Ghetti rurali e profughizzazione del lavoro bracciantile nell’orto d’Italia

Titolo Rivista: MONDI MIGRANTI
Autori/Curatori: Francesco Saverio Caruso
Anno di pubblicazione: 2022 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 16 P. 37-52 Dimensione file: 185 KB
DOI: 10.3280/MM2022-002002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo espone i primi risultati di una ricerca svolta nel corso degli ultimi due an-ni nella provincia di Foggia sul ruolo attivo delle politiche di gestione e controllo delle migrazioni nella segregazione occupazionale del lavoro migrante in agricoltu-ra. Attraverso una ricostruzione quali-quantitativa, lo studio si sofferma su tre di-namiche sociali paradigmatiche del modello di sviluppo agroindustriale dominan-te, che si dispiegano nel caso studio in forma particolarmente significativa: in pri-mo luogo il fenomeno della profughizzazione del lavoro agricolo, frutto del rap-porto inversamente proporzionale tra la crescita della libertà di movimento della componente comunitaria e l’accentuazione della “stanzialità forzata” della com-ponente extracomunitaria più fragile; in secondo luogo la grigizzazione dei rappor-ti di lavoro in agricoltura, punto di equilibrio tra l'emersione formale e la giuridifi-cazione dello sfruttamento; in terzo luogo la centralità funzionale degli insedia-menti informali per il reclutamento di manodopera a basso costo per le attività stagionali della raccolta ortofrutticola. L’articolo pone in evidenza come queste dinamiche mostrino la fragilità implicita in un sistema agroalimentare fondato sul-lo sfruttamento intensivo non solo della terra ma anche della forza-lavoro.

  1. Ambrosini M. (2017). Migrazioni. Milano: Egea.
  2. Arnalte E. (1979). Agricultura a tiempo parcial y relaciones de producción en la citricultura del País Valenciano. Investigaciones Económicas, 9: 63-88.
  3. Avallone G. (2017). Sfruttamento e resistenze: migrazioni e agricoltura in Europa, Italia, Piana del Sele. Verona: Ombre Corte.
  4. Caruso F. (2018a). Certificazioni e lavoro nelle filiere agroalimentari. Il caso GlobalGap in Italia. Meridiana, 93: 241-255
  5. Caruso F. (2018b). Dal ghetto agli alberghi diffusi: l’inserimento abitativo dei braccianti stagionali nei contesti rurali dell’Europa meridionale. Sociologia Urbana e Rurale, 116: 78-92
  6. Caruso F. (2016). Dal caporalato alle agenzie di lavoro temporaneo: i braccianti rumeni nell’agricoltura mediterranea. Mondi Migranti, 1: 51-64
  7. Corrado A., de Castro C. and Perrotta D. (2016). Migration and Agriculture. Mobility and change in the Mediterranean area. New York-London: Routledge.
  8. Curcio A. e Mellino M. (2012). La razza al lavoro. Roma: Manifestolibri.
  9. Dines N. and Rigo E. (2015). Postcolonial Citizenships and the “Refugeeization” of the Workforce: Migrant Agricultural Labor in the Italian Mezzogiorno. In: Ponzanesi S. and Colpani G. (eds.), Postcolonial Transition in Europe: Contexts, Practices and Politics. Lanham, Md: Rowman & Littlefield.
  10. Inps (2021a). Osservatorio Statistico “mondo agricolo”. Roma: Istituto Nazionale di Previdenza Sociale; -- https://www.inps.it/osservatoristatistici/3 (consultato il 19.11.2021).
  11. Inps (2021b). Osservatorio Statistico sugli stranieri. Roma: Istituto Nazionale di Previdenza Sociale; -- https://www.inps.it/osservatoristatistici/1059 (consultato il 19.11.2021).
  12. Istat (2021). Indagine sulla struttura e produzione delle aziende agricole; http://dati. istat.it/Index.aspx?DataSetCode=DCSP_SPA (consultato il 14.11.2021).
  13. Oliveri F. (2015). Giuridificare ed esternalizzare lo sfruttamento. Il caso dei lavoratori immigrati nella vitivinicoltura senese. In: Rigo E. (a cura di). Leggi, migranti e caporali. Prospettive critiche e di ricerca sullo sfruttamento del lavoro in agricoltura. Pisa: Pacini.
  14. Pedreño A. (2014). De cadenas, migrantes y jornaleros: los territorios rurales en las cadenas globales agroalimentarias. Madrid: Editorial Talasa.
  15. Tarsi E. e Vecchiarelli D. (2021). Superare il ghetto: analisi della segregazione abitativa dei lavoratori agricoli nella provincia di Foggia. Crios - Critica degli ordinamenti spaziali, 21:70-85.

Francesco Saverio Caruso, Ghetti rurali e profughizzazione del lavoro bracciantile nell’orto d’Italia in "MONDI MIGRANTI" 2/2022, pp 37-52, DOI: 10.3280/MM2022-002002