocian B. (2020). Fear, Self-support, and “Good Introjects. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 363-368.
  7. Cavaleri P.A. (a cura di) (2013). Psicoterapia della Gestalt e Neuroscienze. Dall’isomorfismo alla simulazione incarnata. Milano: FrancoAngeli.
  8. Cavaleri P.A. (2020). A Gestalt Therapy Reading of the Pandemic. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 347-352.
  9. Fischer S.L. (2020). Reflections on “Dialogues on Psychotherapy in the Time of Coronavirus”: An International Webinar Hosted by Margherita Spagnuolo Lobb and the Istituto Gestalt HCC Italy. Gestalt Review, 24, 2: 235-241.
  10. Frank R. (2019). L’esperienza del movimento: la risonanza cinestetica come sentimento relazionale. In: Spagnuolo Lobb M., Levi N., Williams A. (a cura di), La psicoterapia della Gestalt con i bambini. Dall’epistemologia alla pratica clinica. Milano: FrancoAngeli, pp. 95-110.
  11. Frank R. (2020). Developing Presence Online. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 369-372.
  12. Gold E., Zahm S. (2020). Buddhist Psychology Informed Gestalt therapy for Challenging Times. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 373-377.
  13. Jacobs L. (2018). Comment to “My Other’s Keeper: Resources for the Ethical Turn in Psychotherapy” by Orange D.M. In: Spagnuolo Lobb M., Bloom D., Roubal J., Zeleskov Djoric J., Cannavò M., La Rosa R., Tosi S., Pinna V. (eds.), The Aesthetic of Otherness: Meeting at the Boundary in a Desensitized World, Proceedings. Siracusa: Istituto di Gestalt HCC Italy Publ. Co., pp. 37-40.
  14. Jacobs L. (2020). Hope, Dread, and Dignity when “Now for Next” has Collapsed. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 353-356.
  15. Kitzler R. (2007). The Ambiguities of Origins: Pragmatism, the University of Chicago, and Paul Goodman’s Self. Studies in Gestalt Therapy: Dialogical Bridges, 1: 41-63.
  16. Narzisi A. (2020). Autism Spectrum Condition and COVID-19: Issues and Chances. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 378-381.
  17. Orange D.M. (2018). My Other’s keeper: Resources for the Ethical Turn in Psychotherapy. In: Spagnuolo Lobb M., Bloom D., Roubal J., Zeleskov Djoric J., Cannavò M., La Rosa R., Tosi S., Pinna V. (eds.), The Aesthetic of Otherness: Meeting at the Boundary in a Desensitized World. Proceedings. Siracusa: Istituto di Gestalt HCC Italy Publ. Co., pp. 19-32.
  18. Perls F.S, Hefferline R., Goodman P. (1951). Gestalt Therapy: Excitement and Growth in the Human Personality. New York, NY: The Gestalt Julian Press.
  19. Porges S.W. (2007). The Polyvagal Perspective. Biological Psychology, 74: 116-143.
  20. Robine J.-M. (a cura di) (2018). Sé. Una polifonia di psicoterapeuti della Gestalt contemporanei. Milano: FrancoAngeli.
  21. Spagnuolo Lobb M. (2011). Il now-for-next in psicoterapia. La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna. Milano: FrancoAngeli.
  22. Spagnuolo Lobb M. (2017). From Losses of Ego Functions to the Dance Steps Between Psychotherapist and Client: Phenomenology and Aesthetics of Contact in the Psychotherapeutic Field. British Gestalt Journal, 26: 28-37.
  23. Spagnuolo Lobb M. (2018). Comment to “My Other’s Keeper: Resources for the Ethical Turn in Psychotherapy”, by Orange D.M. In: Spagnuolo Lobb M., Bloom D., Roubal J., Zeleskov Djoric J., Cannavò M., La Rosa R., Tosi S., Pinna V. (eds.), The Aesthetic of Otherness: Meeting at the Boundary in a Desensitized World. Proceedings. Siracusa: Istituto di Gestalt HCC Italy Publ. Co., pp. 41-44.
  24. Spagnuolo Lobb M. (2019). The Paradigm of Reciprocity: How to Radically Respect Spontaneity in Clinical Practice. Gestalt Review, 23: 234-254.
  25. Spagnuolo Lobb M. (2020). Gestalt Therapy During Coronavirus: Sensing the Experiential Ground and “Dancing” with Reciprocity. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 397-409.
  26. Taylor M. (2016). Psicoterapia del trauma e pratica clinica. Corpo, neuroscienze e Gestalt. Milano: FrancoAngeli.
  27. Taylor M. (2020). Collective Trauma and the Relational Field. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 382-388.
  28. Vázquez Bandín C. (2020). Only the Living Can Witness the Passing of Death: Mourning in Times of Pandemic. The Humanistic Psychologist, 48, 4: 357-362.

Margherita Spagnuolo Lobb, Dialoghi sulla psicoterapia al tempo del Coronavirus: un’introduzione in "QUADERNI DI GESTALT" 1/2021, pp 11-19, DOI: 10.3280/GEST2021-001002