La salute comunicata. Ricerche e valutazioni nei media e nei servizi sanitari
Autori e curatori
Contributi
Alfredo Alietti, Maria Grazia Azzolin, Sandra Bombardi, Ada Cattaneo, Carla Collicelli, Matias De La Calle, Anita Gramigna, Tiziana Mancini, Enrico Marchetti, Aurora Minetti, Luca Mori, Maria Augusta Nicoli, Dario Padovan, Adriano Passerini, Mirco Peccenini, Virginia Romano, Sergio Scamuzzi, Fulvia Signani, Emanuela Spaggiari, Vito Storniello, Vittoria Sturlese, Mara Tognetti Bordogna, Concetta Maria Vaccaro
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 304,      1a edizione  2008   (Codice editore 1370.33)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856800791

In breve
Il campo della comunicazione della salute nell’Italia contemporanea: la sua diffusione e rilevanza nei nuovi e vecchi media, la sua articolazione e incidenza in ambito pubblico e sanitario, la sua produzione e valutazione in specifiche situazioni operative.
Presentazione del volume

Il volume analizza il campo della comunicazione della salute nell'Italia contemporanea sotto tre angolazioni: la sua diffusione e rilevanza nei nuovi e vecchi media, la sua articolazione e incidenza in ambito pubblico e sanitario, la sua produzione e valutazione in specifiche situazioni operative.
L'informazione e comunicazione sanitaria, della salute e del benessere, come potremmo più estesamente definirla, sta assumendo un ruolo sempre più rilevante nel panorama contemporaneo principalmente in ragione della velocità del cambiamento sociale, compreso quello delle organizzazioni e dei servizi sanitari, che richiede un costante aggiornamento e apprendimento per i cittadini e gli operatori. Tale situazione sta facendo emergere una figura nuova: quella del cittadino e paziente attivo e competente che si propone come interlocutore attento e partecipe dei propri percorsi terapeutici e della promozione della salute.
Accanto a questa figura incipiente, restano tuttavia ampie fasce di popolazione per le quali alla diseguaglianza economica e posizionale nell'accesso alle risorse sanitarie si aggiunge quella dovuta al digital divide e, ancor più, alla bassa e sempre più penalizzante health literacy (competenza sanitaria), che non permette di avere un utilizzo adeguato della comunicazione mediatica e di servizio, ma più in generale, delle opportunità di cura e prevenzione.
I diritti e le esigenze dei cittadini competenti e di quelli svantaggiati pongono quindi un'importante questione di nuovo welfare e di formazione degli operatori in ambito sanitario su cui il ruolo della comunicazione pubblica dovrebbe essere rilevante.

Marco Ingrosso
insegna Sociologia generale e Sociologia della Salute presso l'Università di Ferrara e dirige il Master internazionale su "Organizzazione della Formazione". Sui temi della salute e del benessere ha pubblicato negli ultimi anni i volumi: Senza benessere sociale. Nuovi rischi e attese di qualità della vita nell'era planetaria (Milano 2003), La Promozione del Benessere sociale. Progetti e politiche nelle comunità locali (a cura, Milano 2006), Fra reti e relazioni: percorsi nella comunicazione della salute, (a cura, numero monografico di "Salute e Società", 1, 2007).

Indice


Marco Ingrosso, Introduzione
Parte I. Comunicare la salute nei media
Carla Collicelli, Concetta Maria Vaccaro, Comunicare la salute: analisi dell'offerta
Marco Ingrosso, Emanuela Spaggiari, Enrico Marchetti, Consulenti e internauti: un'analisi dei messaggi in alcuni siti salute
Enrico Marchetti, Medicina e benessere nel Web: un'indagine su duecento siti web italiani
Marco Ingrosso, Mirco Piccenini, I periodici del benessere: un'analisi dei contenuti e degli spazi pubblicitari
Ada Cattaneo, Lo spot che salva la vita e la vita che salva lo spot: pubblicità sociali in Italia
Luca Mori, Dato per scontato. La rappresentazione mediatica della normalizzazione del consumo di sostanze
Parte II. La comunicazione nei servizi: fra diritti e organizzazione
Sergio Scamuzzi, Dario Padovan, Alfredo Alietti, Stato di salute, comunicazione sanitaria e disuguaglianze sociali: una ricerca a Torino e in Piemonte
Mara Tognetti Bordogna, La comunicazione transculturale nei servizi sanitari
Anita Gramigna, La salute in un'etica delle differenze
Virginia Romano, Il tumore come malattia cronica? Un'indagine fra i malati
Fulvia Signani, Gli immigrati e l'accesso ai servizi sanitari: disamina di alcune possibilità operative
Vito Storniello, Il ruolo della comunicazione nelle Aziende Sanitarie
Marco Ingrosso, La cura fra il dire e il fare: ostacoli e potenzialità di un'ecologia di caring
Parte II. Valutazioni di strumenti e di casi
Vittoria Sturlese, Tiziana Mancini, Maria Augusta Nicoli, Informazione sanitaria e opportunità di scelta: una valutazione dell'informazione scritta per cittadini diabetici
Sandra Bombardi, Matias de la Calle, La comunicazione per l'accoglienza ospedaliera e la mediazione interculturale: l'esperienza di Ferrara
Aurora Minetti, Maria Grazia Azzolin, Una mappa al servizio del malato: il caso del vademecum bergamasco
Adriano Passerini, La moltiplicazione delle pratiche discorsive per la promozione del benessere: l'esperienza dell'Apss nella comunicazione della Carta dei servizi.