Lo Stato Moderno. Mario Boneschi e gli azionisti milanesi
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 240,   1a ristampa 2005,    1a edizione  2005   (Codice editore 1615.29)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846466396

Utili Link
Il Pensiero Politico Recensione (di G.B.Furiozzi)… Vedi...
Presentazione del volume

"Lo Stato Moderno", Rivista di critica politica economica e sociale, nata a Milano nel luglio 1944 per opera di un gruppo di azionisti e vissuta fino ai primi mesi del 1949, è al centro dell'attenzione di questo volume. Le pagine introduttive sono dedicate alla riflessione sull'eredità politica e ideale della rivista e delineano un primo bilancio degli apporti della storiografia alla conoscenza del filone liberalsocialista, di cui "Lo Stato Moderno" ha rappresentato un esempio scolastico.

Il saggio che apre il volume è invece un lungo e appassionato racconto delle vicende e delle idee dei protagonisti che hanno animato le pagine della rivista: Mario Paggi, l'austero e carismatico direttore e poi il gruppo degli amici fidati che lo circondavano: Antonio Basso, colto e attento interprete della politica internazionale, Mario Boneschi, radicale voltairiano, studioso di Cattaneo, Giuliano Pischel, socialista eretico trentino, traduttore e interprete di Marx, Arrigo Cajumi, polemista di razza e fine conoscitore della letteratura francese, e poi gli altri: Vittorio Albasini Scrosati, Cesare Cabibbe, Emiliano Zazo e Gaetano Baldacci, siciliano irruente e generoso, che aveva fondato la casa editrice Gentile a Milano nel pieno della guerra e stampato la rivista di Paggi fin dal primo numero clandestino. Accanto a questi amici di vecchia data, fin dal 1944, si aggiungevano gli studiosi che lavoravano all'Ispi (Istituto per gli studi di politica internazionale): Enrico Bonomi, Giovanni Lovisetti, Bruno Pagani, Silvio Pozzani, Enrico Serra.

Nel volume sono raccolti anche gli indici integrali de "Lo Stato Moderno", che danno un quadro esaustivo dei contributi di redattori e collaboratori al dibattito di quegli anni sui temi della democrazia, dello Stato di diritto, dell'ordine internazionale. Sfilano così nell'indice per autori nomi, che a vario titolo hanno segnato la storia del pensiero politico contemporaneo - Mario Albertini, Achille Battaglia, Riccardo Bauer, Norberto Bobbio, Franco Cingano, Ernesto Rossi, Luigi Salvatorelli, Gaetano Salvemini, Cesare Spellanzon - e altri meno noti protagonisti del dibattito politico che negli anni della costituente ha aiutato la rifondazione della democrazia in Italia.

Arricchiscono il volume tre scritti posteriori di Mario Boneschi, un personaggio che era stato magna pars nella redazione della rivista e che impersona il grillo parlante della storia, o meglio delle storie che si intrecciano in queste pagine.

Elena Savino collabora alla "Nuova Antologia". Ha curato per FrancoAngeli due libri di Mario Boneschi, Costituzione e libertà nel 1995 e Le libertà locali nel 1998. Di recente è appa

Indice


Introduzione
Parte I. La storia
Profeti disarmati. Il gruppo milanese de "Lo Stato Moderno"
Post scriptum
Parte II. Gli indici della rivista
Criteri di organizzazione degli indici
"Lo Stato Moderno" (1944-1949). Notizie redazionali
Indice per autori
Documenti
Diario della quindicina
Note quindicinali
Rassegne della stampa
La biblioteca de "Lo Stato Moderno". Milano, Editore Gentile
Parte III. Tre scritti di Mario Boneschi
Per una antologia della rivista
La rivoluzione concreta: il programma dello "Stato Moderno"
Nota su Gaetano Baldacci e la casa editrice Gentile
Indice dei nomi
Indice dei periodici.