La fonologia dell'interlingua. Principi e metodi di analisi
Contributi
Niclas Abrahamsson, John Archibald, Dawn M. Behne, Peter E. Czigler, Raffaele De Rosa, James E. Flege, Robert McAllister, Thorsten Piske, Stephan Schmid, Kirk P. H. Sullivan, Henning Wode
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2003   (Codice editore 1095.35)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846447494

Presentazione del volume

Questo libro offre un'aggiornata presentazione delle teorie e dei metodi di analisi che la linguistica acquisizionale ha elaborato nel corso dell'ultimo decennio, per classificare e interpretare il processo di apprendimento dei sistemi di pronuncia delle lingue seconde.

Le strategie cognitive e comportamentali che governano l'acquisizione della fonologia nell'interlingua sono osservate sui due fondamentali livelli della percezione e della produzione dei suoni, per un insieme eterogeneo di lingue seconde (inglese britannico e nordamericano, svedese, italiano). In costante riferimento alla teoria della grammatica, i singoli contributi esaminano i fattori da cui più direttamente dipendono le fasi di sviluppo dell'interlingua, sul piano interno (le restrizioni linguistiche e cognitive che agiscono nell'interlingua come negli altri fenomeni del linguaggio) ed esterno (con particolare riguardo al fattore età, ai parametri psicoattitudinali di personalità, ai fattori situazionali legati al contesto, come la presenza o assenza di insegnamento, o le condizioni e i tempi di permanenza degli apprendenti nel paese straniero).

Gli autori dei saggi raccolti nel volume sono fra gli studiosi più autorevoli e specializzati a livello internazionale nel campo specifico della fonologia interlinguistica.

Il carattere interdisciplinare della materia trattata rende questo libro particolarmente utile per gli specialisti delle scienze linguistiche e psicologiche.

Lidia Costamagna insegna Fonetica e fonologia all'Università per stranieri di Perugia. Si è occupata particolarmente di insegnamento e acquisizione della fonologia dell'italiano come lingua seconda e di didattica della fonetica e della fonologia dell'italiano a stranieri.

Stefania Giannini insegna Linguistica generale all'Università per stranieri di Perugia. Si è occupata principalmente di storia del pensiero linguistico e di linguistica diacronica e acquisizionale, con un interesse specifico per i processi di mutamento e acquisizione delle categorie fonologiche.

Indice


Stefania Giannini, Introduzione
John Archibald, Charting the learning path in second language phonology: the acquisition of OT grammars
Parte I. Aspetti percettivi in L2 e fattori di condizionamento
Dawn M. Behne, Peter E. Czigler, Kirk P.H. Sullivan, Perception of Swedish vowel quantity by native and British English listeners
Robert McAllister, James E. Flege, Thorsten Piske, Second Language Comprehnsion: a discussion of some influencing factors
Henning Wode, "Young age" in L2 acquisition: the age issue in reverse in phonology
Parte II. Aspetti produttivi in L2 e fattori di condizionamento
Lidia Costamagna, Affricates in Italian as L2: the role of psycho-attudinal parameters
Niclas Abrahamsson, Universal constraints on L2 coda production: the case of Chinese/Swedish interphonology
Raffaele De Rosa, Stephan Schmid, Phonetic and orthographic performance of Italian-Swiss German bilinguals: the case of obstruents [±voice] and [±tense]