A viso aperto. Capire e gestire timidezza fobia sociale e introversione
Autori e curatori
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 128,   3a ristampa 2015,    1a edizione  2009   (Codice editore 239.199)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 17,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856813777
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856818307
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
In questo libro, l’Autore, psicoterapeuta e scrittore, dà della timidezza e della fobia sociale la descrizione più viva e profonda che ne sia stata data negli ultimi anni, e mostra in che modo essa possa essere capita, gestita e, dove sia il caso, superata.
Utili Link
Come Stai Ammalato di timidezza (di Paola Oriunno)… Vedi...
La Repubblica Salute Rossore addio, alla ricerca della fiducia in se stessi (di Valeria Pini)… Vedi...
Focus Grandi timidi (di Matteo Liberti)… Vedi...
Presentazione del volume



La timidezza, detta anche, al suo grado massimo di manifestazione, fobia sociale, è un tratto caratteriale sempre più epidemico e diffuso, in netta controtendenza rispetto ai correnti valori sociali di brillantezza e estroversione.
Molti sono i sintomi che la caratterizzano: la paura di trovarsi in situazioni sociali e di essere osservati mentre si sta facendo qualcosa di impegnativo, come parlare in pubblico, sostenere un esame, esprimere una competenza professionale; ma anche di innocuo, come argomentare in un gruppo di amici o anche con una singola persona. In essenza, nella fobia sociale siamo preoccupati di apparire confusi e imbarazzati e allo stesso tempo insidiati dalla possibilità di una perdita di controllo tale da rivelare la nostra "verità" nascosta, quella d'essere individui negativi: cioè ansiosi, inetti, stupidi e dunque deboli o magari anche strani, bizzarri, pazzi, disonesti, anormali... È come se la pressione sociale implicasse il terrore del giudizio e allo stesso tempo l'impulso incontrollato allo svelamento di aspetti della nostra identità tenuti altrimenti celati non solo agli altri ma anche a noi stessi.
In questo libro, Nicola Ghezzani, psicoterapeuta e scrittore, dà della timidezza e della fobia sociale la descrizione più viva e profonda che ne sia stata data negli ultimi anni; e mostra in che modo essa possa essere capita, gestita e, dove sia il caso, superata.

Nicola Ghezzani vive e lavora a Roma. È membro del comitato scientifico della LIDAP (Lega Italiana contro i Disturbi d'ansia, di Agorafobia e da attacchi di Panico) e fondatore dell'ASIP (Associazione per lo Studio delle Iperdotazioni psichiche e delle Psicopatologie correlate). Con FrancoAngeli ha pubblicato Uscire dal panico (2000), Volersi male (2002), Autoterapia (2005), Quando l'amore è una schiavitù (2006), La logica dell'ansia (2008). Scrive e risponde sul sito Psicoterapia dialettica all'indirizzo www.psyche.altervista.org.

Indice


La paura degli altri. La timidezza come carattere e come patologia
(Lorenzo: un'insidiosa fobia sociale; Antonella: L'angoscia di prestazione; Timidezza: un'ambigua opposizione; A viso aperto. La strategia del rischio ponderato)
Il "fuori" e il "dentro" della psiche. Scene di vita personale
(Superman. Un vecchio sogno; Divagazione psicodinamica; Il demone di Clark Kent; Io, l'escluso...; Primi amori, primi dolori)
Il timido, il fobico, l'introverso
(Una questione di termini;Introversione; La difesa schizoide; La giusta misura)
Cos'è la fobia sociale
(La fobia sociale: ricognizione del concetto; La paura da aggressione: uno schema arcaico; I sintomi)
Luoghi della solitudine
(La condanna sociale; La piega del piacere. La masturbazione; Luoghi della solitudine)
Lo specchio di Narciso. L'immagine interna e l'immagine sociale
(Il fuoco diafano della fantasia. Storia di Ines; L'immagine interna negativa; La terza persona e l'immagine oggettiva; Lo specchio; Il conflitto delle immagini)
La vergogna
(L'io antitetico; La vergogna; Il pregiudizio di indipendenza e l'angoscia di esclusione)
Pratiche di liberazione. La soggettivazione del rimorso
(Liberarsi dalla colpa; Dialettica del sé. Pratiche di liberazione)
Una timidezza eversiva. Storia di Gianna
(Il peso del destino; La psicoterapia. Verso un nuovo destino; Il dubbio morale del timido; Fasi del processo terapeutico)
La timidezza di Socrate
(La timidezza di Socrate; La strategia del rischio ponderato. Analisi dei sentimenti e veridizione; Tra Socrate e Leonardo. L'arte della mediazione)
Bibliografia
Appendice-Neurobiologia della timidezza.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi