Clicca qui per scaricare

Stili di vita e comportamenti alimentari: tempo libero, alcool, tabacco
Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE 
Autori/Curatori: Patrizia Meringolo, Enrichetta Giannetti, Stefano Malvagia 
Anno di pubblicazione:  2000 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 Dimensione file:  37 KB

Il presente lavoro analizza, nel quadro più generale della ricerca sugli stili di vita e i comportamenti alimentari, alcuni aspetti in ordine a: uso del tempo libero, abitudine a bere alcolici e uso di tabacco, mettendoli in relazione con le tendenze di comportamento alimentare. Rispetto al primo tema, le attività che risultano prevalenti sono quelle che non comportano attività fisica, ed in modo particolare la visione della TV e l’ascolto della radio. Le "uscite" con amici riguardano invece il frequentare la discoteca e, in misura ancora maggiore, il bar e le sale giochi. Se l’esposizione ai media non risulta correlata con abitudini dannose o con tendenze alimentari non corrette, la frequenza dei luoghi di aggregazione indicati dai ragazzi risulta invece avere un incidenza sia con il consumo di alcool che con l’uso di tabacco. Entrambi questi comportamenti, inoltre, sembrano avere solo marginali collegamenti con la scarsa accettazione del proprio corpo e con l’impulso alla magrezza, ma sono invece comuni tra coloro che non si alimentano correttamente e che, più in generale, hanno poca cura della propria salute. Il fumo risulta avere la connotazione, soprattutto per i più giovani, di rituale di passaggio all’età adulta. L’alcool, il cui consumo è piuttosto rilevante, risente sia della cultura familiare, nell’uso durante i pasti e comunque in casa, sia della cultura del gruppo dei pari. Con gli amici le bevande alcoliche vengono bevute in molte situazioni di vita quotidiana (gli spuntini, le soste al bar, la discoteca del fine settimana) e per denotare i momenti trasgressivi, come serate particolari, feste, vacanze senza la presenza degli adulti. L’intento di questo approfondimento è di delineare un quadro che permetta di ipotizzare ricerche-intervento successive, approntando piani di prevenzione e di promozione della salute basati sulla valutazione dei contesti territoriali e relazionali in cui si svolge la vita quotidiana dei ragazzi.


Patrizia Meringolo, Enrichetta Giannetti, Stefano Malvagia, in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 2/2000, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche