Clicca qui per scaricare

Fratello, sorella; compagno, compagna. Uno studio sulle relazioni fraterne e la scelta del partner
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Luisa Brunori, Patrizia De Nunzio 
Anno di pubblicazione:  1999 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 Dimensione file:  59 KB

In questo studio presenteremo una ricerca, svolta a Bologna, che ha lo scopo di indagare le relazioni fraterne e ampliare gli spunti interpretativi connessi al fraterno nelle terapie di coppia in particolare. Spesso la persona non sa di avere determinati atteggiamenti nei contatti con gli altri, i quali però li percepiscono e rispondono ad essi istintivamente. Walter Toman, professore di psicologia clinica all’Università di Erlangen-Nurnberg in Germania, è partito da un’idea semplice ma ricca di conseguenze pratiche: il sesso e il rango (cioè la posizione di nascita che un fratello occupa all’interno della configurazione fraterna) determinano dei ruoli che incoraggiano lo sviluppo di comportamenti e automatismi relazionali tipici per ogni ordine di fratria e che influiscono sulla personalità di base, sulle scelte sociali di un individuo e, in particolare, sulla riuscita del matrimonio. Secondo questa teoria, le relazioni extrafamiliari hanno una più elevata possibilità di stabilità e successo più rassomigliano alle relazioni sociali sperimentate all’interno della famiglia d’origine (Teorema della Duplicazione). Sono stati, poi presentati alcuni casi clinici di coppia e di gruppo che supportano quanto è stato studiato da Toman e quanto è emerso dalla nostra ricerca.


Luisa Brunori, Patrizia De Nunzio, in "INTERAZIONI" 1/1999, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche