Clicca qui per scaricare

Dal profilo di rischio del lavoratore al profilo di rischio della persona: un metodo per la promozione della salute
Titolo Rivista: PNEI REVIEW 
Autori/Curatori: Maria Rita Acone 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 2  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 78-97 Dimensione file:  271 KB
DOI:  10.3280/PNEI2021-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’Autrice propone una diversa organizzazione della sanità territoriale con una maggiore attenzione alla prevenzione grazie a una periodica valutazione dello stato di salute psico-fisico delle persone. Trae spunto da due discipline: la medicina del lavoro e la psiconeuroendocrinoimmunologia. Dalla prima estrapola il metodo relativo all’accertamento dei rischi fisici, chimici, biologici, psicologici e le modalità di monitoraggio dell’assistito. Dalla seconda le basi scientifiche per una visione olistica dell’individuo che tenga conto delle interazioni tra i sistemi dell’organismo e di quelle tra persona e ambiente fisico e sociale. La proposta si concretizza in un documento di valutazione del rischio, realizzato con i metodi noti nell’ambito della sicurezza sui luoghi di lavoro e in una cartella clinica della salute elaborata in base ai principi della Pnei caratterizzata, quindi, da un’anamnesi specifica per definire il profilo psico-socio-culturale dell’assistito e le sue relazioni con l’ambiente fisico e sociale in cui vive. L’Autrice, infine, auspica che la necessaria raccolta sistematica dei dati in formato digitale venga realizzata con il Fascicolo Sanitario Elettronico, già utilizzato in Italia anche se in modo disomogeneo tra le regioni.


Keywords: Rischi ambientali, Cartella clinica della salute, Prevenzione, Organizzazione sanitaria, Psiconeuroendocrinoimmunologia, Sanità digitale.

Maria Rita Acone, in "PNEI REVIEW" 2/2021, pp. 78-97, DOI:10.3280/PNEI2021-002007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche