La città latente.

Il progetto ambientale in aree di bordo

Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 128,   figg. 43,     1a edizione  2001   (Codice editore 1126.12)

La città latente. Il progetto ambientale in aree di bordo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846431417

Presentazione del volume


La città latente
affiora nelle "situazioni di bordo" dell'urbano, che si prestano, per la loro costitutiva ambiguità, a molte interpretazioni, a differenti punti di osservazione, in quanto espressione di varie forme di marginalità e di transizione.
Sono territori non ancora decifrati, difficilmente interpretabili perché estranei a linguaggi e categorie interpretative convenzionali dell'analisi urbana e territoriale.
Tra il naturale e l'artificiale, tra i processi ambientali e i processi urbani, vi sono spazi - del divenire, dei flussi, delle dinamiche ecologiche, della contaminazione biologica e culturale - di cui il progetto può sperimentare il senso e il ruolo rispetto agli scenari urbani contemporanei.
Il bordo è disponibile ai comportamenti spontanei degli abitanti che si trovano a interagire in ambienti strutturati in maniera rigida: è uno spazio in cui alla tendenza di oggettivazione dello spazio si contrappone l'affermazione di una soggettività urbana e territoriale, come emerge nei margini dello spazio e del tempo della città che si offrono a una ricolonizzazione.
Attraverso i contributi presentati in questo volume, il tema del bordo viene esplorato rispetto a tre differenti contesti: il bordo tra dimensione ambientale e dimensione urbana, tra spazio pubblico e spazio privato, tra micro e macro-urbanità. Il denominatore comune, più o meno esplicito, è rappresentato da un'indagine del territorio come "condizione umana", da un approccio comunicativo al progetto in ambienti plurali e complessi, che si rivelano come "ecologie di bordo", dense di un'urbanità nascosta, sotterranea, latente.

Giovanni Maciocco è professore ordinario di Pianificazione territoriale presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Cagliari. Tra le sue opere recenti: La città in ombra , Angeli, 1996; La città possibile (con Silvano Tagliagambe), Dedalo, 1997; Dimensione ecologica e sviluppo locale: problemi di valutazione (con Giampaolo Marchi), Angeli, 2000.

Paola Pittaluga insegna Pianificazione territoriale nel Corso di Laurea in Scienze Ambientali dell'Università di Sassari. Tra i lavori più recenti: "Waste Lands, Waste Bodies and the Speed of Liberation", Plurimondi , n. 3, 2000; Progettare con il territorio. Immagini spaziali delle società locali e pianificazione comunicativa , Angeli, 2001.

Indice



Giovanni Maciocco , Prefazione
Paola Pittaluga , Introduzione
Tanja Congiu, Silvia Serreli, Funzioni ambientali e funzioni urbane: prospettive di integrazione
Vania Erby , La rigenerazione degli approcci object-oriented e e process-oriented nella pianificazione di aree di transizione
Francesco Spanedda , Possibilità latenti: una ricognizione su alcuni progetti contemporanei
Enrico Cicalò , Frammenti di ubanità. Il progetto ambientale in un'area di bordo
Amalia Crobu , Place identity e place attachment nelle aree di transizione tra spazio pubblico e privato. Scenari per l'area urbana di San Giovanni a Bosa
Luca Caschili, Roberto Cossu, Processi di pianificazione interattiva on-line e off-line in un'area urbana di margine
Ilene Steingut , La valutazione del processo comunicativo nella pianificazione. Alcune riflessioni