Le regioni industrializzate tra declino e innovazione. Il caso della Ruhr in un contesto europeo
Autori e curatori
Contributi
Giuseppe Dematteis, Riccardo Bedrone
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,   figg. 4,     1a edizione  1996   (Codice editore 1862.43)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820498559

Presentazione del volume

II declino e la trasformazione industriale, con le loro conseguenze territoriali fanno avvertire, di pari passo con l'esigenza funzionale di rendere i governi locali più efficienti e più autonomi, l'opportunità di disporre di strumenti più agili ed efficaci per affrontare i sempre più complessi processi economici e sociali che investono l'assetto del territorio. Nelle aree-regione industrializzate questa consapevolezza ha assunto forme diverse in relazione alle diversità dei contesti politico-istituzionali, anche se appaiono generalizzate le preoccupazioni per il futuro.

La competizione tra di esse si fa più agguerrita: mentre alcune manifestano segni di declino, altre dimostrano di reagire con successo alle nuove sfide. II tema della competizione tra grandi aree urbane che si va affiancando o sostituendo sempre più spesso a quella tra nazioni è ormai un elemento acquisito. Come sia possibile vincerla, invece, non è ancora ben chiaro. Molte delle aree europee più forti hanno, da tempo, cominciato a misurarsi concretamente con programmi ed iniziative e su molti aspetti di quelle esperienze è già possibile condurre riflessioni circa le operazioni in corso e sugli esiti già conseguiti o attesi. Con questo lavoro si intende fornire un contributo di conoscenza riferito all'esperienza più recente della Ruhr, da oltre un secolo una delle più forti regioni industriali del mondo e dalla fine degli anni '70 impegnata in un poderoso processo di riconversione produttiva e di riorganizzazione territoriale-ambientale.

Nel contributo di Riccardo Bedrone, sono sinteticamente illustrati le fasi ed i problemi dello sviluppo industriale negli altri tre principali paesi dell'Europa comunitaria - Francia, Gran Bretagna e Spagna - per consentire di operare una valutazione comparativa tra le differenti politiche territoriali poste in atto nel dopoguerra, a partire dalle ineguali condizioni sociali, politiche ed economiche originarie, e la loro rispondenza agli obiettivi di volta in volta individuati. Più in particolare, vengono descritte le strategie di riconversione economica adottate negli anni più recenti per contrastare i fenomeni recessivi, il declino urbano ed il degrado del territorio manifestatisi, seppur con differente intensità, in tutta l'Europa ad industrializzazione avanzata.

Fabio Minucci, ricercatore, insegna Teoria dell'urbanistica presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.

Riccardo Bedrone, ricercatore, insegna Analisi dei sistemi urbani presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.

Indice


Presentazione, di Giuseppe Dematteis
Le regioni industrializzate
tra declino e innovazione
1. II declino delle regioni industrializzate
2. Le risorse pubbliche nel rilancio delle regioni industriali
1. Due modelli d'azione
2. Il caso italiano
3. Alcune valutazioni
4. I nuovi orizzonti delle politiche economiche e di quelle urbane
3. II governo del territorio nella nuova fase dello sviluppo
1. Le strategie emergenti
2. La nascita di nuovi attori
3. Competizione economica e "piano strategico"
4. Il ruolo degli enti pubblici
II caso della Ruhr
4. L'ordinamento istituzionale in Germania
1. Premessa
2. Il quadro istituzionale tedesco
2.1. Stato federale e Länder
2.2. Comuni
3. Pianificazione urbanistica ed ambientale, il quadro legislativo
3.1. Premessa
3.2. Il quadro legislativo
3.3. II ruolo del decisore pubblico nel mercato immobiliare
5. La pianificazione nel Land Renania Westafalia
6. La pianificazione nel Ruhrgebiet
1. Lo sviluppo industriale
2. Il processo di piano
3. Gli enti strumentali per gli interventi subregionali
3.1. Il Kommunalverband Ruhrgebiet (Kvr)
3.2. L'Emscher Genossenschaft (Eg)
3.3. La Landesentwicklungs-gesellschaft (Leg)
3.4. Il Verkehrsverbund Rhein-Ruhr Gmbh (Vrr)
3.5. L'lnternationale Bauasstellung Emscher Park Gmbh (lba)
4. Il rapporto con l'iniziativa privata
5. Il ruolo dell'Università
6. La promozione dell'immagine
7. I grandi progetti
1. L'Emscher Landschaftspark
1.1. Le aree per il tempo libero
1.2. Archeologia industriale
1.3. Il recupero delle siedlungen
1.4. I parchi tecnologici
La Ruhr e l'ltalia
8. Alcune indicazioni utili
1. Una analisi conclusiva dell'esperienza tedesca
2. Alcune indicazioni
2.1. Spunti per una nuova politica urbanistica
2.2. Il funzionamento degli Enti Locali come presupposto per un'effettivo rilancio del Piano
Alcune esperienze europee a
confronto di Riccardo Bedrone
Luci e ombre della modernizzazione francese
1. Industrializzazione e post-industrializzazione
2. Nuova centralità e nuovi squilibri territoriali
3. Il decentramento e le politiche urbane
4. Innovazione e competizione: un bilancio
Rigenerazione urbana e mercato in Gran Bretagna
1. Crisi economica e ricambio politico
2. I provvedimenti per contrastare il declino urbano
3. Un ritorno alla pianificazione sistemica?
La Spagna alla ricerca dell'omologazione europea
1. Dalla transizione all'assestamento
2. La questione regionale
3. Evoluzione e limiti della nuova pianificazione
4. Dopo il riformismo, i grandi progetti