L'impossibile incontro. Gli Stati Uniti e la destra italiana negli anni Cinquanta
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 304,      1a edizione  2012   (Codice editore 1572.32)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € ,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788856848304
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 27,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856875539
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
La politica degli Usa nei confronti della destra italiana negli anni Cinquanta. Grazie a documenti inediti reperiti in diversi archivi statunitensi, il testo fa luce su alcuni aspetti controversi: la presunta connivenza degli Usa, in particolare della Cia, con la destra per arginare il Pci; il peso del ventennio fascista nella società italiana; il radicamento del sentimento monarchico; il sostegno dei missini al governo Tambroni…
Utili Link
Corriere della Sera Yankee e camerati, dialogo tra sordi (di Antonio Carioti)… Vedi...
Il Giornale Gli USA reclutarono tutti (ma non i neofascisti) nel fronte anticomunista (di R.Chiarini)… Vedi...
L'Ancora Recensione (di Marco Cagnazzo)… Vedi...
Il Foglio Recensione… Vedi...
Giornale di Brescia Anni' 50: quando la destra italiana guardava agli Stati Uniti (di R. Chiarini)… Vedi...
Mondo Contemporaneo Recensione (di Andrea Argenio)… Vedi...
Presentazione del volume

Qual è stato l'atteggiamento degli Stati Uniti nei confronti di neofascisti e monarchici dopo le elezioni del 1948? Come hanno interagito gli americani con la destra "impolitica", ossia quel fronte ampio ed eterogeneo, con forti venature di antipolitica, che andava da Montanelli agli imprenditori nostalgici del fascismo?
Sono alcune delle domande alla base di questo volume, che ricostruisce la politica degli Usa nei confronti della destra italiana negli anni Cinquanta. Un decennio di aspre lotte politiche nel corso del quale si consolida la democrazia e inizia la stagione del centrismo, passando dalle ferite del conflitto mondiale al miracolo economico. Grazie a documenti inediti reperiti in diversi archivi statunitensi è stato possibile fare luce su alcuni aspetti controversi: la presunta connivenza degli Usa, e in particolare della Cia, con la destra per arginare il Pci; l'incoerenza, e talvolta la miopia, dei vari centri decisionali americani; il peso del ventennio fascista nella società italiana del dopoguerra; il radicamento del sentimento monarchico; i limiti del progetto di "grande destra"; il sostegno dei missini al governo Tambroni del 1960. Ne risulta un quadro originale e per certi versi sorprendente sull'impatto della Guerra fredda nel nostro Paese. E non manca qualche mito sfatato.

Federico Robbe ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia delle Istituzioni e della Società nell'Europa contemporanea (2010) all'Università degli Studi di Milano. Si occupa di storia dell'Italia repubblicana e di storia della destra. Tra i suoi saggi più recenti Gli Stati Uniti e la crisi del governo Tambroni , in "Nuova Storia Contemporanea" (2010). Collabora con diverse riviste del settore tra cui "Ricerche di storia politica", Il Mulino.

Indice


Ringraziamenti
Sigle e abbreviazioni
Introduzione
Dallo scoppio della guerra di Corea alle elezioni amministrative del 1951-52
(Non solo neofascismo. Le destre italiane nel dopoguerra; Impatto del conflitto coreano sull'Italia: dal riformismo alle leggi eccezionali; "Il popolo italiano, per gli standard americani, è politicamente immaturo"; Il ritorno degli esclusi. Monarchici e neofascisti visti dagli Usa; Le amministrative del 1951-52 e il boom di Pnm e Msi)
Il lungo 1953
(Eisenhower e Clare Boothe Luce tra continuità e discontinuità; Le elezioni politiche del 7 giugno e la "sconfitta" di De Gasperi; "La questione di Trieste in Italia ha sollevato emozioni fuori misura rispetto alle nostre stime"; Il comunismo sta crescendo nella tua area?; Abbozzare una strategia)
Clare Boothe Luce e la destra che non c'è
("Tutti i contratti possono essere cancellati quando è comodo per gli Usa"; Apertura a destra?; "Coltivare" i rapporti coi monarchici; L'antifascismo americano; Gli italiani inclini all'autoritarismo: la destra "impolitica" tra atlantismo e oltranzismo atlantico; No alla Ced, sì a Trieste e (forse) all'anticomunismo)
"Inequivocabili segni di disgregazione della destra"
(Dubbi persistenti sulla tenuta della democrazia in Italia; Alla ricerca di un leader; "Perché gli industriali italiani non ci mettono i soldi?"; Un anno decisivo; Importanza e limiti dell'operato di Clare Boothe Luce)
Addio al manganello?
(Un nuovo ambasciatore per una nuova stagione politica; L'illusione della "grande destra"; Dalle elezioni politiche del 1958 ai timori per il caso Milazzo; Il governo Tambroni e il pericolo della polarizzazione destra/sinistra; Sull'orlo della guerra civile)
Conclusione
Bibliografia
Indice dei nomi.