Il Sé come luogo d'incontro fra creatura e pleroma. Un confronto tra Carl Gustav Jung e Gregory Bateson

Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI
Autori/Curatori: Patrizia Peresso
Anno di pubblicazione: 2000 Fascicolo: 12 Lingua: Italiano
Numero pagine: 18 P. Dimensione file: 73 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Per Jung le radici di ogni conoscenza affondano nella psiche la quale "è una realtà oggettiva accessibile alla ricerca mediante i metodi propri delle scienze naturali". Il lavoro pone a confronto il pensiero di uno studioso proveniente dalle scienze naturali quale Gregory Bateson con quello di C. G. Jung. In particolare vengono esaminati il "rapporto tra psiche e materia" descrivibile in termini di "relazione mappa-territorio" e la concezione del Sé come principale agente conoscitivo, "luogo di incontro di Creatura e Pleroma". Da questa comparazione emergono interessanti analogie delle due prospettive teoriche.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Patrizia Peresso, Il Sé come luogo d'incontro fra creatura e pleroma. Un confronto tra Carl Gustav Jung e Gregory Bateson in "STUDI JUNGHIANI" 12/2000, pp , DOI: