Per una lettura gestaltica della pandemia

Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT
Autori/Curatori: Pietro Andrea Cavaleri
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 1 Lingua: English
Numero pagine: 8 P. 101-108 Dimensione file: 156 KB
DOI: 10.3280/GEST2021-001011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo si propone di dare una lettura della pandemia a partire da una prospettiva gestal-tica. Analizza prima di tutto lo sfondo da cui essa emerge e la sua complessità. Il pianeta viene definito come malato e bisognoso di nuove forme di sostenibilità. La vulnerabilità umana, resa ancora più attuale dal COVID-19, viene quindi proposta dall’autore come una condizione esistenziale permanente, capace tuttavia di generare nuovi adattamenti creativi e nuove potenzialità. Posta in questa cornice di significato, la pandemia può costituire una sfida per ogni singola persona e per intere comunità.

  1. Anders G. (1992). L’uomo è antiquato. Torino: Bollati Boringhieri.
  2. Barbera F., Gallerano L., Nicoletti A., Raimondi S. (2020). Biodiversità a rischio. Roma: Legambiente.
  3. Bauman Z. (2000). Liquid Modernity. Cambridge, UK: Polity (trad. it.: Modernità liquida. Bari: Laterza, 2011).
  4. Bellina G. (2019). Modelli di sostenibilità per il terzo millennio. Nuova Umanità, XLI, 4: 115-129.
  5. Braga C., Calvo-Quiros A.M., Contini P., Pellegrini G. (2020). Migrazioni e inclusione. Nuova Umanità, XLII, 2: 43-56.
  6. Capobianco F., Perrelli M.C., Scarola L. (2020). Covid-19: Le lezioni (non) apprese della Fase 0. -- Testo disponibile al sito: www.vita.it/it/article/2020/04/20/covid-19-le-lezioni-non-apprese-dalla-fase-0/155092.
  7. Cavaleri P.A. (2003). La profondità della superficie. Percorsi introduttivi alla psicoterapia della Gestalt. Milano: FrancoAngeli.
  8. De Giovanni B. (2020). Il coronavirus è l’emblema della società liquida, tutto circola compresi i virus. -- Testo disponibile al sito: https://www.ilrifomista.it/il-coronavirus-e-l‘emblema-della-società-liquida-tutto-circola-compresi-i-visrus-58119/
  9. Foucault M. (2005). Nascita della biopolitica. Milano: Feltrinelli.
  10. Frewen P., Lanius R. (2015). Healing the Traumatized Self. Consciousness, Neuroscience, Treatment. New York, NY: W.W. Norton & Company (trad. it.: La cura del sé traumatizzato. Coscienza, neuroscienze, trattamento. Roma: Giovanni Fioriti Editore, 2017).
  11. Galimberti U. (1999). Psiche e techne. Milano: Feltrinelli.
  12. Lasch C. (1979). The Culture of Narcissism: American Life in an Age of Diminishing Expectations. New York, NY: Norton (trad. it.: La cultura del narcisismo. Milano: Bompiani, 1981).
  13. Molinari E., Cavaleri P.A. (2015). Il dono nel tempo della crisi. Milano: Raffaello Cortina.
  14. Panksepp J., Biven L. (2012). The Archaeology of Mind: Neuroevolutionary Origins of Human Emotion. New York, NY: W.W. Norton & Company. (trad. it.: Archeologia della mente. Origini neuroevolutive delle emozioni umane. Milano: Raffaello Cortina, 2014).
  15. Perls F.S. (1969). Gestalt Therapy Verbatim. Moab, Utah: Real people Press. (trad. it.: La terapia gestaltica parola per parola. Roma: Astrolabio, 1980).
  16. Perls F.S., Hefferline R.F., Goodman P. (1994). Gestalt Therapy: Excitement and Growth in the Human Personality. New York, NY: The Gestalt Journal Press (trad. it.: Terapia e pratica della terapia della Gestalt. Vitalità e accrescimento nella personalità umana. Roma: Astrolabio, 1997).
  17. Pievani T. (2019). La terra dopo di noi. Roma: Contrasto.
  18. Porges S.W. (2017). The Pocket Guide to the Polyvagal Theory. The Transformative Power of Feeling Safe. New York, NY: W.W. Norton & Company, Inc. (trad. it.: La guida alla teoria polivagale. Il potere trasformativo della sensazione di sicurezza. Roma: Giovanni Fioriti Editore, 2018).
  19. Rank O. (1993). The Trauma of Birth. New York, NY: Dover Publications (trad. it.: Il trauma della nascita. Milano: SugarCo, 1990).
  20. Spagnuolo Lobb M. (2011). Il now-for-next in psicoterapia. La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna, Milano: FrancoAngeli.
  21. Spagnuolo Lobb M. (2015). Il sé come contatto. Il contatto come sé. Un contributo all’esperienza dello sfondo secondo la teoria del sé della psicoterapia della Gestalt. Quaderni di Gestalt, XXVIII, 2: 25-56. DOI: 10.3280/GEST2015-00200
  22. Taylor M. (2014). Trauma Therapy and Clinical Practice: Neuroscience, Gestalt and the Body. Maidenhead, UK: Open University Press, McGraw-Hill Education (trad. it.: Psicoterapia del trauma e pratica clinica. Corpo, Neuroscienze e Gestalt. Milano: FrancoAngeli, 2016).
  23. Travaglio M. (2020). Tra inquinamento e mortalità per il Covid c’è un collegamento. -- Testo disponibile al sito: https://agi.it/cronaca/news//2020-04-30/particolato-inquinamento-coronavirus-covid-travaglio-8484721/
  24. Van der Kolk B. (2014). The Body Keeps the Score: Brain, Mind, and Body in the Healing of Trauma. New York, NY: Penguin (trad. it.: Il corpo accusa il colpo. Milano: Raffaello Cortina, 2015).
  25. Wertheimer M. (1945). Productive Thinking. New York, NY: Harper and Bros (trad. it.: Il pensiero produttivo. Firenze: Giunti Editore, 1997).

Pietro Andrea Cavaleri, Per una lettura gestaltica della pandemia in "QUADERNI DI GESTALT" 1/2021, pp 101-108, DOI: 10.3280/GEST2021-001011