L’Aquila: la costruzione di una città dispersa (1950-2008)

Titolo Rivista: ARCHIVIO DI STUDI URBANI E REGIONALI
Autori/Curatori: Cora Fontana
Anno di pubblicazione: 2018 Fascicolo: 122 Lingua: Italiano
Numero pagine: 23 P. 101-123 Dimensione file: 388 KB
DOI: 10.3280/ASUR2018-122006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo vuole riportare l’attenzione sui caratteri del territorio aquilano prima del sisma del 2009. L’analisi si concentrerà in primo luogo sui processi di urbanizzazione che hanno interessato lo sviluppo extra-moenia del sistema urbano dell’Aquila, dagli anni ’50 al 2008. In secondo luogo descriverà - tramite lo studio dei caratteri spaziali e morfologici di alcune tipologie insediative rappresentative - la peculiare dimensione dispersa che caratterizza il paesaggio urbano aquilano.

  1. Ardigò A. (1967). La diffusione urbana. Aree metropolitane e i problemi del loro sviluppo. Roma: Editrice A.V.E.
  2. Astengo G. e Nucci C., a cura di (1990). It.Urb 80: rapporto sullo stato dell’urbanizzazione in Italia. Quaderni di Urbanistica Informazioni, 8.
  3. Bagnasco A. (1977). Tre Italie. La problematica territoriale dello sviluppo italiano. Bologna: il Mulino.
  4. Bianchetti, C. (2000). Dispersione e città contemporanea. Percorsi, linguaggi, interpretazioni. Territorio, 14: 161-170.
  5. Boeri S. e Lanzani A. (1992). Orizzonti della città diffusa. Casabella, 588.
  6. Bruegmann R. (2008). Sprawl: A Compact History. Chicago: University of Chicago Press.
  7. Cacciari M. (1975). Struttura e crisi del modello sociale veneto. Classe, 11: 3-20.
  8. Calafati A.G. (2003). Economia della città dispersa. Economia Italiana, 1: 215-230.
  9. Calafati A.G. (2009). Economie in cerca di città: la questione urbana in Italia. Roma: Donzelli.
  10. Calafati A.G. e Mazzoni F. (2008). Città in nuce nelle Marche. Coalescenza territoriale e sviluppo economico.Milano: FrancoAngeli.
  11. Caudo G. e Coppola A. (2006). Periferie di cosa? Roma e la condizione periferica. Parolechiave, 2: 97-115.
  12. Clementi A. e Piroddi E. (1986). Le città nella storia d’Italia: L’Aquila. Roma-Bari: Laterza.
  13. Comune dell’Aquila (2013). Variante di salvaguardia per la cessione perequativa degli standard urbanistici. Relazione tecnica. L’Aquila. Comune dell’Aquila (2014). Documento preliminare del nuovo Piano Regolatore Generale. L’Aquila.
  14. Crisci M. (2016). Urban sprawl e dinamiche demografiche nell’area romana. Urban@it, working papers 2/2016.
  15. Crisci M., Gemmiti R., Proietti E. e Violante A. (2014). Urban sprawl e shrinking cities in Italia. Trasformazione urbana e ridistribuzione della popolazione nelle aree metropolitane. Roma: CNR-IRPPS e-Publishing.
  16. Frisch G.J. (2009a). L’Aquila. Il trionfo dell’urbanistica d’emergenza. Democrazia e Diritto, 1: 117-133.
  17. Frisch G.J. (2009b). L’Aquila: non si uccide così anche una città?. Napoli: CLEAN.
  18. Frisch G. J. (2010). Un altro terremoto. L’impatto urbanistico del progetto C.a.s.e. Meridiana, 65-66.
  19. Fregolent L., Tonin S., Calzavara M. e Mazzanti M. (2012). La relazione tra i modelli di sviluppo urbano dispersi e i costi dei servizi pubblici: un’analisi panel.
  20. In: Cappellin R., Ferlaino F. e Rizzi P., a cura di, La città nell’economia della conoscenza. Milano: FrancoAngeli.
  21. Indovina F., a cura di (1990). La città diffusa. Venezia: IUAV – Daest.
  22. Lanzani A. (2003). I paesaggi italiani. Roma: Meltemi.
  23. Lanzani, A. (2009). Un nuovo e assai più problematico consumo di suolo. In: Aa.vv., Osservatorio nazionale sui consumi di suolo. Primo rapporto 2009. Santarcangelo di Romagna: Maggioli, 34-42.
  24. Munarin S. e Tosi M.C. (2002). Tracce di città: esplorazioni di un territorio abitato: l’area veneta. Milano: FrancoAngeli.
  25. Oliva F., Campos Venuti G. e Gasparrini C. (2012). Commissione per la valutazione urbanistica delle criticità e delle prospettive per la ricostruzione e lo sviluppo della città de L’Aquila. Roma: Ministro per la Coesione Territoriale.
  26. Piccinato G. e Sartore M. (1990). Spazio rurale e urbanizzazione diffusa: il caso veneto, in Clementi, A. e Perego F., (a cura di), Eupolis. La riqualificazione delle città in Europa, Laterza, Roma-Bari, 489-505
  27. Properzi P. (2011). L’urbanistica e i terremoti nella costruzione della forma urbana. Città e Storia, 6(1): 189-207.
  28. Sartore M. (1988). Forme e processi di urbanizzazione diffusa. Archivio di Studi Urbani e Regionali, 32: 164-218.
  29. Secchi B. (1986). Progetto di suolo. Casabella, 520-521: 19-23.
  30. Secchi B. (1992). Visioni d’assieme. Casabella, 595: 37-39.
  31. Secchi B. (1999). Fisionomica della domanda. In: Clementi A., a cura di, Infrastrutture e progetto di territorio. Roma: Palombi.
  32. Secchi B. (2005). La città del ventesimo secolo, Laterza: Roma-Bari.
  33. Viganò P. (1999). La città elementare. Milano: Skira.
  34. Zanfi F. (2008). Città latenti: un progetto per l’Italia abusiva. Milano: Bruno Mondadori.
  35. Zanfi F. (2011). I nuovi orizzonti della città diffusa. Dinamiche emergenti e prospettive per il progetto urbanistico. Urbanistica, 147: 100-107.

  • Prolific, but undemanding. The state and the post-disaster reconstruction of a small regional capital: the case of L’Aquila, Italy Alessandro Coppola, Grazia Di Giovanni, Cora Fontana, in Geografiska Annaler: Series B, Human Geography /2021 pp.235
    DOI: 10.1080/04353684.2021.1944816

Cora Fontana, L’Aquila: la costruzione di una città dispersa (1950-2008) in "ARCHIVIO DI STUDI URBANI E REGIONALI" 122/2018, pp 101-123, DOI: 10.3280/ASUR2018-122006