ascolta l'autore

This is contemporary!

Come cambiano i musei d'arte contemporanea

Autori e curatori
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 206,      2a edizione, aggiornata  2010   (Codice editore 1257.11)

This is contemporary! Come cambiano i musei d'arte contemporanea
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856823431

In breve

Di che cosa parliamo quando parliamo di musei? Megastore o luoghi obsoleti per un’arte che vuole entrare nel vivo della società? Il volume nasce dall’esperienza dell’autrice, che viaggia da anni per il mondo, da Tokyo a Seattle, dalle isole Lofoten, in Norvegia, a Kiev, in Ucraina, per raccontare i musei d’arte contemporanea per il pubblico di D La Repubblica delle Donne, dell’Espresso, di Uomo Vogue e anche in programmi televisivi realizzati per la Rai e Cult.

Utili Link

Panorama Destinazione museo (di Terry Marucco)… Vedi...
L'Uomo (Vogue) Luoghi dell'arte (di Adriana Polveroni)… Vedi...
Segno Recensione (di Pietro Marino)… Vedi...
Il Sole 24 Ore Maxxi avanti adagio, il via solo nel 2010 (di Paola Pierotti)… Vedi...
Il Sole 24 Ore Come si sta oggi al museo? (di Anna Detheridge)… Vedi...
Arte e Critica Global museum vs arte? (di Daniela Bigi)… Vedi...
Il Tirreno Musei, l'assessore ha fatto flop (di Federica Lessi)… Vedi...

Presentazione del volume

Di che cosa parliamo quando parliamo di musei?
Megastore o luoghi ormai obsoleti per un'arte che vuole entrare nel vivo della società?
Eppure, anche in Italia, di musei d'arte contemporanea si parla sempre più spesso e ne nascono sempre di più. Mobilitando risorse inaspettate, si trasformano in qualcosa di diverso dal luogo di conservazione che eravamo abituati a conoscere, fino a spostare sempre più avanti la propria identità. Schiacciati sul presente, ma capaci di veicolarlo con una forza mediatica che mai nessuna istituzione culturale ha avuto prima. Macchine di consumo e di consenso, in grado di appropriarsi della logica onnivora della città. Luoghi delle meraviglie, ma anche scenari di riti che appartengono alla società delle merci e dello spettacolo e che riescono a scavalcare attraverso pratiche dove il senso fa posto a qualcosa che somiglia a un "reality dell'arte". Sempre più vicini al mercato, ma continuando ad esercitare una seduzione come solo l'arte riesce a fare.

Adriana Polveroni viaggia da anni per il mondo, da Tokyo a Seattle, dalle isole Lofoten, a Kiev per raccontare i musei d'arte contemporanea, e tutte le strane cose che vi accadono dentro, per D La Repubblica delle Donne, L'Espresso e altre testate. Talvolta narrando anche per immagini quello che vi trova in programmi televisivi realizzati per la Rai e Cult. È autrice di saggi per riviste specializzate e ha esercitato attività didattica presso alcune università e accademie d'arte. Ha ideato un museo a Scandicci dedicato all'Arte Ambientale e ha curato la mostra "Paesaggi Contemporanei", che dall'Acquario Romano, oggi Casa dell'Architettura, dopo varie tappe è approdata alla Biennale di Dakar. È nata e vive a Roma, dove si è laureata in Filosofia.

Indice



Introduzione
Il luogo dell'arte
(La relazione arte-museo, la trasformazione qualitativa; Il museo come megastore; Luogo di loisir, luogo punitivo o performing place?; Il circuito dell'info-tainment; Il modello Auditorium di Roma; La medializzazione del museo; Un museo per il pubblico o un pubblico per il museo?; La potenza mediatica dell'architettura; Nuovi musei nel mondo negli ultimi dieci anni e nuovi musei italiani; La trasparenza: un gioco di sguardi a tre. Museo, pubblico e città si mettono in mostra; Il complesso espositivo: la parentela estetica e semantica tra museo e grande magazzino; Un museo per il popolo dell'arte)
Di che cosa parliamo quando parliamo di museo?
(L'orizzonte obbligato del presente; Ordinamento e allestimento, una distinzione superata?; Museo e collezione, un po' di storia di casa nostra; Strategie alternative per l'edificazione della collezione: la tecnologia viene in aiuto; Conservazione, e non solo; Il museo come committente; Il museo come hot del neocolonialismo globale; Formazione del sapere)
La realtà italiana
(Gallerie civiche e centri per l'arte: i "piccoli" e il rapporto con il territorio; Il settore pubblico, le gallerie civiche: i grandi; Il "modello Roma"; Napoli: Castel Sant'Elmo, PAN e MADRE; Il privato e il pubblico-privato; Lombardia, la prevalenza del mercato; Piemonte, il sistema pubblico-privato; Veneto; Toscana. Arte e ambiente si incontrano e il museo rimane a guardare; Il Sud che non c'è; Due anni dopo; A Torino e a Roma)
Conclusioni. Dal museo al reality dell'arte
(Lo spazio critico del museo; Oltre il museo, dentro il paradosso del museo; Il reality dell'arte)
Forum
(Ida Granelli; Eduardo Cicelyn; Anna Mattirolo; Giacinto Di Pietrantonio; Gabriella Belli; Gianfranco Maraniello; Marina Vergini; Fabio Cavallucci; Patrizia Sandretto; Catterina Seia; Mariano Pichler; Antonio Presti; Mario Cristiani)
Riferimenti bibliografici
Ringraziamenti
I direttori della collana.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi